Non svegliate Pisa: il sogno nerazzurro continua

Dopo la rotonda vittoria con la Cremonese, gli uomini di D'Angelo si trovano a due lunghezze dalla vetta della classifica. Sabato 21 settembre i nerazzurri sono attesi dalla trasferta in casa del Chievo

Pisa sogna a occhi aperti, abbagliata dall'avvio di stagione scintillante degli uomini di Luca D'Angelo. I nerazzurri, dopo tre giornate di campionato, si ritrovano in cima alla classifica cadetta: 7 punti raccolti, 6 reti fatte e una sola concessa alla Cremonese, nel momento in cui la squadra era rimasta momentaneamente in dieci a causa dell'assenza di De Vitis, fermo a bordo campo per farsi medicare. Pisa sogna, nessuno la svegli.

Organizzazione e fame

Anche contro i quotatissimi grigiorossi di Rastelli, il Pisa ha offerto la consueta prestazione fatta di intensità, organizzazione, fisicità e fame agonistica. Quella che è andata in scena sul prato dell'Arena Garibaldi è stata una partita 'quasi' perfetta: l'unico neo è stato il gol incassato nell'unico momento di indecisione degli undici, anzi dieci in campo. De Vitis era appena uscito per rimediare al principio di crampo accusato al polpaccio sinistro, e la retroguardia si è trovata così monca del suo cervello pensante. Un buco nel quale si è infilato Mogos per mettere a segno il gol della bandiera. 

La prestazione della squadra di Luca D'Angelo e Riccardo Taddei è stata monumentale sotto tutti i punti di vista. Sul piano del gioco, il 3-5-2 disegnato dallo staff tecnico è l'abito perfetto della squadra: vengono esaltate la muscolarità della linea mediana composta da Gucher, Verna e Marin; l'intensità di elementi come Lisi e Belli (devastanti domenica scorsa); l'intelligenza tattica di Marconi e Masucci in attacco. Inolte, pregio non da poco vista la profondità della rosa a disposizione, D'Angelo può contare su delle riserve che, chiamate all'opera nel momento del bisogno, sanno regalare ulteriore brillantezza e qualità alla formazione in campo. Contro la Cremonese ha fatto il suo debutto Varnier, piazzandosi in difesa a protezione del vantaggio acquisito. E anche Siega ha messo a referto il primo assist della sua carriera in nerazzurro, evidenziando due delle sue peculiarità: recupero palla e visione di gioco negli ultimi venti metri.

Il risultato finale è stato il 26° sigillo di una striscia positiva che dura da nove mesi e che sta proseguendo anche in un campionato complesso come la Serie B. 

Sabato al 'Bentegodi'

Sabato 21 settembre, alle 18, il Pisa affronterà al 'Bentegodi' il Chievo. Sarà un'altra sfida dall'altissimo coefficiente di difficoltà, se si pensa che fino a qualche mese i gialloblu sfidavano l'Inter e la Juventus in Serie A. Di quella squadra sono rimasti in molti: su tutti spiccano i nomi di Meggiorini e Djordjevic in attacco e Giaccherini a metà campo. Quest'ultimo però non sarà della partita, poiché nella vittoriosa trasferta di Venezia ha rimediato un infortunio muscolare che lo terrà lontano dai campi almeno per 15 giorni. I nerazzurri invece potranno recuperare Benedetti - scontato il turno di squalifica conseguente all'espulsione di Castellammare - e conteranno anche su De Vitis e Marin, usciti anzitempo nella sfida con la Cremonese per semplice precauzione. Gli unici assenti della gara saranno Moscardelli e Liotti: per quest'ultimo però il ritorno fra i convocati è molto vicino, e potrebbe materializzarsi in occasione del turno infrasettimanale con l'Empoli, in programma martedì 24 settembre all'Arena Garibaldi (ore 21).

Al 'Bentegodi' i nerazzurri scenderanno ancora in campo con la maglia sponsorizzata dalla Andrea Bocelli Foundation e dal numero 45580, al quale destinare le donazioni per la ricostruzione dell'Istituto musicale di Camerino. L'iniziativa, lanciata dal Pisa proprio in occasione della partita con la Cremonese, ha varcato i confini cittadini per allargarsi a tutta Italia: la Lega B infatti ha accolto con entusiasmo la proposta del presidente Corrado, e nel prossimo week end tutti e 10 gli stadi che ospiteranno la quarta giornata di campionato promuoveranno la raccolta fondi benefica.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Viale delle Cascine: muore alla guida mentre è fermo al semaforo

  • Fisica, matematica, chimica: la Normale di Pisa è la prima università al mondo nella ricerca

  • Dà in escandescenze e devasta il ristorante di fronte a clienti e proprietari

  • Lutto all'Università: è morto il professor Berardo Cori

  • Bagno di folla per Mika in centro a Livorno: suona con lui uno studente Unipi

  • Pontedera, scontro auto-moto: perde la vita 38enne

Torna su
PisaToday è in caricamento