Tennis: due giovani atlete del Cus Pisa qualificate al Master finale di Firenze

Si tratta di Carla Brasile e Francesca Federighi

Due giovani tenniste del Cus Pisa, Carla Brasile e Francesca Federighi (entrambe classe 2007),  si sono qualificate al Master finale di tennis che si disputerà il prossimo 19 aprile al Tennis Club Match Ball di Firenze. L’evento è riservato alle prime otto giocatrici che hanno raggiunto il punteggio maggiore al termine di tutte le tappe disputate nei tornei del Fit Junior Program categoria Green (competizione riservata ai nati negli anni 2007-2008-2009). Le gare, organizzate con il patrocinio della Federazione Italiana Tennis, si sono svolte sui campi dei circoli della provincia di Pisa e ogni tappa ha visto la partecipazione di circa trenta giovani atleti che hanno dato vita ad incontri avvincenti e appassionanti. "Il risultato delle due giovani tenniste cussine è ancora più significativo in quanto entrambe hanno potuto partecipare solo a due delle quattro tappe previste e ciò testimonia le loro indubbie capacità e l'ottimo lavoro svolto dallo staff tecnico nei corsi della scuola tennis del Cus Pisa" sottolineano dall'associazione sportiva gialloblu.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella sanità pisana e mondiale: è morto il professor Franco Mosca

  • Coronavirus: ricercatori Aoup svelano una possibile correlazione con l'infiammazione della tiroide

  • Coronavirus: stop alla distribuzione gratuita delle mascherine nelle farmacie

  • Pratale-Don Bosco: muore in casa a 37 anni

  • Coronavirus in Toscana: 10 nuovi casi e 5 decessi

  • Perde il controllo e si ribalta: il conducente esce prima che le fiamme distruggano l'auto

Torna su
PisaToday è in caricamento