Pisa - Pistoiese: le probabili formazioni | Rientra De Vitis, Minesso al posto di Di Quinzio

Il numero 30 recupera dal risentimento muscolare e riprende il suo posto in mezzo alla difesa. Abbondanza di scelte in mezzo al campo e in attacco nonostante l'assenza per squalifica di Di Quinzio

Dopo la vittoria in Coppa Italia con il Pontedera, il Pisa non vuole più fermarsi. Il digiuno dal successo è durato 59 giorni: due mesi pieni di ottimi propositi, obiettivi centrati sul mercato di riparazione, enormi passi in avanti nella qualità del gioco, ma anche tantissime delusioni nelle sette partite di campionato disputate. Nonostante una rosa sensibilmente potenziata e migliorata in ogni reparto, i nerazzurri si ritrovano al decimo posto in classifica con 33 punti, distanti - troppo - dalle primissime posizioni. Contro la Pistoiese, domenica 10 febbraio all'Arena Garibaldi (ore 18.30), deve necessariamente iniziare la risalita degli uomini di Luca D'Angelo. Le potenzialità e le possibilità per recuperare punti e posizioni in classifica ci sono.

"Dobbiamo dare continuità alla vittoria in coppa"

In casa il Pisa non vince dal 12 dicembre. Dopo il 2-0 rifilato all'Arzachena, Moscardelli e compagni non sono andati oltre a due pareggi e una sconfitta. Una frenata vistosa nel già carente percorso dei nerazzurri fra le mura amiche, che ha bisogno di una poderosa accelerata per ridare fiato e vigore alle velleità di alta classifica. Contro gli arancioni mancheranno all'appello gli squalificati Lisi (una giornata per aver raggiunto la quinta ammonizione stagionale) e Di Quinzio (due giornate per il rosso rimediato nell'incandescete finale di Alessandria). Oltre a loro, non potranno essere della partita gli infortunati Liotti, Marconi. Mister D'Angelo ritrova però Gucher e Marin in mezzo al campo. "Le assenze, in particolare quella di Di Quinzio - spiega D'Angelo - impongono di interpretare in modo diverso la partita. Con la sua squalifica andremo a giocare con altre caratteristiche". A fronte di un'assenza pesante, c'è però una bella notizia: "De Vitis ha recuperato e giocherà sicuramente". "Occuperà il suo posto in mezzo alla difesa", conferma.

Il tecnico nerazzurro chiama la squadra ad una grande partita, per proseguire sulla scia del successo ottenuto con il Pontedera in coppa. "Birindelli è una delle alternative sulla corsia laterale difensiva, ma stiamo studiando anche altre opzioni, fra cui Meroni", sottolinea D'Angelo. "La Pistoiese è una buona formazione - commenta l'allenatore nerazzurro - ha dei giocatori importanti e dei discreti valori in ogni reparto, e dovremo essere bravi a non commettere errori in fase difensiva. Condurremo il gioco, di fronte ad un organico sulla carta più debole, e quindi dovremo dimostrare molto".

Occhi puntati anche su Moscardelli, autore di una bella doppietta contro i granata dopo un digiuno lungo due mesi. "Davide non avvertiva eccessivamente il peso dei pochi gol - spiega Luca D'Angelo - ma è chiaro che tutta la squadra ha festeggiato con gioia i suoi gol perché è un giocatore determinante sul piano tecnico e sul piano caratteriale". In Coppa Italia si è visto anche Gamarra in mezzo al campo per una mezz'ora scarsa, e l'impressione destata nel suo allenatore è positiva: "E' un giocatore con ottime potenzialità. E' normale che debba giocare per ritrovare brillantezza e condizione. Lavorando come sta facendo può ritagliarsi degli spazi importanti". Il boliviano è entrato in campo al posto di Izzillo, partito titolare con il Pontedera: "E' un giocatore che abbiamo semrpe tenuto in grande considerazione". "Ha ricevuto molte richieste durante il mercato invernale - rivela - ma non abbiamo mai preso in considerazione l'ipotesi di cederlo. Siamo convinti che le sue caratteristiche possano darci una mano". Dopo la partita con la Pistoiese arriverà un turno di stop forzato per il Pisa, che non disputerà il turno infrasettimanale previsto per mercoledì 13 febbraio. Il calendario presenterebbe al Pisa l'impegno sul campo del Pro Piacenza, che però è prossimo all'esclusione del campionato. "E' una situazione altamente penalizzante e frustrante - commenta D'Angelo - non si sa ancora quale decisione verrà presa in merito al club emiliano. Mi auguro che non ci toglieranno i tre punti della vittoria dell'andata. E' giusto che i risultati acquisiti sul campo vengano confermati, indipendentemente dal futuro del Pro Piacenza".

La chiusura della conferenza stampa del tecnico è dedicata alla coreografia che la Curva Norda dedicherà a Maurizio Alberti nel ventennale della sua scomparsa: "Conosciamo la sua storia, siamo felici che i nostri tifosi domani gli dedicheranno una bella coreografia. E noi cercheremo di onorare la sua memoria con una bella vittoria".

Corsa per la salvezza

A Pistoia si punta esclusivamente alla salvezza. Sembra infatti difficilissimo, se non impossibile, ripetere l'exploit della scorsa stagione, quando la formazione guidata da mister Indiani fu capace di chiudere la regular season nella griglia playoff e andare a giocarsi il primo turno preliminare sul campo della Carrarese. Quest'anno la formazione arancione appare indebolita, sulla carta, rispetto a quella dello scorso anno. Mister Asta, subentrato a Indiani a fine ottobre, può contare sull'esperienza di Ceccarelli in difesa, Vitiello in mezzo al campo e Fanucchi in attacco. Il resto della rosa è composto da moltissimi Under dalle ottime credenziali ma con pochissima esperienza in categoria.

I risultati lo dimostrano: con 20 punti in 21 partite giocate, gli arancioni si trovano a ridosso della zona playout e fanno una fatica tremenda a vincere. Da inizio campionato sono soltanto 5 le vittorie conquistate, a fronte di ben 11 sconfitte. Se la difesa regge abbastanza bene l'urto degli avversari (28 gol incassati), l'attacco non riesce a convertire in reti la discreta mole di gioco sviluppata: sono 22 i gol segnati. Ecco perché a gennaio la dirigenza arancione ha perfezionato gli innesti di due elementi nel reparto offensivo: il trequartista, pisano, Fantacci e la punta Piu. Asta li ha immediatamente inseriti nel 3-4-1-2 con il quale la Pistoiese abitualmente si dispone in campo. Gli arancioni proveranno a infastidire il Pisa disputando una partita ordinata in fase difensiva, con l'intenzione di non disdegnare qualche sortita offensiva una volta riconquistata la palla.

L'arbitro e alcune curiosità statistiche sulla partita

La sfida dell'Arena Garibaldi è stata affidata a Riccardo Annaloro della sezione di Collegno. Il fischietto piemontese è alla quarta stagione in Serie C, ed ha un solo precedente con il Pisa. Curiosamente il filo conduttore è proprio la Pistoiese: i nerazzurri sono stati diretti da Annaloro sul campo arancione nella scorsa stagione, quando il rigore di Mannini consegnò loro tre punti. Per gli arancioni c'è anche un secondo precedente, risalente sempre alla stagione 2017-2018: la sconfitta sul campo del Livorno.

Il Pisa non regala un sorriso ai suoi tifosi in casa da tre turni, che diventano sette se si sommano anche le gare disputate lontano dall'Arena. Per ritrovare un digiuno più lungo di vittorie in casa bisogna tornare al campionato della scorsa stagione: fra il 27* turno e il 32* la squadra di Pazienza inanellò una serie di due pareggi (Alessandria e Piacenza) e due sconfitte (Lucchese e Carrarese) di fronte al proprio pubblico. Considerando anche le partite in trasferta, invece, una serie negativa più lunga è stata fatta registrare soltanto nel campionato di Serie B della stagione 2016-2017: la formazione di Gattuso infilò 15 partite consecutive senza mai vincere, dal 28° turno al 42°. La Pistoiese arriva a Pisa con il sedicesimo rendimento del girone: 9 punti in 10 partite lontano dal 'Melani', con 3 sole vittorie.

Nell'ultimo precedente all'Arena andò in scena una partita pirotecnica, con il Pisa capace di rimontare l'iniziale vantaggio arancione, e poi farsi recuperare due volte dagli ospiti, che segnarono il definitivo 3-3 in pieno recupero. Gli arancioni non vincono sotto la Torre dal 5 dicembre 1976 (1-2): il bilancio complessivo dei 27 precedenti all'Arena Garibaldi evidenzia 11 vittorie nerazzurre, 4 della Pistoiese e 12 pareggi.

Le probabili formazioni

Pisa (4-3-1-2): Gori; Birindelli, Benedetti, De Vitis, Buschiazzo; Verna, Gucher, Marin; Minesso; Moscardelli, Masucci. All. D'Angelo

Pistoiese (3-4-1-2): Meli; Ceccarelli, Terigi, Dossena; Cagnano, Luperini, Vitiello; Regoli; Fantacci; Fanucchi, Piu. All. Asta

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Piazza XX Settembre: inaugurato il defibrillatore sotto la torre dell'Orologio

  • Cronaca

    Controlli notturni dei Carabinieri a Pisa: un arresto e 6 denunce

  • Cronaca

    Via Carducci "bazar senza regole" per Confesercenti: "Venga pedonalizzata"

  • Incidenti stradali

    Incidente in via Conte Fazio: auto resta in bilico su due ruote

I più letti della settimana

  • Donna investita sulla linea ferroviaria Viareggio-Pisa: ritardi alla circolazione

  • Lascia lo zaino sul sedile dell'auto mentre porta il bimbo all'asilo: torna e trova il vetro spaccato

  • Foto con la Torre di Pisa per la Brooke di Beautiful

  • Night Club con lavoratori in nero e ragazze senza permesso di soggiorno

  • Morta a 29 anni per un malore: commosso addio a Rachele

  • Incidente in via Conte Fazio: auto resta in bilico su due ruote

Torna su
PisaToday è in caricamento