Passione nerazzurra: superati i mille abbonamenti. Kucich in prestito alla Cavese

Prosegue a gonfie vele la fase di prelazione degli abbonamenti. Prime operazioni di mercato anche in uscita: Kucich si accasa alla Cavese, Favale piace molto al Reggio Audace, Eusepi nel mirino del Catanzaro

Non si placa l'onda lunga dell'entusiasmo attorno al Pisa e alla Serie B riconquistata sbaragliando tutta la concorrenza. La campagna abbonamenti al prossimo campionato cadetto si è aperta con un vero e proprio botto: in soli quattro giorni di prelazione i sostenitori nerazzurri hanno già staccato oltre mille tessere stagionali. Fino a sabato 27 luglio compreso potranno esercitare il diritto di prelazione soltanto gli abbonati della scorsa stagione (oltre 4.300 in totale); da lunedì 29 luglio scatterà invece la vendita libera.

Il campionato che verrà

Come ampiamente preventivato alla vigilia dell'esame da parte della Covisoc delle domande di iscrizione alla Serie B, non ci sono stati scossoni nell'organico delle formazioni che il 23 agosto si presenterà ai nastri di partenza. Soltanto il Palermo è stato cancellato dalla cartina della cadetteria, a causa degli ormai noti problemi finanziari: il club rosanero domani, venerdì 12 luglio, riceverà anche il parere negativo del Consiglio Federale in merito al ricorso presentato contro la decisione della Covisoc. Sarà il capitolo finale di un'altra triste storia del calcio italiano: una società che non più tardi di dieci anni fa ha preso parte all'Europa League verrà cancellata dal professionismo e costretta a ripartire dalla Serie D.

Kucich alla Cavese

Il calciomercato non è ancora entrato nel vivo, ma le schermaglie tra i club vanno avanti senza soluzione di continuità. Iniziano anche ad arrivare le prime ufficialità nelle caselle delle cessioni: Matteo Kucich, terzo portiere nella passata stagione, passa a titolo temporaneo alla Cavese nel Girone C di Serie C. Anche altre partenze sono ormai alle viste, con Masi che piace molto al Modena,il quale sta aspettando l'ok della Lega Pro per avere l'ufficialità del ripescaggio in Serie C. Destino che accomuna la società canarina con il Reggio Audace, club nato sulle ceneri del fallimento della Reggiana: anche i granata sono praticamente certi del ripescaggio, e stanno per chiudere la trattativa con Favale. Tempi più lunghi invece per Eusepi, che stuzzica l'interesse di molte big della Serie C ma spaventa a causa dell'ingaggio del tutto fuori categoria. L'ultimo club ad iscriversi alla lista degli estimatori è il Catanzaro, che è anche sulle tracce di Voltolini, altro elemento della nutritissima batteria di portieri a disposizione di D'Angelo.

In entrata continuano invece le voci e anche gli accostamenti da parte dei calciatori stessi e dei loro entourage ad una società sana, solida e ricca di entusiasmo. Gli ultimi in ordine di tempo sono quelli che rispondono ai nomi di Favilli e Arrighini, entrambi pisani e tifosi nerazzurri, ma bloccati da accordi contrattuali con le rispettive società (Genoa e Carpi). Sicuramente in attacco, comunque, Gemmi proverà a chiudere per almeno un colpo ad effetto: il direttore sportivo, d'accordo con mister D'Angelo, vuole portare a Pisa un centravanti in grado di segnare con continuità in cadetteria. Piacciono molto Brunori (all'Arezzo lo scorso campioanto) e Morra (Pro Vercelli). Molto più certa è invece la possibilità di riavere dal Sassuolo il mastino romeno Marin. Dopo essere letteralmente esploso nella seconda parte della stagione, Marin è tornato alla società neroverde titolare del suo cartellino. Gli ottimi rapporti tra Gemmi e Carnevali e la grande maturazione vissuta all'ombra della Torre sono fattori che depongono alla riuscita del nuovo accordo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Viale delle Cascine: muore alla guida mentre è fermo al semaforo

  • Dà in escandescenze e devasta il ristorante di fronte a clienti e proprietari

  • Cucina: undici ristoranti pisani nella guida 'L'Espresso'

  • Fisica, matematica, chimica: la Normale di Pisa è la prima università al mondo nella ricerca

  • Lutto all'Università: è morto il professor Berardo Cori

  • Bagno di folla per Mika in centro a Livorno: suona con lui uno studente Unipi

Torna su
PisaToday è in caricamento