Pisa S.C. 1909: riprende oggi la preparazione in vista del campionato

Al gruppo nerazzurro si sono uniti anche Gamarra e Verna, appena rientrato dal prestito al Cosenza. Girandola di nomi per la difesa: Gemmi e Corrado al lavoro per un rinforzo di valore da consegnare a mister D'Angelo

Il Pisa riaccende i motori. Dopo la vacanza concessa dallo staff tecnico ai giocatori in concomitanza con i festeggiamenti per il nuovo anno, la truppa nerazzurra si è ritrovata questa mattina agli ordini di mister Luca D'Angelo per riprendere la preparazione in vista del campionato. Lo Sporting Club lavorerà esclusivamente sui campi del centro tecnico di San Piero a Grado in questa settimana, per poi tornare alla consueta alternanza con il terreno dell'Arena Garibaldi la prossima settimana.

Gamarra e Verna in più

Il Pisa oggi e venerdì effettuerà una doppia seduta (mattina e pomeriggio), mentre svolgerà un solo allenamento mattutino nelle giornate di giovedì e sabato. Domenica 13 gennaio sarà l'ultima di riposo per la squadra, che da lunedì metterà nel mirino la Robur Siena, compagine che affronterà al rientro in campo domenica 20 gennaio (ore 14.30 all'Arena Garibaldi). Da quella partita la stagione nerazzurra proseguirà senza soste fino al traguardo finale. 

Al gruppo si sono uniti i due centrocampisti Sebastian Gamarra e Luca Verna. Il primo ha firmato il contratto che lo lega allo Sporting Club qualche giorno fa, mentre il secondo è un volto molto noto sotto la Torre. Il forte mediano abruzzese rientra alla base dopo il prestito di sei mesi al Cosenza: l'esperienza non è stata positiva, e si è conclusa anzitempo con sole 7 presenze in campionato fino a fine dicembre. La scarsa considerazione di mister Braglia ha convinto Verna a tornare a Pisa e, seppur in una categoria inferiore, competere per una maglia da titolare nello scacchiere predisposto da mister D'Angelo. Luca Verna ha svolto l'intera preparazione con la squadra in Trentino, disputando anche uno scampolo di gara nella trasferta di Parma in Coppa Italia ad agosto prima del trasferimento in Calabria. Il centrocampista quindi conosce i meccanismi della formazione nerazzurra, e l'intero spogliatoio ha accettato di buon grado il rientro di un giocatore che, se messo in condizione di esprimersi al meglio, in Serie C può fare la differenza. Al suo attivo Verna ha due campionati in nerazzurro: la stagione della promozione in B e la complicata annata cadetta conclusasi con la retrocessione. In totale 78 presenze condite da 8 reti.

Molti nomi per la difesa

Al momento le attenzioni maggiori degli uomini di mercato del Pisa si stanno concentrando sul reparto arretrato. Roberto Gemmi e Giovanni Corrado hanno intenzione di consegnare a D'Angelo almeno un rinforzo di valore ed esperienza, che vada ad arricchire il reparto che, nella prima parte della stagione, ha mostrato i maggiori segnali di sofferenza. Il Pisa è alla ricerca di un giocatore dal buon curriculum ma pronto per calarsi immediatamente nella realtà nerazzurra e vestire, perché no, una maglia da titolare. I nomi che sono circolati negli ultimi giorni corrispondono sia a reali interessamenti della società, sia a sponsorizzazioni messe in giro dai procuratori. E' il normale gioco delle parti nel corso del calciomercato: nei prossimi giorni ci sarà l'affondo decisivo e la nebbia si diraderà.

Nello specifico i profili più caldi corrispondono ai nomi di Alessandro Ligi (classe '89, 183 gettoni in Serie B, di proprietà del Carpi), Romano Perticone (classe '86, 282 presenze in B e 27 in A, di proprietà della Salernitana), Antonio Giosa (classe '83, oltre 210 presenze fra i professionisti, di proprietà del Potenza) e Pietro Ceccaroni (classe '95, 39 presenze in B, 22 in C, di proprietà dello Spezia ma attualmente in prestito al Padova). Più defilati, al momento, i nomi di Danilo Quaranta (21 anni dell'Ascoli) e Paride Pinna (classe '96 della Casertana). La rosa di nomi dalla quale pescare uno o più rinforzi per la difesa dovrebbe essere questa, salvo inserimenti e occasioni improvvise che potrebbero dirottare gli interessi della dirigenza nerazzurra. Quello che è certo è che con un nuovo volto fra i centrali difensivi, Liotti potrebbe tornare a giocare nel ruolo a lui più congeniale: cioè il cursore di fascia. In questo modo Francesco Lisi verrebbe spostato a destra, con Liotti ad agire sulla corsia mancina. 

Gemmi e Corrado però non vogliono lasciare niente di intentato, e potenzieranno la rosa anche in attacco, in modo da chiudere il mercato con almeno un volto nuovo per reparto. Il Girone A di Serie C non ha ancora un vero padrone, la classifica in alto è molto corta e con tutti gli scontri diretti e i recuperi che verranno disputati nel girone di ritorno il Pisa, con un buon filotto di risultati, può inserirsi di prepotenza nella corsa alla vetta.

Cessioni alle porte?

Il Pisa ha due slot nella lista degli Over da riempire. Per questo motivo la società nerazzurra non è obbligata a cedere qualcuno dei giocatori attualmente in rosa prima di acquistare. E' anche vero però che, soprattutto nel reparto di centrocampo, con gli innesti di Gamarra e Verna l'affollamento inizia a toccare livelli di guardia. Per questo motivo potrebbero essere alle viste alcune partenze. I maggiori indiziati sono Izzillo e Zammarini. Il primo, dopo un discreto avvio, ha perso via via terreno nei confronti dei compagni e la società è disposta a farlo partire in prestito per consentirgli di ritrovare continuità e fiducia. Il secondo invece dopo un buon girone d'andata è finito nel mirino di un paio di società di B: Spezia e soprattutto Salernitana. Luigi Cuppone e Iacopo Cernigoi, anche loro alle ricerca di spazio, sono gli altri due indiziati per una partenza. Per due elementi che potrebbero salutare in attacco, potrebbe essercene uno in arrivo: negli ultimi giorni si sono fatte insistenti le voci circa l'interessamento del Pisa nei confronti di Strambelli (Potenza) e Curcio (Vicenza). Entrambi molto tecnici, sono due giocatori che vedono bene anche la porta e con la loro rapidità potrebbero essere una freccia in più all'arco di Luca D'Angelo.

Convenzione in arrivo

Dopo due anni e mezzo di stallo e deroghe continue, il Pisa Sporting Club finalmente è prossimo alla ratifica della convenzione che regola l'utilizzo dell'Arena Garibaldi. Dopo una lunga serie di incontri con i tecnici comunali, la società e l'amministrazione cittadina hanno raggiunto un accordo che verrà ufficializzato e comunicato entro la fine del mese di gennaio. L'ultima convenzione venne stipulata dal presidente Battini nel 2014 e si esaurì nell'estate del 2016. Da quel momento in poi la squadra aveva potuto usufruire dello stadio soltanto grazie alle deroghe concesse.

Potrebbe interessarti

  • Incubo sveglia? 6 trucchi per diventare persone mattiniere

  • Lavastoviglie pulita e profumata: ecco i nostri consigli

  • Realmente i farmaci generici sono uguali a quelli di marca?

  • Salute: a Pisa il primo centro clinico proctologico e del pavimento pelvico

I più letti della settimana

  • Luminara 2019: programma, informazioni e misure per la sicurezza

  • Si sente male mentre passeggia in spiaggia: anziana turista trovata morta

  • Torna il cinema sotto le stelle al Giardino Scotto: il programma di giugno

  • Incendio sul Monte Pisano: ancora fiamme

  • Professoressa colpita da ictus: i poliziotti la salvano entrando dalla finestra

  • A Cascina inaugurato il punto vendita Bricofer

Torna su
PisaToday è in caricamento