Putignano, il circolo del PD: "Il Comune non è in grado di garantire i servizi decentrati"

Il Partito Democratico: "Dalla maggioranza solo promesse, intanto diminuiscono i servizi"

Una riunione negli spazi dell'ex Ctp3

"Il comune di Pisa non è in grado di garantire i servizi decentrati nel quartiere di Putignano". E' quanto denuncia il circolo del PD di Putignano, Sant'Ermete, Ospedaletto e Coltano. "Dopo mesi di richieste di chiarimento sul mantenimento dei servizi decentrati erogati al quartiere presso la sede della ex circoscrizione in via Ximenes - scrive in una nota il circolo - apprendiamo sorpresi e stupiti che a poche settimane dal pensionamento dei due dipendenti impiegati, il Comune di Pisa, non è ancora in grado di confermare il prosieguo di queste attività ai cittadini".

Secondo il PD l'amministrazione rischierebbe così "di privare interi quartieri e migliaia di cittadini di servizi importanti che nel corso degli ultimi anni eravamo invece riusciti, con notevole impegno e sforzo a potenziare. Tra questi: la possibilità di fare il rinnovo della carta di identità, oppure del certificato elettorale, o i permessi per portatori di disabilità, la documentazione per le mense scolastiche o scuolabus e così via. Eravamo anche riusciti tramite accordi con un privato ad installare una macchina automatica per fototessere. Tutti servizi importanti per il territorio e comodi per quartieri decentrati e distanti dal centro".

"I problemi denunciati dalla maggioranza per prendere facili voti - continua il PD - restano tutti irrisolti e anzi tendono ad aggravarsi: la sicurezza non è aumentata, la manutenzione dei parchi e delle strade pure, i progetti precedenti non sono portati avanti mentre non se ne fanno di nuovi. Tra poco gli abitanti di questi territori avranno anche meno servizi. Sono questi i cambiamenti che avevano promesso ai cittadini?". Quindi le richieste: "Chiediamo garanzie per la conferma e il mantenimento dei servizi erogati presso il Ctp3 di via Ximenes e di riattivare da subito gli organi di partecipazione a quasi un anno dalla loro sbagliata e incomprensibile sospensione: devono esserci rappresentanti riconosciuti del quartiere che portino avanti nelle sedi istituzionali dedicate le esigenze e richieste dei cittadini". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Principio di incendio al Centro dei Borghi: evacuato

  • Lavoro: 16 assunzioni alla SEPI

  • Ciak si gira: a Pisa il via alle riprese della seconda stagione de 'L'amica geniale'

  • Maltempo in Toscana: in arrivo piogge e temporali

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 21 e 22 settembre

  • Temporali in arrivo: allerta meteo arancione su tutta la Toscana

Torna su
PisaToday è in caricamento