Pisa - Albissola: le probabili formazioni | Luca D'Angelo: "Squadra ferita. Vogliamo tornare a vincere per dimostrare il nostro reale valore"

Tutti a disposizione del mister nerazzurro, anche De Vitis che ha quasi recuperato dalla fascite plantare. D'Angelo non utilizza mezzi termini: "Sappiamo di aver sbagliato tutto a Carrara"

Rialzarsi e riprendere immediatamente a camminare. Il Pisa torna in campo dopo la batosta di Carrara per riannodare i fili con la vittoria, recisi dopo il bel successo in casa della Lucchese. Domani, domenica 2 dicembre, alle 16.30 Moscardelli e compagni se la vedranno all'Arena Garibaldi con una matricola del calcio professionistico: l'Albissola. E come sempre, nonostante i trascorsi dilettantistici degli avversari che si affacciano soltanto quest'anno nel calcio 'dei grandi', la gara sarà molto complicata.

"A Carrara abbiamo sbagliato tutto. Dobbiamo ripartire"

E' stata una settimana di tanto lavoro, distribuito fra i campi di San Piero a Grado e l'Arena Garibaldi, nella quale le parole sono state ridotte al minimo consentito. Troppo ampio e plateale il rovescio subito con la Carrarese, infatti, per lasciare spazio a qualsiasi recriminazione. L'intera società ha pronunciato il 'mea culpa' nei confronti dell'ambiente per la figuraccia rimediata al 'Dei marmi', pronta a riscattarsi fin da domani. "A Carrara non si è giocato bene, ma voglio sottolineare che la squadra si è impegnata - esordisce D'Angelo - è il loro lavoro, e dopo la partita hanno vissuto una settimana veramente difficile. E' mancato tutto, è stata sbagliata completamente la prestazione e non devono essere cercati alibi". "Domani la squadra qualche timore lo avrà, inutile girarci intorno - ammette il tecnico nerazzurro - qualche certezza è stata persa purtroppo. Ma con il gruppo dovremo essere bravi a gestire la difficoltà ed uscire fuori con personalità".

"Con le squadre di alta classifica le statistiche evidenziano dei risultati negativi, ma sono convinto che il Pisa possa dare fastidio a tutte le altre rivali", specifica Luca D'Angelo. "La concentrazione ed il lavoro nei giorni scorsi si sono focalizzati esclusivamente su noi stessi. Dobbiamo recuperare tutte le nostre qualità e capacità, senza guardare all'Albissola e al loro rendimento". Dall'infermeria giungono intanto ottime notizie: il solo De Vitis resta sotto attenta osservazione, anche se quasi sicuramente sarà inserito nella lista dei convocati. Anche gli altri acciaccati, compreso Izzillo, sono pienamente a disposizione. "I numeri attuali testimoniano la grande difficoltà ad andare in rete - ammette ancora D'Angelo - creiamo abbastanza, ma non riusciamo a convertire le occasioni in gol. Anche questo è una mancanza alla quale dobbiamo porre rimedio". "Onestamente non ho pensato al mercato di gennaio. Non è una mia competenza perché con lo staff dobbiamo pensare esclusivamente al campo. Gemmi e Giovanni Corrado sono le figure deputate a questo tipo di lavoro ed è giusto che portino avanti i loro ragionamenti". L'ultimo pensiero del tecnico nerazzurro è rivolto al calendario, che nel mese di dicembre presenta gare quasi ogni tre giorni: "La squadra fisicamente sta bene ed è in grado di sopportare questo carico di partite. Di volta in volta giocheranno i ragazzi che staranno meglio".

Il sogno del professionismo

Come dicevamo, l'Albissola si è presentata per la prima volta ai nastri di partenza di un campionato professionistico. Mai fino alla stagione 2018-2019 la società del ponente ligure, espressione dei paesi limitrofi Albissola Marina e Albissola Superiore (Savona), aveva centrato la promozione in Serie C. La storia della compagine biancoazzurronera è molto recente: nel 2010 è stata fondata l'Associazione Dilettantistica Albissola, che ha riunito tre piccole realtà locali. Dopo i primi anni di onesti campionati in Eccellenza e Promozione, è arrivata la svolta nel 2015. La società è passata in mano alla famiglia Colla: il patron è Gianpiero Colla - imprenditore che ha raggiunto il successo con la azienda metallurgica italo-francese Mbf Aluminium - e il presidente è la moglie Claudia. Con la guida oculata e ambiziosa dei due l'Albissola ha iniziato una scalata irresistibile, infilando una dietro le promozioni che l'hanno condotta fino alla Serie C.

L'avvio della stagione è stato molto complicato per la matricola ligure, con soli due punti nelle prime otto partite. Da inizio novembre sulla panchina c'è stato l'avvicendamento che sembra aver provocato la scintilla: via Fabio Fossati, protagonista della scalata dalla Serie D, e dentro Claudio Bellucci. Con l'ex attaccante del Bologna sono arrivate tre vittorie nelle ultime quattro partite, che hanno consentito all'Albissola di agganciare il treno delle pretendenti alla salvezza diretta. Attualmente i liguri con 11 punti si trovano al diciottesimo posto

L'arbitro e alcune curiosità della partita

La partita è stata affidata a Andrea Colombo della sezione di Como. Il fischietto lombardo è alla seconda stagione in categoria, ma non ha mai incrociato il Pisa. Un precedente invece con l'Albissola, proprio in questa annata: Colombo ha diretto la gara agostana di Coppa Italia C nella quale i liguri hanno sconfitto il Cuneo in trasferta (2-3 il risultato finale). 

Pisa e Albissola si presentano all'appuntamento con un numero identico: quello delle reti segnate. Entrambe le formazioni in 13 partite sono riuscite a mettere a segno soltanto 11 reti, meno di una a partita di media. Ancora più curioso il caso dell'Albissola: se il Pisa ha distribuito le marcature su sei calciatori (Marconi, Moscardelli, Masucci, De Vitis, Zammarini, Gucher), i rivali hanno soltanto due cecchini. Martignago, attaccante esterno, ha siglato finora 7 reti (record personale); Cais, centravanti, 3: in due quindi hanno messo a segno 10 degli 11 gol complessivi della squadra. Sommati ai 20 gol incassati, che pongono la difesa biancoazzurronera al secondo posto nella classifica dei peggiori reparti difensivi, si può capire l'entità delle difficoltà iniziali incontrate dalla società della famiglia Colla nella nuova avventura nel professionismo.

Le probabili formazioni

Pisa (3-4-2-1): Gori; Meroni, Masi, Buschiazzo; Lisi, Marin, Gucher, Zammarini; Di Quinzio, Masucci; Moscardelli. All. D'Angelo

Albissola (4-3-3): Piccardo; Oprut, Nossa, Rossini, Calcagno; Raja, Sibilia, Bezziccheri; Martignago, Cais, Mahrous. All. Bellucci

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Vicopisano: perde il controllo dell'auto e finisce contro una farmacia

  • Cronaca

    Pontedera: in centinaia in piazza contro CasaPound

  • Incidenti stradali

    Incidente stradale a San Miniato: scontro tra due auto e uno scooter

  • Cronaca

    Disperso in Arno: dopo tre giorni le ricerche non hanno dato alcun esito

I più letti della settimana

  • Ragazzo disperso in Arno: ricerche per tutta la notte

  • Lavoro e proteste: lungo sciopero dei benzinai

  • Maltempo, neve e ghiaccio in Toscana: è allerta meteo

  • Centro storico, maxi-retata antidroga: chiuso anche il punto Snai di Viale Gramsci

  • Meteo, perturbazione in arrivo: allerta gialla per neve

  • Meteo: prima arriva il freddo, poi la neve

Torna su
PisaToday è in caricamento