Pro Patria - Pisa: le probabili formazioni | D'Angelo: "Non facciamo calcoli: con la Pro Patria serve il miglior Pisa"

Sabato 27 aprile i nerazzurri disputeranno l'ultima trasferta della stagione regolare. De Vitis tornerà ad allenarsi in gruppo da lunedì. A Busto Arsizio non ci sarà Buschiazzo

Non commettere passi falsi, prolungare la striscia di imbattibilità e fare un altro metro verso la conquista del terzo posto. Sono questi gli obiettivi che si è posto il Pisa in vista della trasferta di Busto Arsizio, in programma domani, sabato 27 aprile, sul campo della Pro Patria. I nerazzurri, dopo il pareggio con il Pontedera di otto giorni fa, sono a quattro punti dalla matematica certezza di disputare i playoff con la dote della terza piazza del Girone A. Un traguardo alla portata, distante però ancora due, insidiose, curve.

De Vitis, Liotti e Verna verso il recupero

Il primo ostacolo che si presenta di fronte agli uomini di D'Angelo è una Pro Patria ancora in corsa per il sesto posto nel girone. I tigrotti di Busto Arsizio sono ormai certi quanto meno dell'ottavo posto, e quindi sul terreno dello 'Speroni' daranno molto filo da torcere ai nerazzurri. Il Pisa comunque arriva alla sfida in Lombardia forte di una striscia di imbattibilità che dura da 14 turni, che diventano 15 se si aggiunge anche la vittoria a tavolino con il Pro Piacenza. Un ruolino di marcia impressionante, che però necessita della classica ciliegina finale.

"Ma non dobbiamo andare in campo facendo calcoli", ammonisce mister D'Angelo. "Dobbiamo puntare a fare il massimo sia domani che con il Novara - prosegue il tecnico - perché tutte le energie devono essere messe in campo". "Affronteremo una squadra che ci ha battuto all'andata", ricorda l'allenatore nerazzurro. "Sanno stare bene in campo e in casa in particolar modo riescono ad esaltarsi. Il gruppo è consapevole di dover fornire una prestazione di alto livello". "Con il Pontedera non abbiamo dominato come nelle scorse settimane - ammette il tecnico - ma penso sia normale: la squadra non può essere perfetta in ogni gara". Nessun problema per Max Pesenti, protagonista dell'errore dal dischetto con il Pontedera al 94': "Si è allenato bene, senza nessuna ripercussione. I rigori si possono sbagliare, ma non è cambiato la mia opinione e quella del gruppo nei suoi confronti: a livello umano e tecnico è un elemento molto importante".

"De Vitis sarà a completa disposizione da lunedì": è questa la bella notizia data da mister D'Angelo, che prosegue poi spiegando che "si allenerà a pieno regime con il gruppo e potrebbe scendere in campo con il Novara. Verna e Liotti invece rientreranno più gradualmente, in modo da riaverli al top per i playoff". Domani fra i convocati ci sarà però una lieta novità: Fischer, esterno difensivo del 2003 della formazione degli Allievi, farà parte della spedizione nerazzurra. A Busto Arsizio invece non ci sarà Fabrizio Buschiazzo: "Ha capito pienamente l'errore commesso nel finale di gara con il Pontedera. La società ha ritenuto giusto sanzionarlo con la multa e l'esclusione forzata dalla trasferta, ma durante la settimana anche nel suo caso non ci sono state ripercussioni. Si è allenato serenamente e quella di domani resterà una parentesi, giusta ma isolata".

La sorpresa della stagione

La Pro Patria è a tutti gli effetti la grande sorpresa della stagione. I bustocchi, ritornati fra i professionisti dopo due anni trascorsi nell'inferno della Serie D, hanno centrato con diverse giornate d'anticipo la qualificazione agli spareggi promozione, e a 180' dal termine della regular season hanno ancora diverse chance da giocarsi per migliorare l'attuale ottava posizione. Per farlo dovranno necessariamente passare dalla vittoria con il Pisa, già sconfitto a domicilio nella gara pre-natalizia. Sul campo biancoblu sono già cadute le nobili Virtus Entella e Carrarese, solo per fare due esempi di quanto sia complicata la gara che attende i nerazzurri.

Il 3-5-2 disegnato da mister Javorcic fa della brillantezza nella corsa e dell'organizzazione di gioco le proprie armi principali. La finalizzazione è affidata a una vecchia volpe della Serie C come Giuseppe Le Noci, autore di 12 reti a 37 anni suonati. Accanto a lui si alternano Gucci (9 reti) e Mastroianni (6 gol), supportati spesso a partita in corso dal genio di Mario Santana: l'argentino, a 38 anni, con molti campionati di Serie A alle spalle (Fiorentina, Genoa e Palermo), è sicuramente l'elemento di maggior spicco della rosa bustocca.

L'arbitro e alcune curiosità statistiche della partita

La sfida dello 'Speroni' è stata affidata al signor Gino Garofalo della sezione di Torre del Greco. Il fischietto campano non ha mai incrociato il Pisa nelle tre stagioni in Serie C, mentre ha incontrato per due volte i bustocchi proprio in questo campionato: sconfitta a Olbia e vittoria sul campo dell'Entella.

Si troveranno di fronte le due formazioni seconde per rendimento rispettivamente in casa e in trasferta: la Pro Patria fra le mura amiche ha totalizzato 38 punti in 18 partite, mentre il Pisa lontano dall'Arena ha conquistato 33 punti in 18 match. Anche sul piano del rendimento recente i bustocchi tengono testa ai nerazzurri: la formazione lombarda risponde ai 14 risultati utili consecutivi del Pisa con tre vittorie di fila. Inoltre gli uomini di Javorcic non perdono in casa dal lontano 21 ottobre, quando il Piacenza sbancò lo 'Speroni' con un secco 4-1.

Nel match di andata, giocato all'Arena Garibaldi il 23 dicembre, i lombardi hanno inflitto al Pisa quella che al momento resta l'unica sconfitta interna della stagione: uno 0-2 finale abbastanza meritato. A Busto Arsizio nella sua storia i nerazzurri hanno giocato 8 volte. L'ultima apparizione sul campo dei tigrotti risale al 29 aprile 2007: gli uomini allora guidati da Piero Braglia si presentarono allo 'Speroni' da primi della classe, in netta ascesa rispetto alle contendenti Grosseto e Sassuolo. Quella partita purtroppo è rimasta celebre negli amarcord della tifoseria pisana, che in quell'occasione affollò con oltre 3mila spettatori gli spalti lombardi. Sopra con grande merito per due reti alla mezz'ora di gioco, i nerazzurri si fecero rimontare fino a perdere 4-2, dicendo virtualmente addio ai sogni di promozione diretta in B, che sarebbe comunque arrivata al termine dei playoff. Il bilancio totale è in perfetta parità: 3 vittorie per parte e 2 pareggi.

Le probabili formazioni

Pro Patria (3-5-2): Tornaghi; Molnar, Lombardoni, Battistini; Galli, Fietta, Colombo, Gazo, Mora; Le Noci, Mastroianni. All. Javorcic

Pisa (4-3-1-2): Gori; Lisi, Benedetti, Brignani, Meroni; Di Quinzio, Gucher, Marin; Izzillo; Moscardelli, Masucci. All. D'Angelo

Potrebbe interessarti

  • Aperitivi e cocktail estivi: 5 proposte da Marina a Calambrone

  • Attenzione al ragno violino: come difendersi dal suo morso

  • Mantenere puliti i capelli: le abitudini più comuni da evitare

  • Come pulire e igienizzare i bidoni della spazzatura

I più letti della settimana

  • Casting, a Pisa arriva 'L'amica geniale': si cercano comparse

  • Tutti con gli occhi al cielo: arriva l'eclissi di Luna

  • Attenzione al ragno violino: come difendersi dal suo morso

  • Incidente stradale sull'Arnaccio: due persone in ospedale

  • Ricerche per una donna dispersa in mare: ritrovata sulla spiaggia di San Rossore

  • Caso Ragusa, la Cassazione conferma: Logli condannato a 20 anni

Torna su
PisaToday è in caricamento