Carrarese - Pisa: le probabili formazioni | D'Angelo: "Tutti pronti per giocare. Marconi unico dubbio"

Il centravanti ha recuperato dal fastidio muscolare ma probabilmente partirà dalla panchina, così come Verna. De Vitis in rampa di lancio per una maglia da titolare

L'attesa è praticamente finita. Siamo entrati nella vigilia della prima delle due partite più importanti della stagione. Con l'augurio, per i colori nerazzurri, che a queste ne seguano altre: domenica 19 maggio il Pisa inizierà il suo cammino nei playoff, e lo farà alle 15.30 (diretta tv su Sportitalia) nello stadio 'Dei marmi' di Carrara, al cospetto di una delle formazioni più spettacolari dell'intera Serie C. L'avvicinamento della truppa guidata da mister D'Angelo all'appuntamento con l'andata del Primo Turno Nazionale degli spareggi è stato lineare e ottimale in relazione al recupero degli infortunati. La squadra non sarà da sola: i 620 biglietti messi a disposizione dalla società azzurra sono stati polverizzati in meno di due ore.

"Sarà una bella partita"

Da lunedì 7 maggio, giorno di ripresa degli allenamenti dopo la fine della stagione regolare, a oggi, Luca D'Angelo e il suo staff, insieme all'area medico-sanitaria del club, sono riusciti a recuperare tutti gli acciaccati e infortunati del gruppo. Sono tornati ad allenarsi regolarmente con il resto della squadra, infatti, De Vitis e Liotti, bloccati a lungo dall'infortunio al metatarso del piede, così come Verna, colpito duramente alla coscia sinistra durante la sfida con la Juventus U23. Anche Marconi, uscito per un problema muscolare nel corso dell'allenamento congiunto con lo Scandicci di una settimana fa, è recuperato anche se non al massimo della condizione. Il gruppo è al gran completo, e mister D'Angelo ha l'imbarazzo della scelta alla vigilia di una sfida molto importante.

"Dovremo fare la partita, come è nelle nostre caratteristiche", spiega l'allenatore nerazzurro. "La squadra si è allenata veramente bene - prosegue - l'attenzione e la concentrazione sono ai massimi livelli. Abbiamo voglia di scendere in campo. Tutto il gruppo è a disposizione: soltanto Marconi è soggetto alle ultime valutazioni, ma si è allenato con il gruppo in questa settimana". D'Angelo pone l'attenzione sulle qualità dello spogliatoio a sua disposizione: "Durante l'anno abbiamo mandato molti giocatori in rete, anche se in alcuni casi non concretizziamo abbastanza quello che creiamo". "Sarà una partita aperta, in cui sia noi che la Carrarese proveremo a superare l'avversario senza fare grossi calcoli", sottolinea l'allenatore del Pisa. "Ci troveremo davanti una squadra forte, con una rosa molto competitiva - spiega - si potranno creare situazioni pericolose in ogni frangente. Conteranno molto le sostituzioni: in panchina abbiamo moltissime risorse, che durante il campionato ci hanno aiutato a compiere la straordinaria rimonta in classifica". "In linea generale - conclude Luca D'Angelo - le partite disputate finora nei playoff sono state dominate in larga parte dalla casualità. Come è normale che sia in gare così delicate e pesanti: il Siena ad esempio è stato eliminato un po' a sorpresa, contro il Novara erano in difficoltà". "In conclusione voglio dire che per la partita di domani dovremo avere paura: non è un sentimento sbagliato, tiene svegli e attenti durante la partita. Se non si ha paura si è incoscienti e si va incontro a tutti i pericoli: sono certo che anche la Carrarese ha paura di noi, chi dice il contrario dice una sciocchezza".

Entusiasmo alle stelle

Mai la Carrarese, in oltre 110 anni di storia, era riuscita ad arrivare così in alto nella corsa alla Serie B. La formazione apuana, dopo aver chiuso la stagione regolare al settimo posto con 62 punti ed il miglior attacco del Girone A, si è tuffata a capofitto nei playoff partendo dal Primo Turno Preliminare. Al 'Dei marmi' ha eliminato la Pro Patria con un secco 2-0, e poi è andata a firmare un'autentica impresa sul campo della Pro Vercelli nel Secondo Turno. Sotto di un gol e nel gioco per larghi tratti del match, nei dieci minuti finali gli uomini di Baldini hanno ribaltato il punteggio con le magie di Caccavallo e Biasci. Grazie al successo per 2-1 in terra piemontese, la Carrarese è approdata al Primo Turno Nazionale, stabilendo così un nuovo record nella storia del sodalizio apuano.

Gli azzurri, va detto, non sono più la macchina da gol e da spettacolo del girone di andata: complice anche un calo fisiologico sul piano atletico, gli uomini di Baldini non riescono più a produrre con la medesima intensità e velocità le proprie azioni offensive, ma dal centrocampo in su restano una delle compagini migliori dell'intera categoria. Caccavallo, a lungo fermo ai box da gennaio, ha parzialmente recuperato la condizione fisica, e mister Baldini ha già specificato che contro il Pisa non partirà titolare: giocherà l'ultima mezz'ora poiché non ha altri minuti nelle gambe. Spazio quindi al pisano Biasci in attacco, in supporto di Tavano e verosimilmente Bentivegna, con Maccarone pronto ad entrare a gara in corso. Qualche dubbio anche sull'impiego di Murolo dal 1' in difesa: il centrale a Vercelli è dovuto uscire a fine primo tempo per un fastidio muscolare.

L'arbitro e alcune curiosità statistiche sulla partita

La sfida del 'Dei marmi' è stata affidata al signor Davide Miele della sezione di Torino. Il fischietto piemontese lo scorso 30 marzo ha diretto i nerazzurri nella vittoriosa trasferta a Chiavari contro l'Abissola (0-1, rete di Lisi). Ma era anche in campo il 24 marzo 2018, quando proprio la Carrarese violò l'Arena Garibaldi (0-2). Proprio gli apuani sono la formazione arbitrata più volte in carriera da Miele: oltre alla gara di Pisa, l'arbitro torinese ha diretto altre 4 vittorie degli azzurri e una sola sconfitta.

Il Pisa arriva alla sfida dopo due setitmane di stop forzato, mentre la Carrarese è reduce da due vittorie consecutive nelle quali ha realizzato 4 reti e ne ha subita una soltanto su rigore. L'ultimo precedente in casa apuana non evoca bei ricordi alla squadra e alla tifoseria nerazzurra: il 25 novembre scorso la Carrarese seppellì gli uomini di D'Angelo sotto 4 gol e una supremazia di gioco assoluta. Quella gara simboleggiò, allo stesso tempo, il punto più basso e la rinascita di Gori e compagni: dopo quel pomeriggio nero, il Pisa si è gradualmente ripreso, riacquisendo certezze tecniche e tattiche che sono culminate con il meritatissimo raggiungimento della qualificazione ai playoff come migliore terza dell'intera Serie C. Il bilancio totale dei precedenti a Carrara è comunque equilibrato: 8 vittorie azzurre, 7 vittorie pisane e 4 pareggi.

Le probabili formazioni

Carrarese (4-2-3-1): Mazzini; Scaglia, Ricci G., Karkalis, Carissoni; Varone, Rosaia; Biasci, Piscopo, Bentivegna; Tavano. All. Baldini

Pisa (4-3-1-2): Gori; Lisi, Benedetti, Meroni, Birindelli; Di Quinzio, Gucher, De Vitis; Minesso; Pesenti, Masucci. All. D'Angelo

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il carrello pieno alle casse automatiche pagano un solo articolo: arrestati

  • Investita dal treno alla stazione di Firenze Rifredi: morta 21enne di Pontedera

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 12 e 13 ottobre

  • Supermercati: nuovo punto vendita Conad a Santa Croce sull'Arno

  • Lutto a Pisa: è morto l'ex sindaco Oriano Ripoli

  • La pizza di Luca D'Auria riconosciuta dal Gambero Rosso

Torna su
PisaToday è in caricamento