Pisa - Virtus Entella 0-0: le pagelle | De Vitis e Benedetti annullano il super attacco ospite

Prestazione maiuscola in entrambe la fasi per il Pisa, che spaventa la capolista nel primo tempo. Difesa impenetrabile anche per il miglior attacco del girone

Applausi scroscianti al termine del match, e durante i 95' di gioco un entusiasmo ribollente che per molte partite nella prima parte della stagione sembrava sperduto. Il Pisa convince con il gioco e con l'atteggiamento in campo, e per tutto il primo tempo costringe la super capolista del Girone A di Serie C a giocare sulla difensiva.

De Vitis stratosferico

Gori 6.5: serata di ordinaria amministrazione. Eppure di fronte aveva il miglior reparto offensivo del girone. Sfodera la parata salva-risultato su Iocolano a metà secondo tempo.

Lisi 6: inizia a sinistra, finisce a destra, ma il succo del discorso non cambia. Corsa, tanto sacrificio, stavolta anche più precisione nelle giocate.

Benedetti 7: vive la partita con quel pizzico di concentrazione in più che gli deriva dall'essere un ex freschissimo. Conosce alla perfezione gli avversari e li azzera uno per uno.

De Vitis 7 (il migliore): per postura, personalità, intelligenza, senso della posizione, tempi, sembra un difensore nato. Disputa probabilmente la migliore prestazione da quando mister D'Angelo gli ha trovato la nuova collocazione. Un gigante al cospetto dei 'mostri' venuti da Chiavari.

Birindelli 6.5: nei primi 35' di gioco è letteralmente imprendibile. La sua spinta sulla destra è incessante e porta sempre al presupposto per colpire l'avversario. (Dal 57' Liotti 6: non sfigura fino al momento maledetto del sospetto 'crac' al metatarso del piede destro. Lo stesso infortunato quasi tre mesi fa. Esce in barella fra le lacrime, inconsolabile. Un grande in bocca al lupo con la speranza che lo spavento sia stato più grave del reale problema).

Di Quinzio 6.5: spesso utilizzando la tecnica, quando serve anche con il fisico. Il numero 10 nerazzurro partecipa attivamente alla battaglia aiutando la squadra in ogni zona di campo.

Gucher 6.5: un maestro nella gestione del ritmo e della velocità della manovra. Abbina a una grandissima tecnica personale anche la quantità e la grinta del vero capitano.

Verna 6.5: nei primi 20' piazza tre strappi che aprono in due lo scacchiere ligure. Prezioso come sempre nella doppia fase di interdizione e inserimento. (Dal 78' Marin sv).

Minesso 6.5: nel primo tempo è una spina nel fianco nella difesa biancoceleste. Riconquista la palla del possibile vantaggio con caparbietà. (Dal 62' Izzillo 6.5: si cala benissimo nella gara, prendendosi anche la responsabilità di alcune giocate interessanti nella metà campo avversaria).

Pesenti 6.5: è un guerriero. Fa a sportellate con chiunque si trovi nei paraggi. Il fuorigioco che gli viene segnalato nel secondo tempo è da vedere e rivedere al rallentatore. (Dal 78' Marconi sv: del tutto incolpevole, o quasi, in occasione dell'espulsione).

Masucci 6.5: un leone. Prende una quantità industriale di botte dagli avversari, ma anche lui riesce a farsi sentire nonostante la piccola stazza. (Dal 62' Moscardelli 6: stavolta al numero 9 non è riuscito il colpo risolutivo come una settimana fa a Vercelli. Ma entra in campo con lo spirito giusto e serve a Pesenti un assist al bacio. Peccato per il fuorigioco segnalato).

All. D'Angelo 7: questo Pisa piace, eccome. I nerazzurri stanno facendo passi da gigante sia nella gestione tecnico-tattica delle partite, sia nella loro lettura sul piano caratteriale e psicologico. Da essere un pulcino bagnato al cospetto delle altre big del girone, adesso il Pisa può fissare negli occhi gli avversari consapevole della propria forza. Per almeno un tempo i ragazzi di D'Angelo mettono sotto la capolista con una prestazione maiuscola in tutti i reparti. La strada intrapresa è quella giusta, il percorso di crescita ha portato finora a quattro risultati utili consecutivi e la classifica lassù continua ad accorciarsi.

Buon punto dopo lo spavento

Paroni 7, Crialese 6, Chiosa 6, Pellizzer 6, Belli 5.5, Eramo 5.5, Nizzetto 5.5 (dall'82' Di Cosmo sv), Paolucci 6, Iocolano 6 (dal 74' Mancosu sv), Mota 5 (dall'82' Icardi sv), Caturano 5 (dal 67' Currarino 5).

All. Boscaglia 6: i liguri tirano il fiato e si tengono stretti il punto al termine di una partita disputata per larghi tratti sulla difensiva. L'atteggiamento per niente reverenziale del Pisa obbliga la formazione di Chiavari a proteggere la propria area di rigore per tutto il primo tempo, e soltanto nella prima parte della ripresa dà l'impressione di poter giocare nella metà campo pisana. Al tirar delle somme, comunque, la Virtus Entella centra in pieno l'obiettivo con il quale era arrivata all'Arena Garibaldi: non perdere. La marcia verso la promozione in B può proseguire senza scossoni.

Potrebbe interessarti

  • Incubo sveglia? 6 trucchi per diventare persone mattiniere

  • Lavastoviglie pulita e profumata: ecco i nostri consigli

  • Realmente i farmaci generici sono uguali a quelli di marca?

  • Salute: a Pisa il primo centro clinico proctologico e del pavimento pelvico

I più letti della settimana

  • Luminara 2019: programma, informazioni e misure per la sicurezza

  • Torna il cinema sotto le stelle al Giardino Scotto: il programma di giugno

  • Si sente male mentre passeggia in spiaggia: anziana turista trovata morta

  • Incendio sul Monte Pisano: ancora fiamme

  • Rissa con accoltellamento in viale Gramsci: due feriti

  • Museo delle Navi Romane: il 16 giugno l'inaugurazione della 'Pompei del mare'

Torna su
PisaToday è in caricamento