Crotone - Pisa 1-0 | Ancora una delusione nel recupero: gli Squali passano al 94'

Nerazzurri in partita fino a due minuti dalla fine: il gol di Simy premia oltremodo il Crotone, irretito e spaventato dalla squadra di D'Angelo nel secondo tempo. Espulso Belli e ammonito Siega: salteranno il derby col Livorno

Ancora un finale di gara stregato per il Pisa, che proprio non vuole saperne in questo 2020 di pescare delle gioie dai minuti di recupero. La vittoria di Cremona resta una chimera: a Crotone, ancora una volta, sono gli avversari che festeggiano per un gol segnato nell'ultimo giro di giostra. Peccato, perché per 94' gli uomini di D'Angelo disputano una prova perfetta sia in difesa che in fase di manovra, sfiorando il vantaggio con Pinato e costruendo due-tre occasioni nitide con Lisi e Marin. Alla fine il Crotone festeggia un successo immeritato.

I nerazzurri giocano un primo tempo molto accorto e ricco di personalità sul campo della corazzata calabrese. Gli uomini di D'Angelo approcciano meglio la gara e stazionano con continuità nella metà campo rossoblu nei primi dieci minuti, conquistando anche un corner e un paio di punizioni che però non portano alcun pericolo alla porta difesa da Cordaz. Per annotare il primo tiro nello specchio della porta occorre attendere l'11', quando Crociata fa soltanto il solletico a Gori. Molto più pericoloso il cross di qualche minuto dopo di Vido, che taglia tutta l'area calabrese senza trovare la deviazione giusta. Nel giro di un minuto, il 26', i padroni di casa sfiorano in due occasioni il vantaggio. Prima è bravissimo Gori a deviare lontano il sinistro di Molina, poi è provvidenziale Soddimo che allontana di testa sulla riga di porta. Il Pisa risponde prima dell'intervallo con l'incursione di Pinato sul cross di Vido: inzuccata alta da ottima posizione. Nella ripresa il confronto è ancora più bloccato: i nerazzurri non si smuovono di un centimetro e insistono a difendersi in un fazzoletto di campo, con due linee molto strette tra di loro. Il Crotone fatica ad aumentare i giri del motore e deve ricorrere con sempre maggiore insistenza ai calci piazzati, con l'intenzione di sfruttare i centimetri di Simy. Sul centravanti del Crotone è protagonista in due occasioni Caracciolo, provvidenziale a chiudere in anticipo nel cuore dell'area di rigore. D'Angelo ci prova con l'ingresso di Lisi e raccoglie i frutti con improvvise accelerazioni che mettono in difficoltà la retroguardia calabrese. Pinato ha sul destro la palla della vittoria, ma sul lancio illuminante di Soddimo non supera l'uscita bassa di Cordaz. Nel Crotone il più attivo è Messias, anche lui alzatosi dalla panchina. Nel finale di gara l'arbitro si inventa l'espulsione di Belli, punito con il rosso diretto per una scivolata sulla palla. E subito dopo, a due minuti dal fischio finale, i padroni di casa trovano il gol della vittoria: Simy sul secondo palo schiaccia in rete il cross di Mustacchio.

La partita

Notte di stelle e di sfida d’alta quota per il Pisa di Luca D’Angelo. I nerazzurri si tuffano nel mar Jonio per nuotare con gli Squali crotonesi, in una gara con un alto coefficiente di difficoltà. Gli uomini di D’Angelo infatti incrociano gli scarpini con le pinne della formazione attualmente terza in campionato, distante tre sole lunghezze dalla seconda piazza che garantisce il passaggio diretto in Serie A. Il tecnico nerazzurro sceglie di schierarsi uomo su uomo e proporre un 3-5-2 nel quale spicca il ritorno tra i titolari di Soddimo e l'assenza di alcuni pezzi da novanta. Si accomodano contemporaneamente in panchina De Vitis, Gucher, Lisi e Masucci: in difesa rientra dopo quattro mesi Andrea Meroni al fianco di Benedetti e Caracciolo. In attacco confermato Vido dopo l'eurogol di sabato accanto a Marconi. Schieramento speculare per il Crotone che presenta la coppia offensiva composta da Simy e Armenteros.

Più Pisa che Crotone nel primo quarto d'ora del match: i nerazzurri si dispongono sul campo con un 3-5-2 molto fluido, nel quale Pinato e Belli a turno si sganciano sulla fascia destra, disegnando all'occorrenza una linea difensiva a quattro. Crociata all'11' calcia dal limite ma con poca convinzione: Gori blocca senza problemi. Sul ribaltamento di fronte è Vido che taglia un pallone molto velenoso verso l'area rossoblu: né Marconi né Pinato trovano l'impatto giusto. Quando si devono difendere, i nerazzurri si raccolgono in venti metri: gli spazi per la manovra del Crotone sono ingolfati e quindi le azioni rossoblu rimangono ad un ritmo compassato. Quando però gli Squali saltano la prima linea di pressione riescono a trovare spazi e geometrie per fare male al Pisa. Come al 26' quando i padroni di casa muovono la palla da sinistra a destra e Armenteros smarca Molina in area di rigore. L'esterno si sposta la palla sul sinistro e calcia: Gori devia in corner. Dalla battuta seguente nella mischia spunta una testa crotonese: provvidenziale sulla riga Soddimo. Risponde il Pisa al 29' con il cross di Soddimo dalla sinistra: irrompe Pinato che non riesce a schiacciare di testa da non più di tre metri. Dopo questa doppia fiammata la gara torna ad essere giocati su ritmi molto blandi, con il Crotone che controlla il pallone e il Pisa che si difende con ordine.

La prima parte della ripresa è simile alla prima frazione, con il Crotone che manovra senza pungere. D'Angelo poco prima dell'ora di gioco opera il primo cambio, richiamando in panchina Vido per gettare nella mischia Lisi, lasciato libero di svariare lungo l'intero fronte offensivo. Stroppa risponde con una doppia contromossa: Messias e Mustacchio per aumentare il dinamismo e la fisicità nella zona offensiva. Proprio Mustacchio si rende immediatamente pericoloso con un'accelerazione sulla destra che porta al cross rasoterra: a centroarea Caracciolo anticipa in scivolata Simy. Però la migliore occasione della ripresa capita sul destro di Pinato, che viene lanciato in campo aperto da Soddimo al 71'. Il numero 21 è bravo a tenere lontano il tentativo di recupero della difesa di casa e calcia rasoterra: Cordaz in uscita respinge col piede.

Subito dopo è ancora Caracciolo che chiude in allungo su Simy nell'area piccola. Ne nascono due corner in serie che portano il Crotone a premere sui sedici metri nerazzurri, ma la difesa guidata da Caracciolo e Benedetti regge l'urto. La partita è al momento di svolta. Lisi si allunga sulla sinistra ed entra in area di rigore: il suo tocco a rimorchio per Siega è leggermente corto e viene intercettato da Cordaz. Dall'altra parte ci prova Messias da destra: palla che sfiora l'incrocio dei pali. Gli spazi adesso si fanno più larghi perché le squadre concedono qualche metro in più sul campo in fase difensiva, e in questi vuoti salgono in cattedra i due elementi più pericolosi in progressione: Lisi da una parte e Messias dall'altra. Il Crotone ci prova anche con i palloni alti tentando di trovare le sponde giuste di Simy, controllato a vista da Benedetti e Caracciolo. All'86' servono anche i riflessi di Gori per allontanare il colpo di testa di Curado sul corner di Messias, con D'Angelo che va alla ricerca di geometrie ed esperienza con l'ingresso di De Vitis in mezzo al campo. Nel recupero c'è tempo per l'ennesimo abbaglio del direttore di gara nella stagione nerazzurra, che scambia una scivolata sul pallone di Belli per un intervento violento: Prontera caccia con il rosso diretto il terzino destro. E nell'ultimo assalto della partita il Crotone passa. Cross di Mustacchio da destra, Simy anticipa tutti sul secondo palo e schiaccia in rete il pallone della vittoria.

Il tabellino

Crotone – Pisa 1-0

Crotone (3-5-2): Cordaz; Golemic, Marrone, Curado; Molina, Crociata (86' Jankovic), Barberis, Benali, Mazzotta (61' Mustacchio); Simy, Armenteros (61' Messias). All. Stroppa

Pisa (3-5-2): Gori; Caracciolo, Benedetti, Meroni (63' Pisano); Siega, Soddimo, Marin, Pinato (78' De Vitis), Belli; Vido (57' Lisi), Marconi. All. D'Angelo

Reti: 94' Simy (C)

Ammoniti: Barberis (C), Siega (P), Meroni (P), Marrone (C), Soddimo (P), Benedetti (P), Gori (P), De Vitis (P)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Note: arbitro Alessandro Prontera; angoli 12-1 (6-1); recupero 0 e 4'; espulso Belli (P) al 91' con rosso diretto

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus e commercio: dichiarato lo sciopero per punti vendita e supermercati

  • Coronavirus: 224 nuovi casi positivi in Toscana

  • Coronavirus, 305 nuovi casi in Toscana: salgono a 4.122 i contagi dall’inizio

  • Coronavirus: i negozi che effettuano consegne a domicilio a Pisa e provincia

  • Coronavirus: primi esiti positivi in pazienti trattati con farmaco 'anti-terapie intensive'

  • Coronavirus: 290 nuovi casi positivi in Toscana

Torna su
PisaToday è in caricamento