Province, il riordino non s'ha da fare: gli enti provinciali sono salvi

Il presidente della Provincia di Pisa e di UPI Toscana Andrea Pieroni esprime soddisfazione per la decisione della Consulta che ha dichiarato incostituzionale la riforma degli enti di area vasta stabilita dal Governo Monti

“Punto e a capo. Le riforme costituzionali nello Stato non possono essere realizzate con lo strumento del decreto legge e quindi giustamente la Consulta ha accolto le eccezioni che le Province hanno avanzato contro un riforma che adesso può ripartire secondo i percorsi che avevamo indicato e cioè con una legge costituzionale del Parlamento”. Lo afferma il presidente della Provincia di Pisa e presidente di UPI Toscana Andrea Pieroni a poche ore dalla decisione della Consulta di dichiarare l'illegittimità costituzionale della riforma delle Province contenuta nel decreto Salva Italia e il loro riordino.

La Consulta ha giudicato infatti incostituzionale la riforma degli enti di area vasta varata in due step dal Governo Monti e congelata fino a fine 2013. Nell'accogliere il ricorso di otto Regioni la Corte costituzionale ha censurato la decisione dell'Esecutivo precedente di utilizzare lo strumento del decreto legge per provvedere a un riordino di tipo ordinamentale delle amministrazioni provinciali.

“Siamo soddisfatti di quanto ottenuto - aggiunge Pieroni - e allo stesso tempo convinti che una riforma organica del nostro Stato sia necessaria, ma non con atti di legge che la nostra Costituzione ha disegnato esclusivamente per fronteggiare casi straordinari di necessità e urgenza”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'ospedale Cisanello si prepara al picco: "E' previsto nel prossimo fine settimana"

  • Coronavirus: muore studente universitario di 30 anni

  • Coronavirus: 265 nuovi casi positivi, 19 morti in 24 ore

  • Trovato morto in Austria: avviate le indagini

  • Coronavirus: 254 nuovi casi in Toscana, 3.226 i contagi 

  • Coronavirus e commercio: dichiarato lo sciopero per punti vendita e supermercati

Torna su
PisaToday è in caricamento