Simone Turini interviene e conferma la sua candidatura a sindaco di Cascina

Basta con i voli pindarici e candidature senza candidati. E' il momento di parlare di cose serie. Simone Turini torna alla carica e si propone come nuovo sindaco di Cascina fuori dai partiti e ideologie. Senza proclami o false promesse.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Simone Turini candidato sindaco per la lista civica “ La nuova Cascina” dopo mesi di silenzio esce di nuovo allo scoperto. Come mai in questi mesi è restato in silenzio ? Un allegro Simone Turini risponde divertito: “ In questi mesi mi sono messo ad osservare e lavorare per costruire la mia lista a Cascina. Mi sono divertito anche a vedere la disperazione di certi politici che hanno ruoli, grazie a Dio ancora per poco, che si affannavano con media compiacenti per dimostrare quanto sono bravi ed efficienti ma di fatto in tre anni a Cascina non è cambiato nulla. Stessa erba alta, stesso sporco, stessa delinquenza per il territorio e le persone è stato fatto poco o nulla. Ho mangiato il pop corn vedendo le ridicole dichiarazioni , gente che esce dal nulla che vuole fare politica. Io ho studiato in questi mesi per creare un programma vario e serio, senza voli pindarici o promesse da venditori di fumo. Ho incontrato persone sia di destra che di sinistra, ho trovato persone bisognose di essere ascoltate e aiutate, aiutate fattivamente non con promesse oppure falsi proclami fatti da un PC. Mi domando continuamente, “cosa posso fare io per i miei concittadini?” Io l’ho fatto e ho pensato che la mia campagna elettorale sarà così, ascoltare…si io ascolto tutti e con loro voglio aiutarli a risolvere tutti i problemi. Parlano di ridurre tasse tanto per fare, non hanno mai fatto niente, se non parlare e promettere. Io non lo farò. Io sarò accanto ai miei cittadini sempre e comunque scegliendo assessori che vengono dal territorio e non amici degli amici. La nostra politica non sarà composta da urli e false paure, ma ricca di contenuti, studi e soluzioni Credete in me, sarò il Sindaco non di tutti ma di una Cascina 2.0 che rinasce da persone che amano Cascina e non mirano a raggiungimenti personali. Ricordatevi dei problemi cronici di Cascina, delle tassazioni, della raccolta dei rifiuti e il nulla fatto per le scuole e i trasporti. Non basta una befana e quattro statue per dare a Cascina la felicità. Io sarò con i cascinesi da cascinese DOC a lottare per il meglio senza guardare Pisa ne Roma. Riprendiamoci Cascina con le nostre tradizioni e la nostra cultura, basta politiche aliene “ Conclude un duro Simone Turini pronto a pugnare per la vittoria a Cascina .

Torna su
PisaToday è in caricamento