Record di iscritti per la decima edizione della 151 Miglia-Trofeo Cetilar

Sono 250 le imbarcazioni iscritte alla competizione che si svolgerà il prossimo 30 maggio

La decima edizione della 151 Miglia-Trofeo Cetilar ha stabilito un nuovo record d'iscritti. Sono infatti 250 le barche che, divise nelle categorie ORC International e IRC, il prossimo giovedì 30 maggio alle 16, si lasceranno alle spalle Livorno e Marina di Pisa per puntare la prua verso l'isolotto della Giraglia, le Formiche di Grosseto e infine Punta Ala.

250 barche tra cui spiccano numerosi maxi yachts, a partire dal famoso Rambler 88 dell'armatore americano George David e da Pendragon VI di Nicola Paoleschi, detentore del record della 151 Miglia stabilito l'anno scorso in 15 ore, 30 minuti e 45 secondi. In attesa di vivere lo spettacolo della competizione la 151 Miglia-Trofeo Cetilar inizierà la sua intensa attività già da questo fine settimana, grazie a una serie di eventi sportivi in programma al Porto di Pisa: dalle regate delle 'M32 European Series' (da venerdì 24 a domenica 26, con 8 catamarani in regata), a '151 bimbi a vela', giornata dedicata alla promozione della vela tra i più piccoli, fino alla seconda edizione della gara podistica '15.1 Run' (questi ultimi due in programma per sabato 25).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Da segnalare anche l'iniziativa promossa dal Sonnolab del dipartimento di Ricerca traslazione e delle nuove tecnologie in medicina e chirurgia dellʼUniversità di Pisa, diretto da Ugo Faraguna, che ha l'obiettivo di analizzare le performance di regata di ogni equipaggio, sulla base delle strategie di gestione del ciclo sonno-veglia. Anche in questo caso, i partecipanti saranno coinvolti direttamente nello studio, con il fine di raccogliere quante più informazioni possibili sullo stretto legame tra sonno e performance sportiva, partendo dal fatto che è dimostrato come una corretta gestione del riposo influisca direttamente sulla qualità della prestazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella sanità pisana e mondiale: è morto il professor Franco Mosca

  • Trovato morto con una freccia di balestra nel petto

  • Coronavirus: ricercatori Aoup svelano una possibile correlazione con l'infiammazione della tiroide

  • Coronavirus in Toscana: solo 5 i nuovi casi, 2 i decessi

  • Coronavirus: stop alla distribuzione gratuita delle mascherine nelle farmacie

  • Coronavirus in Toscana, 12 nuovi casi: nel pisano 2 positivi in più e nessun decesso

Torna su
PisaToday è in caricamento