Variazione del bilancio 2017: "Emendamenti impossibili per i ritardi della maggioranza"

Una Città in Comune-Rifondazione Comunista manda una lettera aperta al presidente del Consiglio Comunale denunciando il caso: solo 24 ore dall'illustrazione in Commissione al voto in assemblea

Una lettera aperta al presidente del Consiglio Comunale di Pisa perché la maggioranza ha "superato ogni soglia di indecenza istituzionale e di offesa all'assemblea elettiva della nostra città", dove pure lo stesso Ranieri Del Torto ha un "assistere passivo e di fatto compiacente a questi comportamenti".

Una Città in Comune-Rifondazione Comunista torna a denunciare la chiusura dell'amministrazione alle proposte delle opposizioni, con l'ultimo caso che sarebbe rappresenzanto dalla discussione della variazione al bilancio previsionale 2017.

"Da metà maggio - scrivono gli esponenti di Ucic-Prc - in conferenza dei capigruppo la Giunta e la maggioranza annunciano la discussione sulla variazione di bilancio chiedendone la calendarizzazione per la settimana successiva; e puntualmente di settimana in settimana abbiamo assistito allo spettacolo indecoroso di ritardi e slittamenti fino ad arrivare all'ultimo termine utile del 27 luglio. L'esito di questa farsa è che la variazione sarà illustrata per la prima volta in commissione nella seduta del 19 luglio alle 17 e che dopo sole 24 ore scadrà il termine per la presentazione degli emendamenti".

"Si tratta non solo di una offesa alla nostra intelligenza e alla istituzione che tu dovresti presiedere e tutelare - si rivolgono i rappresentanti a Del Torto - ma anche di una presa in giro irricevibile. E' evidente che non si vogliono mettere i gruppi di opposizione in condizione di presentare alcuna proposta alternativa. La nostra non è una insinuazione ma una denuncia pubblica ad alta voce, basata anche dal 'boicottaggio di fatto' che in tutti questi mesi abbiamo dovuto subire. Fin dallo scorso 13 aprile, infatti, abbiamo presentato formale richiesta per avere dati ed informazioni per presentare alcune proposte in occasione della variazione: ad oggi non solo non abbiamo mai avuto questi dati, ma siamo stati completamente ignorati e derisi".

Il contenuto della lettera aperta è condiviso anche dal consigliere comunale di Green Italia-Possibile Stefano Landucci.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investita dal treno alla stazione di Firenze Rifredi: morta 21enne di Pontedera

  • Viale delle Cascine: muore alla guida mentre è fermo al semaforo

  • Cucina: undici ristoranti pisani nella guida 'L'Espresso'

  • Lutto all'Università: è morto il professor Berardo Cori

  • Bagno di folla per Mika in centro a Livorno: suona con lui uno studente Unipi

  • 'L'Amica geniale' saluta Pisa: terminate le riprese della fiction Rai

Torna su
PisaToday è in caricamento