Pro Patria - Pisa 1-2 | Pisa ancora di rimonta: nerazzurri con vista sul terzo posto

Fuochi d'artificio nel finale di primo tempo: Masucci risponde a Bertoni, pareggio all'intervallo. Nella ripresa Birindelli firma la rimonta e l'undicesima vittoria esterna in campionato: eguagliato il record di Ventura

Il Pisa centra l'undicesima vittoria esterna della sua stagione e blinda virtualmente il terzo posto in classifica. L'ennesima rimonta del girone di ritorno, firmata da Masucci e Birindelli, ribalta il vantaggio dei padroni di casa e allunga la strepitosa striscia positiva dei nerazzurri. Adesso i risultati utili sono 15 (16 con la vittoria a tavolino): un rendimento strepitoso che deve concludersi al meglio sabato prossimo, 4 maggio, all'Arena Garibaldi contro il Novara. Servirà almeno un punto per avere la matematica certezza del terzo posto. E poi sarà la volta dei playoff.

Bel primo tempo allo 'Speroni' di Busto Arsizio, dove le due formazioni si affrontano a viso aperto scegliendo schieramenti speculari: un 3-5-2 che permette di vedere molti duelli in diverse zone del campo. Parte leggermente meglio la Pro Patria, ma poi nella fase centrale esce fuori il miglior palleggio nerazzurro. Marconi e Masucci in avanti si vedono poco, e l'occasionissima arriva sugli sviluppi di un calcio piazzato di Di Quinzio: Tornaghi è prodigioso sul tap-in di Izzillo. Nei minuti finali della prima frazione la gara esplode: prima i tigrotti passano in vantaggio con un bolide di Bertoni, e sessanta secondi dopo Masucci sfrutta la percussione di Lisi per riportare il punteggio in parità. La seconda frazione si apre su ritmi ancora alti, con le due squadre che cercano di superarsi. Per prima va vicina al gol la Pro Patria, sfruttando un'indecisione difensiva che vede protagonisti Meroni e Gori. Per poco non ne approfitta Mora che da posizione defilata centra il palo. Passano pochi minuti e Masucci riporta in parità il conto dei pali. Anche lui è in posizione defilata, ma con una bella acrobazia gira verso la rete la sponda di Pesenti: Tornaghi scavalcato, traversa e palla nuovamente in campo. La Pro Patria sembra però avere meno benzina del Pisa, e gradualmente smorza la sua pressione offensiva. Ne approfitta il Pisa per alzare il suo baricentro e mettere la freccia al 69'. Birindelli tira fuori dal cilindro il classico coniglio: sinistro a giro dal limite, palla all'incrocio e tripudio degli oltre 400 pisani arrivati a Busto Arsizio. Nel finale di gara i tigrotti radunano le residue energie, gettano nella mischia cinque attaccanti, ma non entrano più nell'area nerazzurra.

La partita

Il Pisa si presenta alla sfida dello 'Speroni' forte degli ultimi 14 risultati utili consecutivi messi insieme sul campo (diventano 15 con la vittoria a tavolino con il Pro Piacenza). Un'accelerazione poderosa che ha condotti i nerazzurri fino al terzo posto in classifica in solitaria: restano 180' da giocare prima della fine della stagione regolare, e Moscardelli e compagni per chiudere il campionato in questa posizione devono necessariamente passare indenni dalla gara sul campo della Pro Patria. Proprio i bustocchi hanno una striscia aperta di tre vittorie consecutive, e sono ancora in corsa per il sesto posto finale nel Girone A di Serie C. Si preannuncia quindi una partita spettacolare fra biancoblu e nerazzurri.

Mister D'Angelo opta per uno schieramento a specchio rispetto a quello dei padroni di casa, rispolverando così il 3-5-2: l'ultima volta che è sceso in campo con questo modulo, il Pisa ha sbancato il campo dell'Olbia. Dentro quindi Brignani, Benedetti e Meroni a formare la linea difensiva, con Lisi e Birindelli a spingere sulle corsie laterali. Ritrova una maglia da titolare Izzillo, con Masucci e Marconi in attacco: panchina iniziale per Moscardelli e Pesenti. 

La Pro Patria prova a partire forte, chiudendo il Pisa nella propria area di rigore con due corner ben controllati dalla retroguardia nerazzurra. La risposta degli uomini di D'Angelo non si fa attendere: Birindelli al 7' sfrutta l'apertura di Marconi e sprinta sulla corsia destra fino all'area lombarda. Il numero 2 è indeciso e fa una cosa a metà fra il tiro in porta e il passaggio per Masucci: la difesa biancoblu sbroglia il pericolo. La gara prosegue su buoni ritmi, favorita anche dallo schieramento speculare delle due formazioni: in molte zone del campo i giocatori si affrontano in duelli singoli. Ne fa leggermente gli sconti la manovra del Pisa, che non riesce a trovare con continuità il fosforo di Gucher. Ci pensa allora Di Quinzio al 18' a mettersi in proprio: salta Colombo e dai 20 metri scaglia un bolide a mezza altezza che esce di poco a lato. La prima conclusione nello specchio della porta di Gori arriva invece al 22', al termine di una lunga azione manovrata che porta al tiro dal limite di Bertoni: palla centrale.

Occasionissima nerazzurra poco prima della mezz'ora, scaturita dalla punizione conquistata da Lisi al limite dell'area bustocca. La conclusione di Di Quinzio viene smorzata dalla barriera: sul rimpallo piombano Birindelli e Izzillo, ma il tocco sottomisura viene chiuso in angolo da un grande riflesso di Tornaghi. Dopo questo episodio la Pro Patria si sistema meglio in campo e riesce a tenere il Pisa più lontano dalla sua area di rigore. La velocità delle giocate resta buona, ma le due squadre si affrontano principalmente in mezzo al campo. Ma proprio quando il pareggio sembra essere il risutalto che conduce all'intervallo, arriva il gol dei padroni di casa. Il cross di Mora viene allontanato male da Birindelli: sulla respinta centrale arriva in corsa Bertoni che di potenza insacca sotto alla traversa. I nerazzurri non accusano il contraccolpo e si riversano nella metà campo lombarda. Lisi anticipa Mora e si incunea in area: viene toccato da dietro e rovina a terra, ma accanto a lui c'è Masucci, libero di appoggiare in rete da cinque metri il pareggio.

La seconda frazione si apre sui ritmi alti che hanno caratterizzato il primo tempo, e la prima squadra che bussa alla porta avversaria è la Pro Patria. Bertoni serve l'inserimento di Mora, che entra in area da destra. Meroni va a contrasto, la palla rimbalza fra i due e Gori: il più lesto a rimetterci la gamba è l'esterno bustocco, con la palla che sbatte sul palo e torna fra le mani di Gori. I nerazzurri riequilibrano anche il conto dei pali al 59' con Masucci, che si avvita a centro area e coglie una clamorosa traversa sfruttando al massimo la sponda aerea di Pesenti, appena entrato in campo al posto di Marconi.

Il colpo di scena è dietro l'angolo e si materializza al 69' con la perla balistica di Birindelli. Il terzino raccoglie la corta respinta della difesa bustocca sull'incursione di Pesenti ed elude la pressione di Disabato. Il numero 2 inquadra la porta e dai 20 metri fa partire un sinistro a giro meraviglioso che cade proprio sotto all'incrocio dei pali: Pisa in vantaggio. La gara adesso è su dei binari molto graditi dal Pisa. La Pro Patria, stanca per il grande sforzo profuso, è costretta ad alzare il suo baricentro alla ricerca del pareggio ma si scopre maggiormente in fase difensiva, vista anche la contemporanea presenza di cinque giocatori d'attacco in campo. I nerazzurri possono così beneficiare di spazi più ampi nella metà campo avversaria nei quali lanciarsi in ripartenza.

Non accade però più niente: D'Angelo alza il muro inserendo anche Masi in difesa, e la Pro Patria non va oltre qualche lancio lungo che è facile preda dei nerazzurri.

Le pagelle

Il tabellino

Pro Patria - Pisa 1-2

Pro Patria (3-5-2): Tornaghi; Lombardoni (46' Molnar), Battistini, Boffelli; Galli, Colombo (61' Disabato), Bertoni (75' Santana), Pedone (61' Fietta), Mora (84' Gucci); Le Noci, Mastroianni. All. Javorcic

Pisa (4-3-1-2): Gori; Benedetti, Brignani, Meroni (84' Masi); Lisi, Di Quinzio, Gucher, Izzillo (56' Marin), Birindelli; Masucci (89' Minesso), Marconi (56' Pesenti). All. D'Angelo

Reti: 41' Bertoni (PP), 42' Masucci (P), 69' Birindelli (P)

Ammoniti: Lombardoni (PP), Birindelli (P), Bertoni (PP), Battistini (PP), Masucci (P), Fietta (PP), Molnar (PP)

Note: abitro Gino Garofalo; angoli 7-1 (3-1); recupero 2' e 4'

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si lancia sulla fidanzata pronta a gettarsi dalla finestra: cadono entrambi nel vuoto

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 14 e 15 settembre

  • Spari al Cep: fermate due persone

  • Si schianta con lo scooter contro un'auto: muore 21enne bagnino

  • Ragazzo cade dalle spallette sui lungarni

  • Ciak si gira: a Pisa il via alle riprese della seconda stagione de 'L'amica geniale'

Torna su
PisaToday è in caricamento