Disordini Pisa-Brescia: la Curva Nord ringrazia i tifosi per il sostegno

I gruppi organizzati ribadiscono le responsabilità della Questura nella gestione della sicurezza e ringraziano i tifosi per la solidarietà ricevuta

I gruppi della Curva Nord Maurizio Alberti ringraziano la tifoseria nerazzurra e le altre che, con striscioni presso i propri stadi, hanno dimostrato appoggio agli ultras dopo i fatti di Empoli dello scorso 17 settembre.

"Nonostante gran parte dei mass-media abbia messo in atto un linciaggio mediatico - scrivono in un comunicato - seguendo ciecamente tutte le invenzioni fornite da parte della Questura locale, divulgate inverosimilmente dopo appena 5 minuti dagli avvenimenti accaduti, per fortuna la tifoseria, e non solo, ha realmente capito come siano andati veramente i fatti. Questo anche perché molti tifosi sono stati direttamente testimoni dell'accaduto, visto che sono transitati per lo stesso tragitto, che, come più volte detto, era destinato a tutti i tifosi neroazzurri per raggiungere lo stadio e dal quale la Questura locale ha pensato 'bene' di accompagnare e far passare, nell'ora di punta, i tre pullman dei tifosi bresciani".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Teniamo a ringraziare - concludono dalla Curva Nord - sia i club fautori della raccolta fondi destinata ai ragazzi fermati a Empoli sia le numerose tifoserie italiane ed estere che ci sono state vicine esibendo striscioni ed altri attestati di solidarietà. Legati ai valori del passato lottiamo ancora adesso: Pisa non si piega".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto contro moto a San Giuliano Terme: muore 31enne

  • Lutto all'Aoup: dottoressa muore a 36 anni

  • Coronavirus in Toscana: solo 5 i nuovi casi, 2 i decessi

  • Coronavirus in Toscana: solo sette i nuovi casi, un decesso nel pisano

  • Coronavirus in Toscana: 14 nuovi casi e 6 decessi

  • Coronavirus in Toscana, 18 nuovi casi: un decesso nel pisano

Torna su
PisaToday è in caricamento