Ruota panoramica: no della Soprintendenza, ma l'idea piace ai consiglieri comunali

Sono aperti alla previsione dell'installazione Maurizio Nerini (Nap-FdI), Alessandro Tolaini (M5S) e Marco Biondi (Pd)

La ruota panoramica di Londra

Era tornata di attualità, con la proposta di Confesercenti, di installare, per il periodo natalizio in Piazza Vittorio Emanuele II, una ruota panoramica. Il progetto non è nuovo, lanciato anche per altre zone della città come il parcheggio di via Pietrasantina, per dare un'attrazione in più ai turisti. Il no della Soprintendenza ha ancora chiuso all'eventualità, bocciato l'apertura emersa dal Comune di Pisa. Sulla vicenda sono intervenuti alcuni consiglieri comunali.

"Era una cosa che già in passato era stata bocciata dalla Soprintendenza - ricorda polemico Maurizio Nerini (Nap-FdI), che è anche presidente della Commissione Urbanistica - e del resto Muzzi è tornato trionfalmente a Pisa dicendo che voleva completare il suo lavoro avviato... non dico altro".

"La ruota panoramica a Pisa - ha aggiunto Alessandro Tolaini (M5S) - sarebbe stata una installazione attrattiva, nuova e divertente. Un'occasione per grandi e piccini per vedere Pisa dall'alto, un'occasione in più da sommarsi al percorso in quota sulle Mura cittadine. Sinceramente non capisco le motivazioni addotte dalla Soprintendenza per il diniego, ma dobbiamo prenderne atto in quanto ogni tipo di intervento in centro storico deve essere valutato dall'ente in questione, nonostante il fatto che la ruota sarebbe stata molto lontana dai maggiori monumenti cittadini e non avrebbe recato nessun tipo di interferenza sullo skyline cittadino. Forse non ci sono stati i tempi giusti per la valutazione oggettiva della proposta e quindi è stato preferito un atteggiamento di cautela. Rimane però da capire come l'amministrazione abbia potuto dare parere favorevole all'iniziativa prima dell'espressione di parere/nulla osta obbligatorio da parte della Soprintendenza".

"Indubbiamente - dice Marco Biondi (Pd) - le ruote panoramiche sono presenti in molte realtà cittadine per richiamare i flussi dei turisti. Pisa offre già delle visuali nuove grazie al camminamento sopra le mura. Camminamento che fa scoprire alcune bellezze e particolarità di cui neanche alcuni pisani sono a conoscenza. Una ruota panoramica, naturalmente non fissa e legata soltanto a dei periodi temporali, potrebbe anche aggiungersi all'offerta turistica e quindi non è da rigettare, come tutte le cose che possono arricchire la città. La visuale aerea su Pisa è sicuramente magnifica, contemporaneamente andrebbero valorizzati anche altri punti di vista valutando la possibilità di accedere a campanili e torri presenti nella città. Anzi la valorizzazione di punti di vista dall'alto disseminati nel centro cittadino potrebbero incentivare un turismo che penetra all'interno di tutto il tessuto cittadino e non soltanto duomo-centrico. La posizione proposta in piazza Vittorio Emanuele non credo sia la migliore, probabilmente prevederla temporaneamente nella zona della cittadella fintanto che non si conoscerà gli intenti dell'attuale amministrazione su quell'area poteva essere una scelta migliore. Poteva diventare temporaneamente un'attrazione che andava ad arricchire l'area su cui insistono gli arsenali repubblicani, il museo delle navi e la torre guelfa. Quindi poteva fare da traino al numero dei visitatori del museo delle navi e al flusso turistico lungo i lungarni che necessita di essere valorizzato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In stato confusionale si mette una catena al collo e si getta in Arno

  • Meteo: dal 20 gennaio la possibile svolta fredda

  • Si dà fuoco dopo la notifica di sfratto: morto 41enne

  • Ikea ritira dal mercato un bicchiere da viaggio: può contenere sostanze tossiche

  • Calendario 'Miss Nonna 2020': tra le protagoniste anche una signora di Bientina

  • Olio di semi miscelato con il carburante: sequestrato distributore sull'Aurelia

Torna su
PisaToday è in caricamento