Verso Crotone – Pisa: i nerazzurri ritrovano Soddimo e puntano a confermarsi contro una big

Fino a oggi la squadra di D'Angelo ha fatto benissimo contro le grandi del campionato. In Calabria tornerà a disposizione Soddimo. Fuori per squalifica Fabbro, in dubbio Birindelli

Dare continuità e trovare conferme. Sono questi i due obiettivi che il Pisa insegue in terra calabrese, scenario della ventisettesima giornata di campionato: i nerazzurri domani, martedì 3 marzo, affronteranno il Crotone sul campo dello ‘Scida’ (fischio d’inizio ore 21). Dopo la vittoria contro il Perugia, gli uomini di D’Angelo cercheranno di allungare la striscia positiva al cospetto della terza forza del torneo: fino a questo momento il Pisa ha fatto benissimo contro le big e proverà a confermare questa statistica anche domani sera.

Un solo dubbio

Rispetto alla formazione che è scesa in campo due giorni fa contro il Perugia, si potrebbe assistere a qualche cambio. Nel giro di una settimana, infatti, i nerazzurri devono giocare tre gare: dopo la gara con gli umbri e quella di Crotone, sabato 7 marzo sarà la volta del derbyssimo con il Livorno. Un ciclo di ferro che D’Angelo ha la fortuna di affrontare con quasi tutti gli effettivi a disposizione. Dalla squalifica rientrerà finalmente Danilo Soddimo, una carta in più da sfruttare nella corsa verso la salvezza: dopo la purga di tre giornate ricevuta per il rosso rimediato col Chievo, il numero 10 dovrà prendere per mano la squadra e condurla a suon di esperienza e qualità verso la salvezza. Non sarà della partita invece Michael Fabbro, appiedato per un turno dal giudice sportivo dopo l’espulsione con il Perugia. Sarà tra i disponibili anche Gianmarco Ingrosso dopo il lungo stop per la distorsione alla caviglia: con il suo rientro il pacchetto difensivo ritrova tutti i suoi effettivi, eccezion fatta per il lungodegente Varnier, che tornerà soltanto a primavera inoltrata.

L’unico dubbio legato a problemi fisici è rappresentato da Samuele Birindelli: contro il Perugia è uscito dopo un’ora di gioco per un problema muscolare e le sue condizioni saranno monitorate fino all’immediata vigilia del match. Nel caso in cui il terzino non dovesse dare garanzie di tenuta, sarà lasciato a riposo in vista del derby. Sul campo i nerazzurri dovrebbero confermare il 4-3-1-2 delle ultime settimane, con la possibilità di assistere a qualche variazione nell’impianto dei titolari. In difesa il ballottaggio tra Pisano e Lisi sulla fascia mancina è aperto, mentre a destra Belli è quasi certo di partire dal 1’. Al centro conferme per Caracciolo e Benedetti. In cabina di regia il duello è tra Marin e De Vitis, mentre Gucher e Pinato dovrebbero occupare i ruoli di mezzala sinistra e destra. In attacco possibile avvicendamento tra Vido e Masucci nel ruolo di spalla di Marconi. Nel caso in cui dovesse prevalere la soluzione del 3-5-2, a specchio rispetto alla disposizione del Crotone, De Vitis scalerà al centro della difesa.

Troppa discontinuità

Il Crotone si è rilanciato al terzo posto in classifica (43 punti) con le ultime due vittorie consecutive. Gli Squali calabresi da inizio stagione hanno faticato a trovare il ritmo giusto per recitare il ruolo di sparring partner del super Benevento, e si ritrovano così a tre lunghezze dal Frosinone al secondo posto. Il 3-5-2 di Stroppa garantisce spettacolo e gol a raffica (43), grazie anche ad una qualità individuale che dalla metà campo in su è ampiamente oltre la media della Serie B. La difesa invece ‘balla’ un po’ troppo: i 32 gol subiti sono decisamente troppi per una formazione che ambisce a salire direttamente in Serie A. Tra le fila rossoblu il più in forma è Nwankwo Simy, autore di 12 reti e vicecapocannoniere alle spalle di Iemmello (17 centri). E’ lui il terminale offensivo della manovra calabrese, ispirato dalle accelerazioni di Messias e dai guizzi imprevedibili di Benali e Armenteros, arrivato a gennaio dal Benevento, in gol nelle ultime tre partite.

L'arbitro e le curiosità della partita

La sfida dello ‘Scida’ sarà diretta da Alessandro Prontera di Tricase. Il fischietto pugliese ha un bilancio decisamente negativo con il Pisa, che ha sempre perso con lui in campo. Quattro sconfitte, una delle quali nel campionato in corso: il 22 dicembre ha diretto Pisa – Cosenza 1-3. Il Crotone invece ha incrociato Prontera nella vittoria di Pescara (0-3) dello scorso ottobre.

Per la prima volta nella sua storia i nerazzurri affrontano il Crotone in Calabria: dopo il primissimo incrocio dello scorso ottobre, il Pisa fa visita agli Squali. In trasferta gli uomini di D’Angelo stanno tenendo un discreto rendimento: sono 13 i punti conquistati nelle 12 gare giocate lontano dall’Arena Garibaldi, condite da 15 reti messe a segno (settimo miglior attacco in trasferta). Il Crotone risponde con un ottimo score casalingo: in 13 partite i calabresi hanno conquistato 27 dei 43 punti complessivi. Nelle ultime cinque partite le due formazioni sono divise da due sole lunghezze: il Crotone ha ottenuto 9 punti mentre il Pisa ne ha raccolti 7 subendo lo stesso numero di reti (8).

Le probabili formazioni

Crotone (3-5-2): Cordaz; Golemic, Marrone, Cuomo; Molina, Benali, Barberis, Messias, Gerbo; Armenteros, Simy. All. Stroppa

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Pisa (3-5-2): Gori; Benedetti, De Vitis, Caracciolo; Lisi, Pinato, Marin, Gucher, Belli; Vido, Marconi. All. D’Angelo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus e commercio: dichiarato lo sciopero per punti vendita e supermercati

  • Coronavirus: 224 nuovi casi positivi in Toscana

  • Coronavirus, 305 nuovi casi in Toscana: salgono a 4.122 i contagi dall’inizio

  • Coronavirus: i negozi che effettuano consegne a domicilio a Pisa e provincia

  • Coronavirus: primi esiti positivi in pazienti trattati con farmaco 'anti-terapie intensive'

  • Coronavirus: 290 nuovi casi positivi in Toscana

Torna su
PisaToday è in caricamento