Pisa SC: cinque partite per agganciare il secondo posto

Mancano 450' al termine della stagione regolare: è caccia aperta al Piacenza, distante tre lunghezze dai nerazzurri. Svelato il programma per i 110 anni dello Sporting Club

E’ caccia aperta al secondo posto. Dopo la vittoria in rimonta della Virtus Entella sul campo del Novara nel posticipo della 33° giornata (un 1-2 che lascia un pizzico di amaro in bocca, visto che i liguri sono passati grazie a due rigori che nel recente passato sono stati negati più volte ai nerazzurri), il Pisa virtualmente ha detto addio alle flebilissime speranze di una clamorosa rimonta sul primo posto. Con una gara in più disputata, il distacco di Gori e compagni dal vertice del Girone A è di sette punti. La matematica tiene ancora in corsa gli uomini di D’Angelo, ma servirebbe un crollo verticale della formazione di Chiavari.

Piacenza a tre punti

Molto più concreta è invece la possibilità di andare a riprendere il Piacenza, attualmente secondo a quota 59 punti. Anche gli emiliani hanno una partita in meno rispetto al Pisa (la recupereranno proprio contro la Virtus Entella a fine aprile) e tre punti in più, ma per organico e qualità del gioco sono ampiamente alla portata dei nerazzurri. La squadra di D'Angelo ha a disposizione cinque partite per colmare il divario e finire davanti ai biancorossi di almeno un punto: in un'ipotetico arrivo a pari punti, infatti, il Pisa si piazzerebbe alle spalle del Piacenza in virtù degli scontri diretti a sfavore.

Da qui alla fine della stagione regolare l'Arena Garibaldi ospiterà tre partite: Juventus Under 23 sabato 6 aprile (ore 16.30), Pontedera giovedì 18 aprile e Novara sabato 4 maggio. In trasferta invece i nerazzurri sono attesi dall'Arzachena sabato 13 aprile e dalla Pro Patria sabato 27 aprile. Una tabella di marcia tutt'altro che complessa, a patto ovviamente di non incappare in cali di tensione e errori di valutazione in merito alla forza e alla pericolosità dell’avversario. A cominciare dalla partita di sabato prossimo, quando all'Arena arriverà l'Under 23 bianconera desiderosa di riprendere a fare punti per alimentare il sogno playoff.

La formazione torinese ha dei valori interessanti nello spogliatoio: il 3-0 rifilato alla Pro Vercelli dieci giorni fa non nasce dal nulla. L'altro lato della medaglia mette però in evidenza una grande fragilità mentale e la scarsa esperienza a gestire i momenti più delicati delle gare: la dimostrazione è il poker incassato in casa per mano della Pistoiese sabato scorso. Con 35 punti, la Juventus si trova a -5 dal Pontedera, ultima squadra della griglia playoff. Se i ragazzi di Zironelli vogliono inseguire questo obiettivo, la partita di Pisa potrebbe rivelarsi come una delle ultime spiagge. Ecco che quindi la sfida assume una sfumatura diversa rispetto ai 21 punti di differenza accumulati sul campo e ai molti campionati in più sulle spalle della rosa nerazzurra. L'atteggiamento visto contro l'Albissola sabato scorso fa comunque ben sperare: il Pisa ha imparato a soffrire quando gli avversari spingono e provano a forzare per trovare il gol. La squadra in campo non si disunisce e resta molto compatta, trovando le energie per controbattere alla manovra nemica.

I 110 anni dello Sporting Club

L'Associazione Cento ha svelato il programma integrale delle celebrazioni per il centodecimo compleanno del Pisa Sporting Club. Dal 9 al 12 aprile il palcoscenico dal quale verranno declamati ricordi e gli aneddoti più significativi della storia nerazzurra saranno le Officine Garibaldi in via Gioberti. Da martedì 9 alle ore 15 fino al termine delle celebrazioni sarà visitabile una mostra di cimeli storici dei nerazzurri insieme alla ricostruzione in 3D dell'Arena Garibaldi a opera di Alessandro Soldani: l'accesso è totalmente gratuito.

Martedì 9 aprile alle 10.30 verrà scoperta una targa commemorativa in Piazza San Paolo a Ripa d'Arno, luogo nel quale nacque fisicamente il calcio pisano. Alle 11 verrà allestito uno shooting fotografico con le divise d'epoca dello Sporting Club al quale è inviata anche la squadra attuale, e alle 15, come detto, ci sarà l'inaugurazione ufficiale della mostra. Il giorno dopo, mercoledì 10 aprile, alle 15 si raduneranno le vecchie glorie nerazzurre, precedute da un convegno che farà il punto della situazione sul progetto della ristrutturazione dell'Arena Garibaldi. Giovedì 11 aprile sarà dedicato al laboratorio e alle visite guidate dei bambini e dei ragazzi delle scuole cittadine, e venerdì 12 nel pomeriggio si chiuderà la mostra.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Olio di semi mescolato con il gasolio: denunciati gestori di distributore

  • Si ferma ad un distributore e si masturba 'di fronte' ad una donna che fa rifornimento

  • Lotterie: vinto un milione di euro a Pisa

  • Scontro tra due auto: muore 70enne

  • Cosa fare a Pisa nel weekend dell'Immacolata!

  • Terremoto in Toscana: scossa di magnitudo 4.5 nel Mugello

Torna su
PisaToday è in caricamento