Dove trascorrere San Valentino: 4 luoghi da condividere con chi amiamo

In centro o nella provincia, scopriamo i cinque posti migliori nei quali trascorrere la serata di San Valentino (meteo permettendo)

Il 14 febbraio è la giornata più romantica dell'anno. Le coppie si lanciano alla ricerca degli angoli più nascosti e caratteristici della propria città o di località vicine per trascorrere qualche ora in totale relax, senza la frenesia della vita quotidiana a fare da cornice alla relazione con il partner. Ecco cinque suggerimenti su dove trascorrere qualche ora, o l'intera giornata, con la vostra dolce metà.

Bagni di Pisa

E' un 'evergreen', lo ammettiamo. Ma non delude mai. Coccole a profusione, atmosfera intima, la tranquillità di un luogo isolato dalla frenesia della vita quotidiana dove il relax e l'eccellenza la fanno da padroni. Fin dai tempi più antichi la fonte termale pisana è stata apprezzata per le sue proprietà curative. I Bagni di Pisa conobbero la massima notorietà da quando, nel 1743, il Granduca di Toscana Francesco Stefano di Lorena ne fece la propria residenza termale estiva. Alle terapie termali tradizionali, comprese la fangoterapia e le inalazioni con una specifica sezione per bambini, si affiancano i trattamenti di estetica, cosmetologia termale e medicina estetica, discipline orientali, fitness e massofisioterapia, percorsi per il dimagrimento e il detox e per educare al corretto stile di vita. La struttura offre numerosi pacchetti e proposte per le coppie durante tutto il mese di febbraio, non soltanto nella giornata di San Valentino.

La 'panchina degli innamorati'

C'è una località sui Monti Pisani che da generazioni e generazioni attrae le coppie di innamorati che desiderano ammirare il panorama della piana di Pisa senza elementi di disturbo attorno. E’ la cosiddetta 'panchina degli innamorati', situata sul Monte Serra, nel comune di Calci. Incredibilmente, il disastroso rogo del settembre 2018 non ha spazzato via questo angolo del monte, forse sconfitto dai ricordi e dal legame che gran parte della popolazione pisana ha nei suoi confronti. Un luogo dove poter apprezzare la forza che l'amore può avere anche nei confronti della follia umana.

Un teatro in mezzo alle colline

Che sia in pieno giorno, per potersi gustare il calore del sole in mezzo alle colline pisane, o al tramonto, quando gli ultimi raggi accarezzano il panorama tutto attorno, una gita al Teatro del Silenzio a Lajatico vale la pena di essere fatta. Situato vicino al Pelago dell'Uccelliera, che i contadini del posto hanno sempre utilizzato come abbeveratoio per gli animali da pascolo, il Teatro è stato inaugurato nel 2006 sfruttando il palcoscenico naturale delle colline della zona e la spinta di Andrea Bocelli, presidente onorario del teatro e nativo proprio del paese dell'Alta Valdera. Luogo ogni anno di una rappresentazione lirica monumentale, durante l'anno è liberamente accessibile e regala scorci di rara bellezza.

La nostra città

Provate a staccare la connessione internet dei vostri cellulari, prendete un giorno di ferie dal lavoro, o mezza giornata se di più non vi è possibile, indossate un paio di scarpe comode e lanciatevi alla scoperta di Pisa. Vivete per qualche ora la città da semplici e curiosi turisti, lasciatevi guidare nei meandri del centro storico e fatevi ispirare dagli angoli più nascosti e dalle trattorie e taverne più curiose e colorate. E poi, sul fare della sera, ammirate lo scorcio del tramonto offerto da Piazza dei Miracoli. Sicuramente non rimarrete delusi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: a Cisanello diversi casi in valutazione

  • Cisanello, tragico tamponamento tra auto: neonato perde la vita

  • Lungarno Pacinotti: cede la paratia e precipita dalle spallette

  • Coronavirus: negativi i test effettuati

  • Prenotazione Cup, servizio sospeso su tutto il territorio

  • Liceo Galilei di Pisa: studenti denunciano offese ricevute dai professori

Torna su
PisaToday è in caricamento