Il ritorno di Klaus Berggreen: "Pisa è stata la fortuna della mia vita"

La vecchia gloria nerazzurra in città per ritirare il premio 'Anconetani alla carriera': "Il presidente Romeo? Ha creduto in me quando ero uno sconosciuto, gli devo molto"

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

Klaus Berggreen, vecchia gloria del Pisa e icona storica del calcio cittadino anche per la sua maglia strappata da Lionello Manfredonia nell’86 nello scontro con la Juventus, è tornato ieri, 4 aprile, a Pisa, ospite delle Officine Garibaldi per ritirare il premio 'Anconetani alla carriera'.

La consegna è uno degli eventi più importanti del programma organizzato dalla famiglia Anconetani in collaborazione con l’associazione 'You4ever', l’amministrazione comunale, Confcommercio e Fondazione Arpa per celebrare il ventennale dalla scomparsa del presidente Romeo.

Diversi i tifosi presenti in sala dove era presente per l'occasione anche una speciale mostra con tutte le maglie di Klaus Berggreen, compresa quella strappata in Pisa-Juventus. Presente, negli spazi di via Gioberti, anche 'Be different' con le sue cover personalizzate del Pisa storico. A consegnare il premio alla carriera all'ex nerazzurro è stato il sindaco, Michele Conti. Tra i presenti in sala anche l'ex allenatore nerazzurro Gigi Simoni.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (5)

  • Grande Klaus, il miglior "straniero" (come si diceva all'epoca) venuto al Pisa.

  • C'avete in testa il pallone, ma questa città cade a pezzi.

  • Basta nostalgici a pensare a una maglietta strappata dopo 30 anni. cialtroni pensate alla viterbese che vi ha briscolato per bene

    • Hai proprio ragione, hanno rotto con questa squadretta da serie Z.

    • Quando ti leggo sento sempre puzzodimerda datti una calmata sterco di mamma

Potrebbe Interessarti

  • Cronaca

    Davvero tutti 'Insieme per Christian': da Ibrahimovic a Boldi

Torna su
PisaToday è in caricamento