I sindaci dell'Unione Valdera ricevuti dal vicepresidente della Camera, Ettore Rosato

In programma un possibile convegno sul tema delle Unioni di Comuni che coinvolgerà tutto il Parlamento

Una visita gradita e molto proficua. Dopo il convegno organizzato a fine ottobre dall’Unione Valdera, a dieci anni dalla sua fondazione, in cui sono emersi importanti spunti di riflessione su questa consolidata esperienza associativa, i sindaci dei comuni che fanno parte dell’ente di via Brigate Partigiane, sono partiti mercoledì 7 novembre alla volta di Roma. Attesi dalla presidente dell’Unione nonché deputata e sindaca del comune di Calcinaia, Lucia Ciampi, i primi cittadini Alessio Lari (Buti), Arianna Cecchini (Capannoli), Mirko Terreni (Casciana Terme-Lari), Marco Gherardini (Palaia) e Simone Millozzi (Pontedera), (assente giustificato il sindaco di Bientina, Dario Carmassi), hanno avuto l’opportunità di avere un lungo e proficuo colloquio con il vicepresidente della Camera, Ettore Rosato.

Un incontro utile per descrivere a Rosato la positiva esperienza associativa che si è affermata in Valdera e per informarlo sugli appunti e sui propositi legati al tema delle autonomie locali emersi proprio dall’ultimo convegno organizzato dall’Unione alle Terme di Casciana. In particolare per dare risposte il più possibile efficaci ai bisogni dei cittadini, c’è l’esigenza di definire in maniera più chiara il quadro istituzionale in cui gli enti possono muoversi, 'fissando' il ruolo della Provincia e stabilendo i margini di manovra delle realtà associative sovracomunali come le Unioni.

La parte sicuramente più interessante dell’incontro è stata però quella relativa alle proposte che i sindaci dell’Unione hanno avanzato, forti delle ipotesi e dei suggerimenti maturati alle tavole rotonde che si sono tenute al Convegno dell’Unione dello scorso 29 ottobre. Da qui l’idea collegiale di Rosato e dei sindaci di coinvolgere tutto il Parlamento ed organizzare nel prossimo futuro un’iniziativa che possa sviluppare e configurare il progetto di un sistema di governo che garantisca una gestione coerente con le esigenze delle comunità locali e con le
strategie territoriali.

Un nuovo modello di governance aperto alle esperienze di tutte le 'Unioni' italiane. Nella sola Toscana sono 26. In questo modo l’Unione Valdera avrebbe il merito e il valore di dare avvio a questa discussione a livello nazionale per arrivare quanto prima a soluzioni concrete.
Dopo l’incontro con Ettore Rosato, i sindaci hanno avuto modo di percorrere il Transatlantico di Montecitorio e di assistere ad un question time alla Camera dei Deputati.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Acquedotto Mediceo: "Altro che demolizione, meriterebbe restauro e valorizzazione"

  • Cronaca

    Calcio giovanile: direttore sportivo aggredito dai genitori in tribuna

  • Cronaca

    Bientina: scritte antisemite sui giochi per bambini

  • Cronaca

    Riparbella: muore colpito da un malore mentre è a caccia

I più letti della settimana

  • Rapisce, droga e violenta una donna per giorni: arrestato 54enne

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 17 e 18 novembre

  • Albero crolla su un'auto lungo la Tosco-Romagnola: ferito il conducente

  • Il Comune di Pisa esce dalla rete 'Ready': niente più politiche per i diritti LGBTI

  • Programma di mandato: ecco gli obiettivi del sindaco Conti

  • Investito di notte sull'Aurelia, muore 23enne: arrestato il conducente

Torna su
PisaToday è in caricamento