Superamento dei Ctp, il Pd: "Spinta la Giunta ad agire, speriamo non sia fuoco di paglia"

Il Partito Democratico commenta l'atto di indirizzo sulla partecipazione approvato lo scorso Consiglio Comunale

La questione della partecipazione è stata recentemente dibattuta in Consiglio Comunale, con la maggioranza che ha approvato un atto di indirizzo per il superamento dei Consigli Territoriali di Partecipazione, da tempo non più riformati. Si attende quindi la proposta di modifica dello Statuto comunale. Il Partito Democratico, con il capogruppo Giuliano Pizzanelli, commenta: "Nell'attesa di formulare un giudizio più puntuale quando avremo potuto leggere l'atto, possiamo dire che alla fine la Giunta Conti, o per meglio dire la Lega, è stata costretta a fare qualcosa. Una prima interrogazione fu presentata addirittura nel settembre dell’anno passato con una risposta molto interlocutoria che indicava che a gennaio sarebbero state avanzate delle proposte. Niente fu fatto. A primavera fu presentata un'interpellanza che dette luogo soltanto all’inserimento in una Giunta di maggio di un atto di indirizzo di cui si è persa ogni traccia".

Dopo altri passaggi a vuoto anche con i comitati cittadini "come Pd abbiamo promosso una raccolta di firme su un documento dal significativo titolo 'Partecipazione e democrazia: gli impegni e gli obiettivi del Pd'. In pochi giorni sono state raccolte alcune centinaia di firme e sono apparse sulla stampa le testimonianze di persone che si erano impegnate nelle Circoscrizioni prima e nei Ctp poi. Abbiamo fatto presente anche al Prefetto la situazione di inadempienza statutaria, accostabile alla violazione di legge, da parte della Giunta Conti; abbiamo promosso l’inserimento di uno specifico Argomento nel Consiglio Comunale depositando anche una traccia dei temi che avremmo voluto affrontare e, nell’ultimo Consiglio Comunale, abbiamo proposto una mozione d’ordine per trattare immediatamente la questione della partecipazione e delle inadempienze statutarie della Giunta Conti. In questo caso l’intera maggioranza, in modo compatto, ha scelto di non considerare urgenti le problematiche poste".

Si arriva all'atto di indirizzo di venerdì scorso. Pizzanelli: "Siamo pronti a dare ogni contributo in termini di idee, suggerimenti, proposte per assicurare la crescita della partecipazione nella nostra città. Sempre che tutto quanto approvato dalla Giunta Conti non sia solo un fuoco di paglia o un ulteriore pretesto per nascondere la voglia di continuare a non fare nulla come è accaduto in questi mesi, anche perché si vogliono abrogare i Ctp senza avere una proposta organica di partecipazione o un’idea di quale organo partecipativo a livello territoriale si vuole adottare e, in aggiunta, se tale organo è elettivo o meno. Ad oggi, possiamo affermare che condividiamo pienamente l’ipotesi, contenuta nell’atto di indirizzo, di intrecciare la partecipazione e il decentramento in modo da assicurare a tutti cittadini dei servizi comunali che siano a loro più vicini".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Viale delle Cascine: muore alla guida mentre è fermo al semaforo

  • Fisica, matematica, chimica: la Normale di Pisa è la prima università al mondo nella ricerca

  • Dà in escandescenze e devasta il ristorante di fronte a clienti e proprietari

  • Lutto all'Università: è morto il professor Berardo Cori

  • Bagno di folla per Mika in centro a Livorno: suona con lui uno studente Unipi

  • Pontedera, scontro auto-moto: perde la vita 38enne

Torna su
PisaToday è in caricamento