Pisa - Benevento: le probabili formazioni | D'Angelo: "La nostra idea di gioco non cambia: personalità e lucidità in campo"

Attesa terminata: oltre 8mila sostenitori attesi domani, venerdì 23 agosto, all'Arena per il debutto dei nerazzurri in Serie B. Assenti Meroni e Siega (squalifica), Moscardelli, Liotti e Di Quinzio (infortunio)

L'Arena Garibaldi si mette il vestito delle serate di gala e si appresta a ospitare l'anticpo che inaugura il campionato di Serie B. Domani, venerdì 23 agosto, alle ore 21 il Pisa e il Benevento daranno il calcio d'inizio alla stagione cadetta. Prima dei 90' però ci sarà spazio anche per una cerimonia pensata e voluta dalla società di via Battisti e da Palazzo Gambacorti per onorare al meglio l'evento: sul rettangolo verde sfileranno alcuni figuranti del Gioco del Ponte e del galeone rosso che gareggia nella Regata delle Repubbliche marinare. Dopo questo preludio toccherà al campo, finalmente, parlare. Previsti oltre 8mila spettatori: Curva Nord esaurita da mercoledì pomeriggio, in Curva Sud presenti circa 320 tifosi ospiti.

"Emozionato per l'esordio"

Dopo un'estate densa di festeggiamenti per celebrare degnamente il traguardo della Serie B e di entusiasmo dilagante fra i tifosi (gli abbonamenti sfiorano al momento quota 5mila), è arrivato il momento di lasciar parlare il rettangolo verde. Il tempo delle amichevoli agostane e dei turni preliminari di Coppa Italia è terminato: il Pisa si tuffa a capofitto nell'avventura cadetta. E lo fa misurandosi immediatamente con una delle big del torneo: il Benevento di mister Filippo Inzaghi, che punta senza mezzi termini alla promozione in Serie A.

Luca D'Angelo arriva all'appuntamento senza alcune pedine molto importanti: in difesa non saranno della gara Meroni (squalificato) e Liotti (distorsione alla caviglia destra), in mezzo al campo mancheranno Di Quinzio (sulla via della guarigione dopo lo spavento causato dal parziale distacco della retina) e Siega (squalificato), in attacco non ci sarà capitan Moscardelli, bloccato da una microfrattura al metatarso del piede sinistro. Il resto degli elementi che compongono la rosa sono tutti a disposizione, con una tenuta fisica più o meno lunga. "Sono sincero - ammette mister D'Angelo - con il Benevento mi troverò a vivere la mia prima panchina di Serie B. Fra me e me ho ripensato a tutta la strada percorsa, fin da quando da bambino davo i primi calci al pallone. Spero di potermi meritare questa categoria guadagnata con il sudore, l'impegno e i risultati accumulati nel corso della carriera".

Domani la squadra potrebbe ripartire dalle certezze costruite nel corso della passata stagione: il 3-5-2 quindi è il modulo più probabile con il quale i nerazzurri si disporranno in campo. "Lo interpreteremo come sempre", spiega il tecnico. "Siamo una squadra che ama giocare, controllare il pallone e attaccare. Il nostro è un 3-5-2 molto offensivo. I ragazzi dovranno gestire l'emozione dell'esordio cercando di interpretare il match con tranquillità e personalità". Il tecnico nerazzurro spiega che "tutto lo spogliatoio ha voglia di giocare e misurarsi con una realtà importante come la B. C'è entusiasmo, siamo contagiati dall'amore della tifoseria. Ma poi in campo conta la nostra lucidità e la capacità di tradurre in buone prestazioni quanto provato durante la preparazione". Il Benevento secondo D'Angelo è una delle candidate più forti per la vittoria finale, "insieme a Cremonese, Ascoli, Empoli e altri club. Ma indipendentemente dall'avversario, il nostro concetto di gioco rimane quello della vittoria attraverso l'organizzazione di gioco". "Sono perfettamente consapevole che in molte gare ci troveremo a soffrire - conclude il mister - siamo in una categoria nella quale il margine di errore è più sottile rispetto a quello della Serie C. La squadra dovrà imparare a difendersi più a lungo. Per contro, però, sono fermamente convinto che la nostra qualità offensiva è molto buona. Producendo la stessa mole di gioco dello scorso campionato penso che potremo fare male a tutte le difese che incontreremo".

Entusiasmo a mille

Nonostante la cocente delusione dell'esclusione dai playoff per mano del Cittadella nello scorso mese di maggio, in casa Benevento non manca di certo l'entusiasmo. Il club sannita ha affidato la panchina a Filippo Inzaghi, in cerca di riscatto dopo il passo falso alla guida del Bologna in Serie A. L'ex centravanti del Milan ha a disposizione una fuoriserie per la categoria: basti pensare che in attacco 'Superpippo' può schierare contemporaneamente Coda, Insigne e Sau. Una potenza di fuoco impressionante per le Streghe, che possono contare anche su una mediana e una difesa di primissimo livello: la regia è affidata a Viola, mentre la guida della linea arretrata è nelle mani di Christian Maggio, ex capitano del Napoli.

Gli abbonati al 'Vigorito' hanno superato quota 7.500, e anche all'Arena la formazione giallorossa non sarà sola: sono in arrivo circa 320 sostenitori campani. Nonostante l'esclusione a sorpresa nel Primo Turno di Coppa Italia (sconfitta interna con il Monza, 3-4), la fiducia attorno a mister Inzaghi è grande. Dal mercato, oltre all'ex capitano del Cagliari Sau, è arrivato anche il fromboliere tedesco Kragl. La difesa è stata puntellata anche con l'innesto di Antei, proveniente dal Sassuolo, mentre in mezzo al campo Schiattarella è un'alternativa di altissima qualità nel 4-3-3 proposto durante il precampionato da Inzaghi.

L'arbitro e alcune curiosità sulla partita

Il Pisa giunge alla gara inaugurale della stagione con un incredibile record ancora intatto: in campionato l'ultima sconfitta interna risale al 23 dicembre 2018 (0-2 contro la Pro Patria). Dalla sfida successiva contro il Siena del 19 gennaio (2-2), i nerazzurri hanno messo insieme la bellezza di 8 vittorie e 6 pareggi (considerando anche i playoff). E' ancora aperta anche la striscia di imbattibilità in campionato (comprese ovviamente le gare di playoff): sono 23 le partite senza sconfitte messe in fila dall'1-0 patito ad Arezzo lo scorso 23 gennaio. Il Benevento da par suo ha chiuso la scorsa regular season con il secondo miglior rendimento di tutta la Serie B in trasferta: in 18 gare lontano dal 'Vigorito' le Streghe hanno raccolto 27 punti.

La sfida torna all'Arena Garibaldi dopo due anni e mezzo. Il 18 maggio 2017 il Pisa disse addio alla B e a Gennaro Gattuso nell'ultima partita della stagione con un sonoro 3-0 in favore degli ospiti. Sarà il settimo incrocio ufficiale fra le due formazioni in terra toscana: le vittorie nerazzurre sono 2 e i pareggi 3. Il Pisa scenderà in campo con una maglia impreziosita da due sponsor. Sul davanti della casacca nerazzurra Paim occuperà il posto di main sponsor, mentre sul retro comparirà il logo di Vitali Spa, azienda che opera nel mondo delle costruzioni in Italia e all’estero.

Le probabili formazioni

Pisa (3-5-2): Gori: Benedetti, De Vitis, Aya; Lisi, Minesso, Gucher, Verna, Belli; Marconi, Masucci. All. D'Angelo

Benevento (4-3-3): Montipò, Maggio, Antei, Caldirola, Letizia; Tello, Viola, Improta; Insigne, Coda, Armenteros. All. Inzaghi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Olio di semi mescolato con il gasolio: denunciati gestori di distributore

  • Si ferma ad un distributore e si masturba 'di fronte' ad una donna che fa rifornimento

  • Lotterie: vinto un milione di euro a Pisa

  • Scontro tra due auto: muore 70enne

  • Cosa fare a Pisa nel weekend dell'Immacolata!

  • Incidente sul lavoro in un'azienda di Pontedera: grave 59enne

Torna su
PisaToday è in caricamento