Olbia - Pisa 0-1: le pagelle | Gucher monumentale, Brignani prima gioia tra i professionisti

Il regista austriaco impartisce una lezione di gioco in mezzo al campo. Benissimo il giovane centrale, che con un'inzuccata potente sigla il primo gol in carriera tra i professionisti e regala al Pisa i tre punti

Missione compiuta per il Pisa. I nerazzurri erano chiamati a riscattare la brutta sconfitta di mercoledì scorso, che ha estromesso Gori e compagni dalla corsa alla Coppa Italia. La formazione di D'Angelo inoltre doveva dare continuità agli otto risultati utili consecutivi ottenuti prima della trasferta in Sardegna in campionato. E così ha fatto: ottima prova di squadra e di ciascun singolo sceso in campo, personalità e concentrazione costanti fino al triplice fischio.

Qualità ma poche idee

Van Der Want 6.5, Pinna 5.5, Cotali 5.5, Bellodi 5.5, Iotti 6, Muroni 5.5 (dal 75' Caligara sv), Pennington 5, Peralta 5.5, Ogunseye 5.5 (dal 69' Gemmi 5), Maffei 5.5 (dal 46' ragatzu 5.5). 

All. Filippi 5.5: poche idee e scarso ritmo nel metterle in pratica. L'Olbia sbatte nuovamente sul suo difetto più marcato, la continuità, e non riesce a dare seguito alla bella prestazione di sette giorni fa sul campo del Gozzano. I sardi stavolta non riescono nell'impresa di fermare un'altra big del girone, soffrendo molto nel primo tempo la maggiore fisicità e qualità del Pisa. La reazione nel secondo tempo non si vede: soltanto Ragatzu ci prova con un diagonale sporco a dieci minuti dalla fine.

Gucher ovunque

Gori 6: completamente inoperoso. Attento sui rarissimi cross arrivati dalle sue parti.

Lisi 5.5: il cavallo pazzo nerazzurro avrebbe bisogno forse di un minimo di riposo. Le assenze però lo costringono a stringere i denti e fare il massimo possibile sulla fascia. Alterna buoni spunti a qualche eccesso di foga e generosità.

Brignani 7: il primo gol in carriera fra i professionisti è impossibile da dimenticare. Ancora meglio se è prezioso come quello messo a segno dal 19enne di scuola bolognese, tornato titolare in grande stile dopo diverse settimane in panchina. Sicurezza e personalità al centro della retroguardia.

Benedetti 6.5: è in costante miglioramento. L'ex Entella è sempre più padrone della difesa nerazzurra.

Meroni 6.5: sta eliminando gradualmente tutte le piccole sbavature che caratterizzavano le prime uscite in nerazzurro. Sta diventando una certezza per mister D'Angelo. (Dall'83' Buschiazzo sv).

Birindelli 6.5: gioca in costante proiezione offensiva. Intenso e 'cattivo' fino al triplice fischio.

Verna 6.5: sale di tono rispetto alle ultime uscite. Presente sia nella fase di costruzione del gioco che in interdizione. Si meriterebbe il gol ma Van Der Want sfodera un riflesso prodigioso sul suo colpo di testa nel secondo tempo.

Gucher 7 (il migliore): semplicemente perfetto in ogni fase di gioco e in tutte le zone del campo. Recupera palla, costruisce il gioco, fornisce l'assist del gol partita. (Dal 90' Izzillo sv).

Minesso 6: moto perpetuo nel primo tempo, quando cuce con efficacia la manovra fra la mediana e l'attacco. Esaurisce le batterie nel secondo tempo. (Dal 63' Di Quinzio 6: dà sostanza sia alla manovra che alla mediana quando c'è da combattere col coltello fra i denti per difendere il vantaggio).

Marconi 6.5: cerca il gol con voglia e cattiveria. Peccato per il palo interno che non premia il suo perentorio stacco di testa nel secondo tempo. Elegante ed efficace anche nella costruzione del gioco. (Dall'83' Moscardelli sv).

Masucci 6.5: altra prestazione tutta sudore e sacrificio per i compagni. Ha anche due buone occasioni di testa per fare male agli avversari ma le sciupa con scarsa mira. (Dal 63' Pesenti 6: pulisce un paio di palloni preziosi in mezzo al campo consentendo alla squadra di ripartire e alla difesa di rifiatare).

All. D'Angelo 6.5: non era facile ripartire con questa personalietà e con così tanta sicurezza dopo la rocambolesca sconfitta di mercoledì scorso. Invece il suo Pisa scende in campo ad Olbia con il piglio della grande e schiaccia fin dal 1' gli avversari. Arriva il nono risultato utile consecutivo (5 vittorie e 4 pareggi) e l'aggancio al terzo posto in classifica. La fluidità del gioco e la solidità difensiva lasciano ben sperare per il rush finale, così come la brillantezza degli elementi del reparto offensivo. Da perfezionare ulteriormente invece la capacità di concretizzare le moltissime occasioni create e chiudere così il conto prima del finale, per evitare sofferenze inutili.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Principio di incendio al Centro dei Borghi: evacuato

  • Lavoro: 16 assunzioni alla SEPI

  • Ciak si gira: a Pisa il via alle riprese della seconda stagione de 'L'amica geniale'

  • Si schianta con lo scooter contro un'auto: muore 21enne bagnino

  • Maltempo in Toscana: in arrivo piogge e temporali

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 21 e 22 settembre

Torna su
PisaToday è in caricamento