Cetilar Maratona di Pisa: Nikolina Sustic torna per la tripletta

La croata, oro mondiale 100km, ha vinto negli ultimi due anni

Non c’è due senza tre. E’ questo quello che deve aver pensato la croata Nikolina Sustic quando in questi giorni ha confermato agli organizzatori di 1063AD la sua partecipazione domenica 15 dicembre alla Cetilar Maratona di Pisa.

Nikolina è campionessa mondiale in carica di ultramaratona 100km e due volte vincitrice della maratona a Pisa, nel 2017 e nel 2018, quando tagliò il traguardo in piazza dei Miracoli in 2h42’29”. Non fu una vittoria semplice e neppure scontata, dovette dare il massimo per batterel’ungherese Tunde Szabo che terminò in seconda posizione, appena un minuto dopo, in 2h43’35”. Cetilar Maratona di Pisa nel 2018 fu un’edizione a trazione straniera, con tutti e quattro i podi, sia maschili che femminili di maratona e della Pisanina Half Marathon, conquistati da atleti di nazionalità estera. 

Nikolina Sustic non è una professionista dell’atletica, vive e lavora a Spalato, ma nonostante ciò riesce a dare risultati di grande livello e vincere tante gare, soprattutto nelle ultramaratone. Conosciutissima in Italia dove ama gareggiare, in questo 2019 ha migliorato il primato personale sui 42km in aprile alla Maratona di Sant’Antonio a Padova, dove ha fermato il cronometro sul 2h37’55”.

E' una stakanovista delle gare. Il 31 marzo aveva già corso migliorando il primato personale a Treviso arrivando seconda in 2h39’27”, la domenica successiva a Milano si è migliorata ancora con 2h38’47” e infine Padova come detto. A maggio storico il suo quinto successo consecutivo in 7h31’05” alla 100km del Passatore, l’ultramaratona più famosa del mondo che va da Firenze a Faenza e ancora in giugno il primo posto alla 50km Pistoia-Abetone, altra gara storica italiana, quasi tutta salita, in 4h00’28”.

La maglia della nazionale era già pronta per i mondiali di atletica di Doha di fine settembre, ma la fortuna in quest’occasione non l’ha aiutata: "Non è andata come avrei voluto - dice Nikolina - una forte intossicazione alimentare a Doha il giorno prima della gara mi ha completamente debilitata, sono stata ricoverata due giorni in ospedale, proprio nella notte della gara. Ci tenevo tanto, sono molto dispiaciuta, sono certa che avrei fatto bene nonostante le condizioni climatiche proibitive di caldo e umidità che le altre hanno trovato". In ottobre ha corso a Venicemarathon, novembre la vedrà al via di Ravenna domenica 10 e poi Firenze, il 1 dicembre sarà alla Sorrento Positano ultramarathon 54km ed infine, eccola finalmente a Pisa per chiudere un intenso anno di gare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piena dell'Arno e maltempo: la diretta della giornata

  • Passano la piena e la paura: Arno in calo LA DIRETTA

  • Arno a Pisa, il sindaco: "Piena contenuta dalle spallette"

  • Piena dell'Arno a Pisa: negozi chiusi dalle 18.30, lunedì scuole chiuse

  • Piena dell'Arno: attivata la procedura di sicurezza, lungarni chiusi

  • Piena dell'Arno, fase di picco attesa per la tarda serata: "Ci siamo mossi in anticipo, siamo pronti"

Torna su
PisaToday è in caricamento