Torna anche quest’anno l’appuntamento con la Festa de l’Unità provinciale

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Anche per quest’anno non mancherà il consueto appuntamento con la Festa de l’Unità provinciale. Da giovedì 24 a domenica 27 settembre presso lo spazio sagre degli impianti sportivi di Cascine di Buti buona cucina, spettacoli e iniziative politiche sui temi maggiormente dibattuti insieme ad esponenti politici di primo piano.

“Anche se il nuovo gruppo dirigente del partito si è insediato ad agosto, un momento ormai non ottimale per organizzare una festa provinciale, non abbiamo perso tempo e ci siamo messi subito al lavoro – afferma il segretario provinciale Pd Alessio Lari –, anche grazie al grande contributo del responsabile organizzazione Francesco Lupi. Non volevamo che un bell’appuntamento che dura da molti anni mancasse all’appello. Il nostro compito è anche quello di creare momenti di condivisione collettiva e di svago accostati ai contenuti politici, non mancheranno infatti iniziative politiche con per stimolare il confronto e dare spazio ed opportunità a tutti coloro che vogliono farsi un’idea o vogliono ascoltare i propri esponenti di riferimento, di poter partecipare. La politica deve aprirsi sempre di più anche con questi appuntamenti popolari. Ciò a cui dobbiamo pensare è il nostro partito e il suo rapporto con iscritti, elettori e territorio. Lo facciamo tutti i giorni con l’azione dei nostri amministratori e i nostri rappresentanti nei vari consigli, senza dimenticare il lavoro dei militanti, sempre pronti a mettere a disposizione tempo, fatica e passione per il partito. La festa sarà anche un momento di espressione del nostro spirito unitario: ovvero la volontà di portare avanti un lavoro insieme. Perché di lavoro ne abbiamo tanto. Lo dobbiamo al nostro partito, ai nostri iscritti, militanti e simpatizzanti e soprattutto al nostro territorio e al nostro Paese”.

Torna su
PisaToday è in caricamento