110 anni di calcio nerazzurro: l'Associazione Cento presenta gli eventi in programma dal 9 al 12 aprile

Officine Garibaldi ospiterà la quattro giorni di 'full immersion' nella storia del Pisa Sporting Club. I sindaci di Calci e Vicopisano hanno ricevuto l'incasso raccolto con l'asta delle maglie nerazzurre

Il momento della consegna dell'assegno a Ghimenti e Taglioli - Foto Pisatoday/A. Martino

110 anni di storia, di passione, di grandi trionfi e amare delusioni. 110 anni di simbiosi fra un pallone che rotola su un prato verde e un'intera provincia innamorata dei colori nerazzurri. Il Pisa Sporting Club il prossimo 9 aprile compirà 110 anni: per questo importante anniversario l'Associazione Cento sta allestendo un cartellone di eventi aperto a tutti gli sportivi e appassionati al quale prenderanno parte molti protagonisti della storia recente e passata del calcio pisano.

Un anno ricco di ricorrenze

"Il 2019 è un anno ricco di ricorrenze - spiega Fabio Vasarelli, presidente dell'Associazione Cento - il nostro amato Pisa compirà 110 anni. Ma si celebreranno anche i 100 anni dalla prima partita ufficiale disputata all'Arena Garibaldi, e i 20 anni dalla scomparsa del mitico Romeo Anconetani". Anche in virtù di questa lunga serie di anniversari, il prossimo 9 aprile presso le Officine Garibaldi verrà inaugurata una quattro giorni di eventi totalmente dedicata ai colori nerazzurri e alla squadra di calcio della città. "Le celebrazioni proseguiranno fino al 12 aprile - continua Vasarelli - e cercheremo di ripercorrere l'intera storia del Pisa". Si partirà il 9 aprile con l'apposizione di una targa commemorativa in Piazza San Paolo a Ripa d'Arno, luogo nel quale i fondatori dello Sporting Club nel 1908 dettero i primi calci al pallone. Da lì si passerà in via San Paolo, dove fu fondato un anno dopo il sodalizio nerazzurro. 

Nel pomeriggio dello stesso giorno verrà quindi inaugurata la mostra gratuita presso le Officine Garibaldi che accoglierà tifosi e curiosi fino al 12 aprile. "Nelle prossime settimane formalizzeremo tutti gli altri eventi in programma - conclude il presidente dell'Associazione Cento - cercando di coinvolgere anche molti dei grandi campioni del calcio pisano. Inoltre proveremo a coinvolgere anche le scuole medie e superiori della città, per far avvicinare e far emozionare anche i più giovani". "L'Associazione Cento è la depositaria della memoria storica del Pisa - commenta Riccardo Silvestri, responsabile della comunicazione del club di via Battisti - e tutta la società non può fare altro che ringraziarli. Gli eventi che verranno organizzati dal 9 al 12 aprile sono tutti frutto del loro sforzo. La squadra e la dirigenza, compatibilmente con gli impegni ufficiali, cercherà di essere presente a tutte le iniziative in programma".

110 anni Pisa Sporting Club presentazione eventi 18 febbraio 2019

Asta benefica per il Monte Pisano

La presentazione degli eventi dedicati ai 110 anni del Pisa Sporting Club è anche l'occasione per la consegna ufficiale dei soldi raccolti con l'asta delle maglie nerazzurre dedicate al Monte Pisano, andate in campo in occasione della partita con il Siena del 19 gennaio scorso. La cifra totale ottenuta con la vendita su Ebay di tutte le casacche preparate per quella gara di campionato è di 6.680 euro: l'assegno è passato dalle mani dell'Associazione Cento a quelle dei sindaci di Calci e Vicopisano, Massimiliano Ghimenti e Juri Taglioli. I soldi verranno poi consegnati alla Misericordia di Calci, ente individuato dalle autorità per la gestione e l'organizzazione della ricostruzione e della salvaguardia del monte deturpato dal terribile incendio divampato alla fine di settembre.

Le maglie nerazzurre, accaparrate da tifosi nerazzurri ma anche collezionisti provenienti da ogni parte d'Italia e non solo, sono state vendute per una cifra media di 170 euro. "Sono arrivate offerte anche da Hong Kong e dall'Olanda", rivela Nicola Davini, segretario dell'Associazione Cento. L'emozione e la soddisfazione dei sindaci di Calci e Vicopisano per la grande solidarietà dimostrata nei confronti del Monte Pisano sono grandi. "Purtroppo i soldi servono per porre rimedio, in piccolissima parte, ad un disastro causato dalla mano dell'uomo - commentano - ma è sempre bello poter toccare con mano la solidarietà e la partecipazione spontanea che le nostre comunità, così come la popolazione di Pisa e dell'intera provincia, hanno rivolto ai nostri territori".

"Il ringraziamento per l'assegno che ci viene consegnato oggi va all'Associazione Cento e al Pisa Sporting Club che ha messo a disposizione senza indugi le sue maglie per l'iniziativa dell'asta", proseguono. "E desideriamo ringraziare anche il grande cuore della tifoseria nerazzurra - concludono Taglioli e Ghimenti - nei giorni di festa sono venuti e continuano ad essere presenti per aiutare i privati che nell'incendio hanno perso gran parte delle loro proprietà". "L'attenzione verso le famiglie colpite dall'incendio e nei confronti del Monte Pisano - aggiunge Michele Conti, sindaco di Pisa - non deve scemare con il passare del tempo. L'unione e la spinta derivanti dalla solidarietà devono continuare a sostenere la ricostruzione delle zone distrutte dal fuoco".

consegna assegno asta maglie pisa sporting club monte pisano 18 febbraio 2019

Potrebbe interessarti

  • Sos pancia gonfia: le cause e i rimedi naturali più efficaci

  • Mantenere puliti i capelli: le abitudini più comuni da evitare

  • Calli e duroni che dolore! I consigli per gli inestetismi dei piedi

  • Come pulire e igienizzare i bidoni della spazzatura

I più letti della settimana

  • Tutti con gli occhi al cielo: arriva l'eclissi di Luna

  • Scooter contro auto: muore 18enne

  • Trovato cadavere in un'auto con un coltello nel petto

  • Cadavere nel parcheggio ad Ospedaletto: disposta l'autopsia

  • All'ospedale Cisanello il metabolismo si studia in una stanza

  • Morto in scooter a 18 anni: la polizia cerca un possibile testimone chiave

Torna su
PisaToday è in caricamento