Arezzo - Pisa: le probabili formazioni | D'Angelo: "Ritmi alti e idee chiare. Puntiamo a vincere"

Il tecnico nerazzurro ha a disposizione l'intero gruppo, fatta eccezione per lo squalificato Marin. Recuperato anche Verna, che potrebbe scendere in campo per uno scampolo di gara

Finalmente l'attesa è finita (o quasi). Mancano poco più di 24 ore all'attesissima gara di andata del Secondo Turno Nazionale dei playoff, che metterà il Pisa di fronte all'Arezzo. Domani, mercoledì 29 maggio, alle ore 20.30 si alzerà il sipario del 'Città di Arezzo': l'impianto amaranto presenterà un colpo d'occhio straordinario, con il tutto esaurito nei settori agibili e un muro di oltre 1.300 sostenitori nerazzurri.

Assente soltanto Marin

Il Pisa arriva all'appuntamento in piena salute e con il vantaggio di avere due risultati su tre a disposizione per il passaggio del turno. Gli uomini di D'Angelo, infatti, hanno chiuso il campionato al terzo posto, mentre l'Arezzo è arrivato quarto. A parità di reti segnate nelle due partite (ritorno domenica 2 giugno all'Arena Garibaldi), ad approdare in finale sarà il Pisa: è un particolare di rilievo, sul quale Gucher e compagni sicuramente non costruiranno la sfida, ma sicuramente da tenere in considerazione. L'eliminazione della Carrarese ha portato in dote all'ambiente nerazzurro ulteriore euforia e la convinzione di avere le risorse tecniche e morali per vivere da protagonisti anche questo Secondo Turno Nazionale. Sul fronte degli uomini a disposizione, si registra l'unica defezione di Marius Marin: il mediano romeno è stato squalificato per un turno per somma di ammonizione, e tornerà in gioco per il match di ritorno. I diffidati invece sono: Buschiazzo Kucich e Minesso.

"Il resto della squadra sta bene. Anche Verna si è allenato con il gruppo e verrà sicuramente in panchina", afferma D'Angelo. "Sul piano delle scelte, in ballo ci sono diverse soluzioni: potremmo anche cambiare modulo di partenza". "L'Arezzo è una formazione molto forte - spiega il tecnico - nei playoff hanno già eliminato altre due squadre attrezzate come il Novara e la Viterbese". "Gli amaranto in casa sono imbattuti non per caso: non possiamo scendere in campo per il pareggio, sarebbe un errore imperdonabile. In attacco hanno molte qualità, ma non soltanto in questo reparto: sono un organico ben costruito, capace di imporre il suo gioco. Dovremo essere bravi a limitare le loro giocate". L'allenatore del Pisa non risparmia i complimenti ai prossimi avversari, "perché a inizio stagione in pochi avrebbero predetto un cammino simile".

Nel reparto offensivo nerazzurro abbondano le scelte, "le quattro punte stanno molto bene e potranno essere tutti decisivi. Moscardelli vivrà una partita da ex, ma vista la sua lunga carriera c'è abituato: sa gestire senza problemi le pressioni e già in campionato con l'Arezzo ha giocato bene". Sul piano più generale, D'Angelo spiega che "le 8 squadre rimaste in gioco in questi playoff si sono meritate di esserci. La qualità è molto alta e anche i prossimi 180' saranno veramente equilibrati: la differenza verrà fatta nei particolari".

Gioventù ed entusiasmo

Si respira un'aria altrettanto euforica ad Arezzo, dove 8mila spettatori allo stadio non si vedevano dai tempi della Serie B. E il 'Cavallino' manca dalla serie cadetta da oltre dieci anni. Il campionato dei ragazzi di mister Dal Canto ha risvegliato la passione della tifoseria amaranto, trascinata da una formazione nel complesso giovane ma capace di mantenere lucidità, organizzazione e serenità anche nei momenti più complicati del campionato. Le proprie fortune la formazione amaranto se le è costruite sul campo di casa, e proprio per questo motivo domani sera Cutolo e compagni spingeranno al massimo delle loro possibilità per centrare una vittoria che metterebbe con le spalle al muro il Pisa in vista del ritorno.

Alessandro Dal Canto però dovrà fare i conti con una situazione disciplinare abbastanza critica. Mancherà Remedi in mezzo al campo, squalificato per due giornate. I diffidati sono invece Pelagotti, Serrotti, Basit, Luciani, Buglio, Cutolo, Foglia e Pelagatti. Anche i due registi della formazione, Basit e Buglio, sono alle prese da tempo con acciacchi di varia natura che li terranno in sospeso fino agli istanti precedenti il fischio iniziale. Il ghanese classe '99 è una delle più belle sorprese della stagione aretina, e fra i due è quello con maggiori possibilità di scendere in campo dal 1'. Il centrocampista scuola Empoli, autore di ben 7 reti in stagione regolare, fino a domenica si è invece allenato a parte e con tutta probabilità partirà dalla panchina. In attacco invece occhi puntati sulla coppia Cutolo - Brunori: il primo ha messo a segno 9 reti, il secondo è il bomber amaranto con 16 gol complessivi (13 in campionato e 3 nei playoff).

L'arbitro e alcune curiosità statistiche sulla partita

La sfida del 'Città di Arezzo' è stata affidata al signor Michele Camplone di Pescara. L'arbitro abruzzese ha già diretto il Pisa in due occasioni in questa stagione: vittoria a Gozzano (0-2) e pareggio interno con il Siena (2-2). In totale i precedenti sono quattro: ha diretto il Pisa anche nel pareggio interno con la Giana Erminio della scorsa stagione (0-0) e nell'1-1 sul campo della Lupa Roma di tre campionati fa. Due invece i precedenti del fischietto pescarese con l'Arezzo: vittoria di misura sul campo dell'Arzachena in questo campionato e pareggio interno con la Giana Erminio (2-2) due anni fa.

Il Pisa arriva all'appuntamento con l'Arezzo forte di 19 risultati utili consecutivi. Curiosamente, la striscia è iniziata proprio dopo la sconfitta su calcio di rigore incassata ad Arezzo il 23 gennaio: da quella partita i ragazzi di Luca D'Angelo hanno messo insieme 6 pareggi e 13 vittorie (considerando anche i playoff e la vittoria a tavolino con il Pro Piacenza). Gli amaranto, da par loro, detengono un record incredibile: sono l'unica formazione dell'intera Serie C, comprese anche le vincenti dei tre gironi, a non aver ancora perso sul terreno amico. In campionato gli uomini di Dal Canto hanno raccolto 9 vittorie e 10 pareggi, che diventano 10 e 11 con le gare di playoff contro Novara e Viterbese. Un dato che dà la misura della forza della formazione amaranto. 

La vittoria nerazzurra ad Arezzo manca dal dicembre del 2002, quando la zampata di Varricchio firmò lo 0-1 finale. Nel 1985 un altro bomber della storia dello Sporting Club, Kieft, consegnò al Pisa di Anconetani una vittoria pesantissima nella corsa alla promozione in Serie A. Queste sono anche le uniche due vittorie del Pisa ad Arezzo: nei 27 precedenti ufficiali i successi amaranto sono 15 ed i pareggi 10.

Le probabili formazioni

Arezzo (4-3-1-2): Pelagotti; Luciani, Pelagatti, Pinto, Sala; Serrotti, Basit, Foglia; Belloni; Cutolo, Brunori. All. Dal Canto

Pisa (4-3-1-2): Gori; Lisi, Benedetti, De Vitis, Birindelli; Di Quinzio, Gucher, Izzillo; Minesso; Masucci, Pesenti. All. D'Angelo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piena dell'Arno e maltempo: la diretta della giornata

  • Passano la piena e la paura: Arno in calo LA DIRETTA

  • Arno a Pisa, il sindaco: "Piena contenuta dalle spallette"

  • Piena dell'Arno a Pisa: negozi chiusi dalle 18.30, lunedì scuole chiuse

  • Piena dell'Arno: attivata la procedura di sicurezza, lungarni chiusi

  • Muore a 29 anni farmacista pisana affetta da Sla

Torna su
PisaToday è in caricamento