Pisa S.C.: battere il Novara per arrivare ai playoff come migliore terza dell'intera Serie C

Sabato 4 maggio, contro i piemontesi, ai nerazzurri basterà un punto per arrivare terzi in campionato. Con una vittoria però il Pisa sarebbe anche certo di arrivare ai playoff da migliore terza dei tre gironi: un vantaggio non indifferente

Tre punti sono meglio di uno. La logica è schiacciante e corre in soccorso del Pisa e dei suoi sostenitori, intenti a fare gli ultimi calcoli in previsione di un finale di stagione regolare infuocato. Sabato 4 maggio all'Arena Garibaldi i nerazzurri disputeranno la partita conclusiva della regular season: alle 16.30 ci sarà il fischio d'inizio della contesa con il Novara. Alla sfida con i piemontesi Gucher e compagni arrivano con la tranquillità di poter gestire due risultati su tre: basta infatti anche un solo punto al Pisa per staccare il biglietto per i playoff come terza classificata del Girone A di Serie C.

In caso di arrivo a quota 67 punti insieme alla Pro Vercelli (nel caso in cui le bianche casacche dovessero fare bottino pieno a Olbia), il Pisa la spunterebbe per il miglior rendimento negli scontri diretti: vittoria in Piemonte e vittoria casalinga. Questo consentirebbe ai nerazzurri di iniziare il percorso nei playoff a partire dal Primo Turno Nazionale, evitando così i due turni preliminari interni al girone. Ma c'è un grande stimolo che spingerà gli uomini di D'Angelo ad inseguire la vittoria anche contro il Novara: il piazzamento come migliore terza dell'intera Serie C. Questo obiettivo potrà essere centrato matematicamente soltanto conquistando i tre punti e salendo così a quota 69. In questo scenario ovviamente devono essere presi in considerazione anche gli altri due raggruppamenti per comprendere il meccanismo che assegna questa posizione.

Questione di coefficienti

Per stabilire l'ordine di arrivo delle tre terze dei gironi A, B e C, la Lega Pro nel mese di aprile ha diramato un comunicato nel quale individua due differenti coefficienti da assegnare alle formazioni del Girone A e del Girone C. Questi due parametri sono stati stabiliti sulla base delle partite del Girone B, l'unico che ha rispettato in pieno il requisito delle 20 società iscritte indicato nella scorsa estate. Nel raggruppamento del Pisa i club sono 19 in seguito all'esclusione del Pro Piacenza, mentre nel Girone C le formazioni sono 18: in partenza erano 19, poi in corso d'opera è venuta a mancare il Matera, fallito. Ecco perché le 38 partite di stagione regolare del Girone B sono state divise per le 37 del Girone A, arrivando al coefficiente di 1.02702702. Questo numero dovrà essere moltiplicato per i punti finali della terza classificata: nel caso in cui il Pisa chiudesse a 67, nella graduatoria verrebbe inserita con 68.8 punti. Nel caso in cui invece chiudesse il campionato a quota 69, nella graduatoria dei playoff figurerebbe a 70.9 punti.

La terza del Girone B è già sicura di essere la peggiore del lotto: Imolese e FeralpiSalò, appaiate a 61, anche con una vittoria e 64 punti finali resterebbero dietro sia al Pisa che alla terza classifica del Girone C. Proprio con quest'ultimo, quindi, i nerazzurri si giocano la palma della migliore terza. In questo caso il coefficiente con il quale moltiplicare i punti in classifica equivale a 1.05555556. In lizza per la terza piazza ci sono Catania e Catanzaro: entrambe possono chiudere il campionato a quota 67. Ciò significa che nella graduatoria dei playoff figurerebbero a 70.7 punti: proprio lo scarto di 0.2 punti permetterebbe al Pisa di chiudere davanti e staccare il pass come migliore terza classificate dall'intera Serie C. Ma quale vantaggio comporta questo piazzamento?

Testa di serie

Il piazzamento come migliore terza consentirebbe al Pisa, in caso di approdo al Secondo Turno Nazionale, di essere equiparata alle tre seconde classificate e diventare così una delle quattro teste di serie: i nerazzurri eviterebbero così un incrocio con una delle seconde e disputerebbero la gara di ritorno all'Arena Garibaldi. L'ulteriore vantaggio, da non dimenticare, consisterebbe nella possibilità di superare il turno semplicemente pareggiando il conto dei gol segnati dall'avversario: al termine dei 180', infatti, avanza alle semifinali la migliore classificata senza ricorrere ai tempi supplementari. Ma andiamo per gradi: innanzitutto è opportuno ricordare che quest'anno, in via eccezionale, non verrà disputata la finalissima. Le promosse in Serie B dai playoff saranno due: cioè le vincenti delle due semifinali. Queste andranno ad aggiungersi alle tre capoliste dei tre gironi, per un totale di cinque promozioni dalla Serie C.

Nel Primo Turno Preliminare si sfidano le formazioni di ciascun girone arrivate dal 5° al 10° posto: in caso di parità al 90', passa il turno la meglio classificata, che gioca la partita in casa. Nel Secondo Turno Preliminare entra in gioco la 4° di ciascun girone: altra sfida secca, nella quale al 90', anche in caso di parità, avanza la meglio classificata, che disputa ancora il match in casa. Si passa quindi al Primo Turno Nazionale, equivalente agli ottavi di finale: qui entrano in scena le terze classificate e la vincente della Coppa Italia di Serie C (Monza o Viterbese), con il doppio confronto classico. Al termine della partita di ritorno, giocata in casa della meglio classificata, si procede al conteggio dei gol totali: non vale la regola della marcatura in trasferta, supera il turno chi ha segnato il maggior numero di gol. In caso di parità, avanza la squadra meglio classificata. Eccoci quindi arrivati al Secondo Turno Nazionale, ovvero i quarti di finale: entrano in gioco le seconde. Altra doppia sfida con lo stesso meccanismo del turno precedente: passa il turno chi ha terminato più in alto nella stagione regolare. Siamo così ai due capitoli conclusivi dei playoff: le semifinali, anch'esse in partite di andata e ritorno. Qui l'effetto classifica viene annullato, e le sfide vengono decise tramite un sorteggio casuale: viene promosso in B chi segna più gol, ed in caso di parità al termine dei 90' della gara di ritorno si procede prima ai tempi supplementari ed eventualmente ai calci di rigore. Ovviamente non vale la regola del gol segnato in trasferta.

Il programma completo dei vari turni, con le rispettive date, è il seguente:

  • Primo Turno Preliminare: 12 maggio
  • Secondo Turno Preliminare: 15 maggio
  • Primo Turno Nazionale: andata 19 maggio; ritorno 22 maggio
  • Secondo Turno Nazionale: andata 29 maggio; ritorno 2 giugno
  • Semifinali: andata 8/9 giugno; ritorno 15/16 giugno

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Canapisa, gli organizzatori: "Continueremo a lottare contro il proibizionismo"

  • Cronaca

    Canapisa, zona stazione militarizzata: "Giorno nero per il commercio"

  • Cronaca

    Edicola confiscata alle mafie in Borgo Stretto: "Vogliamo un confronto con il Comune"

I più letti della settimana

  • I pesciolini d'argento (che non vivono nell'acqua): cosa sono e come proteggere la casa

  • Ateneo in lutto: è morto il professor Pietro Armienti

  • 'Pisa Air Show': tutto quello che c'è da sapere per vedere lo spettacolo

  • Muore vigile del fuoco 46enne: il cordoglio dei colleghi

  • Meteo, c'è la svolta: ecco quando arriverà il caldo

  • Pisa Air Show: il programma dello spettacolo sul litorale pisano

Torna su
PisaToday è in caricamento