Canoa/Kayak: Canottieri Arno Pisa ai campionati Italiani di Fondo

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Altra domenica di grandi soddisfazioni per la sezione canoa della Canottieri Arno quella che ha caratterizzato la giornata di ieri 7 aprile, mentre continua il countdown per l’appuntamento del 30 giugno a Pisa con il Campionato Toscano di velocità. A sole due settimane dalla competizione di Firenze, gli agonisti della sezione canoa si sono cimentati nei Campionati Italiani di fondo (distanza 5000m), trovandosi questa volta a pagaiare sulle acque del fiume Mincio, in un campo gara che ha avuto come sfondo la suggestiva città di Mantova. Nonostante le condizioni meteo non fossero delle migliori, i ragazzi/e della canoa pisana, accompagnati e supportati dagli allenatori Giacomo Marazzato e Riccardo Marazzato, hanno saputo distinguersi superando le aspettative. Primo fra tutti Filippo Bassi (K1 junior) che fin dalle prime pagaiate dimostra di saper gestire tatticamente la gara, fendendo la calca e procedendo col gruppo di testa dal quale si staccerà, complice la fatica, solo agli ultimi metri e concludendo con una meritatissima quarta posizione che gli permette di rifarsi dalla delusione dell’ultima gara. Manca di poco il podio anche Marco Bertilotti (C1 under 23), che con il quarto tempo viene distanziato solo esiguamente dai primi in graduatoria. A meno di venti secondi dalla medaglia d’argento, il K2 senior composto da Enrico Beghini e Marco Ventura si aggiudica la quinta posizione. Gara volta tutta all’inseguimento e per nulla semplice la loro, che si sono dovuti scontrare con equipaggi olimpici, senza tuttavia deludere le aspettative e ottenendo il risultato pronosticato. Notevole prestazione quella di Enrico Donatelli (K1 ragazzi), in cui non sono mancati momenti di tensione: gara ben gestita in tutta la sua totalità, con un’ottima partenza e un finale da brividi in cui Enrico, vedendosi messo alle strette da un avversario, ha saputo gestire le difficoltà con mente fredda e lucida, mantenendo la calma e concludendo così in sesta posizione. Cinque chilometri di lotta per l’ottavo posto, alla fine conquistato con uno scatto definitivo, per un’agguerrita Eleonora Ghetti (K1 senior), che si ritrova a rivaleggiare con toste avversarie. Nono piazzamento per il K2 ragazzi costituito da Alberto Cappellini e Arturo Gattai: partenza poco brillante in cui vengono accerchiati dagli altri equipaggi, protagonisti col susseguirsi dei chilometri di piccole scaramucce con uno di essi (su cui avranno in seguito la meglio) e infine responsabili di una bella progressione conclusiva, riescono di fatto a raggiungere il loro obiettivo. Chiude una complicata gara in ventesima posizione Michele Campani (K1 senior) che è riuscito a tenere testa ai non pochi concorrenti e a svolgere una gara di fondo al meglio che un velocista come lui possa fare. Questi risultati dimostrano ancora una volta l’efficacia del difficile lavoro svolto sia da atleti che allenatori e ripagano tutti loro da fatiche e sacrifici che uno sport praticato a livello agonistico richiede. Il percorso sportivo è ancora lungo e molte sono le cose tuttora da imparare, ma auguriamo a ciascuno di loro di riuscire ad affrontarle al meglio, pagaiata dopo pagaiata.

Torna su
PisaToday è in caricamento