Pisa - Novara 3-0 | Calcio spettacolo all'Arena: tripletta di Minesso e terzo posto

Il Pisa approda ai playoff come migliore terza dell'intera Serie C. Gara senza storia: nerazzurri straripanti, Novara spazzato via

Missione compiuta col minimo sforzo. Il Novara passeggia all'Arena Garibaldi, il Pisa invece sfodera l'ennesima prestazione scintillante del suo campionato e con un bel 3-0 liquida la pratica terzo posto: i nerazzurri entreranno in gioco nei playoff, il 19 maggio, come migliore terza dell'intera Serie C. Un risultato eccezionale, figlio di un progetto tecnico pienamente centrato e sviluppato in maniera eccezionale da gennaio in poi.

Pisa padrone totale della partita. I nerazzurri sanno che devono vincere per ottenere il piazzamento come migliore terza dell'intera Serie C, e scendono in campo con la bava alla bocca. La spinta sugli esterni di Lisi e Birindelli è continua, e Minesso dietro la coppia offensiva formata da Masucci e Pesenti è molto ispirato. Proprio il numero 11 raccoglie il cross telecomandato di Masucci e in spaccata sigla il gol del vantaggio. La manovra nerazzurra è brillante e trova ampie voragini negli ultimi trenta metri piemontesi. Da un bello scambio rasoterra fra Pesenti e Di Quinzio nasce il rigore del raddoppio: il numero 10 viene chiuso a sandwich in area, dal dischetto va Minesso che sigla la sua doppietta personale. Nel quarto d'ora che conduce all'intervallo c'è spazio per due tentativi da fuori area di Di Quinzio e dell'indiavolato Minesso: palla fuori di poco in entrambi i casi. La ripresa è soltanto una formalità. Il Pisa controlla i timidissimi tentativi del Novara di trovare il gol della bandiera, e sprinta con decisione in ripartenza una volta riconquistata palla. E proprio da un contropiede nasce il tris nerazzurro: Minesso raccoglie l'assist arretrato di Marin e piazza la sua tripletta personale.

La partita

Il Pisa scende in campo all'Arena Garibaldi per l'ultima partita di stagione regolare. Il Girone A di Serie C chiude i battenti con la sfida dei nerazzurri al Novara, una formazione dai nomi illustri che ha deluso parecchio nel corso del campionato. I piemontesi si presentano a Pisa senza alcuna velleità di classifica: Eusepi e compagni sono già certi del nono posto finale, per cui il match ha dei contenuti importanti esclusivamente per gli uomini di D'Angelo. I nerazzurri infatti sono ancora in gioco per un duplice obiettivo: conquistare la terza piazza del girone e, possibilmente, vincere per staccare il pass come migliore terza dell'intera Serie C. Ecco perché per Gucher e compagni si tratta di una partita vera.

Difatti mister D'Angelo non risparmia i giocatori in diffida, come preannunciato nella conferenza stampa di ieri: dentro Birindelli e Benedetti in difesa, mentre Buschiazzo e De Vitis si accomodano in panchina. Torna dal 1' Minesso dietro alle due punte, che oggi sono Masucci e Pesenti: prosegue quindi la rotazione in attacco, dove si accomoda in panchina Marconi. Nel Novara invece giocano titolari i tre ex nerazzurri: Sbraga in difesa, Buzzegoli in mezzo e Eusepi in attacco.

I nerazzurri partono a spron battuto, con Minesso molto attivo e abile a svariare fra le linee. Sugli esterni Lisi e Birindelli non fanno mancare il loro apporto alla manovra, e il Novara nei primi minuti è costretto ad esibirsi esclusivamente in azioni difensive. E proprio grazie al numero 11 arrivato a gennaio il Pisa sblocca la gara. Minesso calcia il corner da destra, la palla viene riconquistata in scivolata da Pesenti sul limite opposto dell'area e arriva sul destro di Benedetti. Cross liftato del difensore che pesca sul secondo palo proprio Minesso: spaccata e palla in rete all'12'. I nerazzurri non staccano il piede dall'acceleratore e costringono il Novara nella sua area di rigore anche dopo il vantaggio. I meccanismi funzionano, la manovra è fluida e coinvolge l'intera squadra. Al 21' Pesenti protegge palla sul fondo e serve il taglio interno di Di Quinzio: il numero 10 entra in area, si incunea fra due avversari e finisce a terra. De Angeli non ha dubbi: calcio di rigore. Dal dischetto va Minesso che firma la sua personale doppietta: Pisa avanti 2-0.

Dopo il raddoppio il ritmo della gara cala comprensibilmente. Anche i giri del motore nerazzurro scendono di qualche tacca, ma il Novara non va oltre uno sterile palleggio che si esaurisce senza idee sulla trequarti pisana. E' ancora Minesso al 36' che mette i brividi alla difesa novarese con un bello scambio rasoterra con Pesenti. Il centravanti ritorna la palla al numero 11 al limite dell'area: bordata mancina che si perde di pochissimo sul fondo e tripletta sfiorata. Prova ad avere maggior fortuna Di Quinzio tre minuti dopo con il destro, ma anche il numero 10 calcia di poco a lato.

La seconda frazione si apre come si era chiuso il primo tempo. Il Novara palleggia senza convinzione e con pochissime idee a metà campo, con il Pisa impegnato a non commettere leggerezze né errori che potrebbero portare ad ammonizioni inutile e dannose in ottica playoff. Al 55' i nerazzurri si distendono in ripartenza sfruttando la percussione di Birindelli. Si sovrappone Masucci che serve a rimorchio Minesso: tap-in facile facile, palla in rete, 3-0 e tripletta del numero 11 nerazzurro. Dopo il tris D'Angelo concede un po' di riposo a Masucci e Benedetti, preservando quest'ultimo dall'ammonizione, gettando in campo Moscardelli e Brignani.

Il match non ha più niente da dire. Le giocate dei nerazzurri sono praticamente accademia, ed il Novara prova a trovare il gol della bandiera senza riuscire però a trovare il pertugio vincente nella difesa pisana. L'unica emozione è l'ingresso in campo, al 93', del 2003 Tommaso Fischer al posto di Birindelli: è il più giovane nerazzurro a mettere a referto una presenza ufficiale fra i professionisti.

Le pagelle

Il tabellino

Pisa - Novara 3-0

Pisa (4-3-1-2): Gori; Lisi, Benedetti (61' Brignani), Meroni (79' Buschiazzo), Birindelli (90' Fischer); Di Quinzio (79' Izzillo), Gucher, Marin; Minesso; Masucci (61' Moscardelli), Pesenti. All. D'Angelo

Novara (4-3-1-2): Benedettini; Visconti, Sbraga, Rigione (15' Bove), Tartaglia; Mallamo (46' Bianchi), Buzzegoli (60' Gonzalez), Bastoni (60' Perrulli); Schiavi; Eusepi, Stoppa (60' Ronaldo). All. Sannino

Reti: 12' Minesso (P), 23' Minesso (P), 55' Minesso (P)

Ammoniti: Di Quinzio (P), Tartaglia (N), Bastoni (N), Perrulli (N)

Note: arbitro Paride De Angeli; angoli 3-2 (2-1); recupero 2' e 3'

Potrebbe interessarti

  • Attenzione al ragno violino: come difendersi dal suo morso

  • Sos pancia gonfia: le cause e i rimedi naturali più efficaci

  • Mantenere puliti i capelli: le abitudini più comuni da evitare

  • Come pulire e igienizzare i bidoni della spazzatura

I più letti della settimana

  • Tutti con gli occhi al cielo: arriva l'eclissi di Luna

  • Scooter contro auto: muore 18enne

  • Ricerche per una donna dispersa in mare: ritrovata sulla spiaggia di San Rossore

  • All'ospedale Cisanello il metabolismo si studia in una stanza

  • Morto in scooter a 18 anni: la polizia cerca un possibile testimone chiave

  • "Ero al pronto soccorso", ma non era vero: 36enne torna ai domiciliari

Torna su
PisaToday è in caricamento