Simone Turini si rivolge ai cittadini di Cascina e sfida il sindaco reggente a un confronto sull'ambiente

Simone Turini candidato Sindaco per la lista civica " la Nuova Cascina " lascia una lettera aperta ai cittadini di Cascina in merito alla decisioni prese dal reggente di Cascina senza consultare nessuno a pochi mesi dalla elezioni.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Lettera aperta ai Cascinesi da parte di Simone Turini - Ambiente

Cari Cascinesi, Il suolo è una risorsa non rinnovabile !!!!, Sono preoccupato per quanto apparso sulla stampa e per la decisione di un reggente a mettere mano ad un progetto cosi importante per la vita dei Cascinesi tutti e del nostro territorio che io vorrei tutelare, visto che nessuno lo ha fatto fino ad ora. https://start.toscana.it/sourcing/expressions-of-interest/150190/resume/. Perché agisce così ? Spieghi pubblicamente se ha coraggio le motivazioni di questo gesto a completo spregio della popolazione e del diritto democratico dei cittadini. Vuole ipotecare il futuro della città un semplice reggente con quale autorità , in silenzio, senza investire il consiglio comunale di questa ingente spesa. I suoi famosi risparmi a cosa servono? Cosa vuole da Cascina? Non basta che per tre anni non è stato fatto niente e addirittura siamo in mano all’insicurezza, furti tutti i giorni, sporco e erba alta ogni dove, solo per apparire sui giornali affermando che è un comune prodigo e il reggente fa la sua campagna elettorale risparmiando sulla pelle dei cittadini. Venga Rollo ad un confronto pubblico sulla situazione del territorio e vedremo come risolve. Io sono qui a difendere i cittadini di Cascina da qualsiasi obbrobrio che avete in mente di fare. Cascina non è più disposta ad accettare slogan e i soliti selfie. Basta basta basta . E’ l’ora di finire questa campagna di presa in giro dei cittadini. Avete presente quanti soldi e per cosa poi? Dovete andarvene e ridare la città in mano a chi l’ama davvero e non la usa e abusa per i propri interessi. Cosa volete fare con i soldi dei cascinesi . Abbiate il coraggio di dirlo. Ora e subito in un confronto pubblico. Ritengo improponibile e ingiusto che si possa pensare ad una VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA a ridosso delle prossime elezioni comunali. Vorrei porre alla vostra attenzione la necessità di tutelare le poche aree verdi rimaste nel nostro comprensorio comunale, ritengo inoltre importante riqualificare e convertire vecchie abitazioni e cascinali ad oggi in disuso ed aree artigianali/industriali e commerciali che copiosamente insistono sul nostro territorio. Tra il 2017 e 2018 in Italia il consumo di suolo ha riguardato 51 chilometri quadrati, con una media di 14 ettari al giorno (un’estensione di circa 19 campi da calcio coperta da superfici artificiali al giorno). Si mantiene la velocità di trasformazione del territorio registrata tra il 2016 e il 2017, ovvero 2 metri quadrati di suolo perso irreversibilmente ogni secondo. I cambiamenti rilevati nell’ultimo anno si concentrano in alcune aree del Paese, come nelle aree di pianura del Nord, nell’alta Toscana, nell’area metropolitana di Roma e nel basso Lazio, in Abruzzo, lungo le coste romagnole, abruzzesi, della bassa Campania e nel Salento. I cambiamenti si sono registrati soprattutto lungo la fascia costiera, nelle aree periurbane a media e bassa densità, nelle pianure e nei fondivalle. Il consumo di suolo è più intenso nelle aree già molto compromesse (circa 10 volte maggiore rispetto a quelle meno consumate). Nelle città dense, solo in un anno, si sono persi 24 metri quadrati per ogni ettaro di aree a verde. In totale, quasi la metà del suolo perso in 12 mesi si trova nelle città, il 15% in aree centrali e semicentrali, il 32% nelle fasce periferiche e meno dense. https://webgis.arpa.piemonte.it/secure_apps/consumo_suolo/index.html . Alcune amministrazioni comunali hanno invertito iniziato ad invertire il trend negativo con azioni e progetti di ripristino dalle quali dovremmo prendere esempio e studio. Questa è la nostra situazione!!!!

Simone Turini La Nuova Cascina

Torna su
PisaToday è in caricamento