Carrarese - Pisa 2-2: le pagelle | Lisi trascina i nerazzurri, Pesenti e Masucci recuperano lo svantaggio

Il numero 23 spacca la partita dopo il suo ingresso in campo caricandosi il Pisa sulle spalle. I due attaccanti di testa firmano il più prezioso dei pareggi

Dalle stalle alle stelle nel giro di un minuto solo: il Pisa ha un cuore enorme e recupera il doppio vantaggio della Carrarese mantenendo in vita la strepitosa striscia di risultati positivi, arrivata adesso a diciotto. E ora, nella gara di ritorno all'Arena mercoledì 22 maggio, ai nerazzurri per passare il turno sarà sufficiente un altro pareggio.

Disattenzione fatale

Borra 5.5, G. Ricci 5.5 (dal 46' Scaglia 5), Karkalis 5.5, L. Ricci 6, Carissoni 6, Rosaia 5.5 (dal 73' Cardoselli 5.5), Varone 6.5, Valente 7, Tavano 6 (dal 56' Caccavallo 5.5), Bentivegna 7 (dal 46' Maccarone 6), Biasci 6 (dal 63' Latte Lath 5.5).

All. Baldini 6: Carrarese compatta, dinamica e cinica nelle uniche due occasioni da gol create e concesse dal Pisa. Gli azzurri entrano a fatica nell'area di rigore nerazzurra, soprattutto nel primo tempo fino all'invenzione di Bentivegna che stappa la partita. Saltano gli equilibri e gli azzurri realizzano il raddoppio a inizio secondo tempo con una delle proverbiali ripartenze azzurre. Poi però gli uomini di Baldini vivono il più classico dei black out e nel giro di sessanta secondi si fanno recuperare il doppio vantaggio. Croce e delizia degli azzurri che per tutta la stagione hanno convissuto con questa peculiarità e che nella partita di ritorno li obbligherà a giocare per la vittoria per passare il turno.

Cuore e personalità

Gori 6: incolpevole sui due gol della Carrarese, bravissimo a gestire i palloni alti e mettere ordine in area dopo il pareggio di Pesenti.

Birindelli 5.5: dalla sua parte Valente fa il fenomeno, ma il numero 2 nerazzurro risponde con personalità nella prima frazione. Nel secondo tempo, dopo il pareggio, pensa soltanto a proteggere il risultato. (Dall'88' Liotti sv).

Benedetti 6: sulle palle alte gli attaccanti della Carrarese non la vedono mai. Concentrato e guida della retroguardia nei minuti finali, quando gli azzurri provano l'assalto disperato.

De Vitis 6: con lui al centro della difesa la manovra riparte con fluidità e semplicità. Il suo ritorno è fondamentale. (Dal 57' Lisi 7 - Il migliore: il suo ingresso in campo spacca letteralmente la partita. Asfalta dalla sua parte Scaglia, creando l'occasione del 2-1 e sfornando il cross telecomandato sulla testa di Pesenti per il 2-2.

Meroni 5.5: Bentivegna sul gol dell'1-0 lo salta come un birillo. Peccato perché fino a quell'episodio il numero 13 si era fatto vedere con personalità anche in fase di impostazione.

Di Quinzio 5.5: si accende a tratti, e quando lo fa crea sempre qualche grattacapo nella metà campo avversaria. Si spegne troppe volte però durante il match. (Dall'88' Verna sv).

Gucher 6.5: ok, il raddoppio della Carrarese nasce da una sua palla persa a metà campo. Però il capitano di giornata detta i tempi con maestria ed esperienza.

Marin 6.5: motorino inesauribile in mezzo al campo. Corre per due e tappa tutti i buchi che può coprire. Rimedia un'ammonizione un po' forzata, visto che l'arbitro lo punisce al primo fallo commesso.

Minesso 6: nel primo tempo si fa trovare spesso fra le linee avversarie, però manca l'appuntamento con il più facile dei tap-in poco prima del vantaggio azzurro. Nel secondo tempo disegna un cross perfetto per la testa di Masucci. (Dal 76' Izzillo sv).

Pesenti 6.5: si sblocca proprio nel momento più importante della stagione e pone fine all'astinenza dal gol con un'inzuccata perentoria che manda in delirio tutta Pisa. Lotta come un leone, pecca forse in lucidità negli ultimi 25 metri ma si fa trovare pronto all'appuntamento con il cross di Lisi. (Dall'88' Moscardelli sv).

Masucci 6.5: sfodera la solita prestazione tutta generosità e sacrificio. Scende tantissime volte a metà campo per pulire e lavorare palloni preziosi, e con la sua frustata dà il via alla rimonta.

All. D'Angelo 6.5: la scelta di lasciare fuori Lisi dall'inizio per sfruttare la sua straripante forza atletica nel secondo tempo lo premia con gli interessi. Proprio dall'esterno destro nascono i due gol che concretizzano una rimonta pazzesca. Il Pisa del 2019 ha un cuore enorme e la personalità delle grandi squadre: soltanto una 'big' poteva uscire indenne dalla trasferta di Carrara dopo il colpo da KO di Valente. Il diciottesimo risultato utile consecutivo è il più importante dell'incredibile serie avviata a gennaio: adesso i nerazzurri hanno a disposizione due risultati su tre nella gara di ritorno per passare il turno. I nerazzurri non si fanno prendere dal nervosismo nonostante un parziale negativo quasi completamente immeritato, e con pazienza ricuciono lo strappo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piena dell'Arno e maltempo: la diretta della giornata

  • Arno a Pisa, il sindaco: "Piena contenuta dalle spallette"

  • Piena dell'Arno a Pisa: negozi chiusi dalle 18.30, lunedì scuole chiuse

  • Piena dell'Arno: attivata la procedura di sicurezza, lungarni chiusi

  • Piena dell'Arno, fase di picco attesa per la tarda serata: "Ci siamo mossi in anticipo, siamo pronti"

  • Piena dell'Arno: ponti chiusi anche ai pedoni, picco atteso dalle 22

Torna su
PisaToday è in caricamento