Salernitana - Pisa 1-1 | Masucci 'boom': il Pisa strappa un punto pesante a Salerno

Dopo 105 giorni i nerazzurri tornano in campo e offrono una splendida prestazione sul campo della Salernitana. Granata avanti alla prima occasione, Masucci rimette le cose a posto con un bolide dal limite

Prendere, incartare e portare a casa. Non sembrano essere trascorsi 105 giorni dall'ultima partita ufficiale: gli uomini di D'Angelo ripartono dalla carica agonistica e dalla concentrazione del derby col Livorno e strappano sul campo della Salernitana un punto pesantissimo. Con organizzazione e personalità i nerazzurri comandano, di fatto, il gioco in casa di una delle formazioni più performanti tra le mura amiche. L'1-1 finale dice poco degli ottimi contenuti evidenziati da Masucci e compagni nei 100' complessivi dell'Arechi. E' il primo passo del 'nuovo campionato' che il Pisa compie verso la salvezza: raggiunta quota 37.

E' un buon Pisa quello che riparte dal campo della Salernitana. Di fronte a una delle migliori formazioni per rendimento interno della Serie B, i nerazzurri cercano di sciorinare la loro manovra senza eccessivi timori reverenziali. Anzi, sono proprio gli uomini di D'Angelo che costruiscono le due migliori azioni della prima mezz'ora del match. Prima Marconi non riesce a trovare il guizzo vincente sull'indecisione di Vannucchi, poi è Siega che viene stoppato un attimo prima del tiro in area di rigore. Ma come nei più classici dei copioni sono i padroni di casa che passano al primo vero affondo. Lombardi viene lanciato in contropiede e colpisce il palo dall'interno dell'area. Il rimpallo è sfavorevole per i nerazzurri: Kiyine tenta la ribattuta, Gucher si oppone ma finisce per servire Djuric tutto solo nell'area piccola. Per l'ariete bosniaco è un gioco da ragazzi segnare la rete dell'1-0. La reazione nerazzurra è discreta, la Salernitana è costretta a difendersi, ma arriva soltanto un altro tiro in porta: Gucher su punizione trova l'incrocio, ma Vannucchi smanaccia in corner. Il tempo di recuperare le forze negli spogliatoi durante l'intervallo, e poi il Pisa torna in campo con la stessa decisione nella ricerca del gol del pari. E non serve attendere troppo: al 54' Masucci spara un bolide dal limite dell'area e impallina Vannucchi all'incrocio dei pali. I padroni di casa accusano il colpo e i nerazzurri (oggi in maglia gialla) insistono. Vido rileva Marconi e nel giro di un minuto sfiora per due volte il raddoppio: prima di testa, poi con un rasoterra dal limite. La Salernitana è tutta nella punizione di Kiyine che rimbalza davanti a Gori: la sequenza è palo-testa del portiere-traversa e petto di Masucci per il corner. Poi, di fatto, più nulla.

La partita

Via la polvere e la ruggine di dosso: si torna a fare sul serio. Dopo i tre mesi di stop imposti dal lockdown e dall'emergenza sanitaria scatenata dal coronavirus, il pallone torna a rotolare sui campi della Serie B. Il Pisa riprende la sua corsa verso la salvezza dalla trasferta di Salerno: sul prato dell'Arechi i nerazzurri incrociano gli scarpini con gli uomini del grande ex Gian Piero Ventura. Gori e compagni per centrare punti pesanti nell'economia della lotta per il mantenimento della categoria, i granata con l'obiettivo di alimentare il sogno della Serie A. In classifica le due squadre sono separate da sei punti: 42 per i padroni di casa, 36 quelli del Pisa.

D'Angelo si ripresenta ai nastri di partenza con il ritorno al 3-5-2 e un graditissimo rientro tra i titolari: al centro della difesa c'è Marco Varnier, assente dal 4 ottobre. Ai suoi lati agiscono Pisano e Caracciolo. Sugli esterni spingono Lisi e Birindelli, con la diga mediana composta da Siega, De Vitis e Gucher. In attacco il tecnico nerazzurro opta per la coppia più collaudata: Marconi e Masucci. La Salernitana risponde con il medesimo schieramento nel quale spicca la presenza, in avanti, del grande ex Alessio Cerci in supporto a Djuric.

Le due squadre partono con discreti ritmi e la prima occasionissima capita sul destro di Marconi al 3'. Gucher si distende sull'out destro e crossa al centro, dove Aya lo disturba nell'uscita e la palla rimane a disposizione del centravanti nerazzurro, lì a due passi. Marconi calcia di prima ma sia Vannucchi che Aya si oppongono col corpo, salvando la porta. E' un Pisa guardingo, che si schiera su due linee molto strette quando la Salernitana attacca: i granata sono abili a dialogare nello stretto dopo aver cercato la profondità sulla torre Djuric.

I nerazzurri faticano a trovare lo sfogo sugli esterni una volta recuperata la palla: Lombardi da una parte e Lopez dall'altra costringono Lisi e Birindelli a giostrare con un raggio d'azione corto per non rischiare di scoprire la linea difensiva. Nonostante queste difficoltà, però, la seconda buona azione della gara è ancora del Pisa. De Vitis e Gucher dialogano sulla trequarti al 23': l'austriaco pesca il taglio in area di Siega, che stoppa di petto ma prima del tiro viene bloccato dall'ex compagno Aya. I padroni di casa però mettono la freccia al primo vero affondo della serata al 29'. Marconi reclama il fallo per la marcatura di Billong, ma Ayroldi lascia correre e la Salernitana si invola in contropiede. Lombardi sfila in velocità a Varnier, calcia e colpisce il palo pieno: sul rimpallo la sfera va prima sul destro di Kiyine e poi su quello di Djuric, che da tre metri fulmina Gori. Salernitana in vantaggio.

La reazione nerazzurra è buona: i giri del motore salgono, la manovra si fa più ritmata e con più fluidità vengono trovati gli esterni. Manca però l'ultimo passaggio vincente e la difesa granata riesce a proteggere il vantaggio senza grossi affanni. Si finisce la prima frazione con questo tema tattico: è il Pisa che tiene maggiormente il pallino del gioco in mano, senza però trovare il colpo risolutivo. Nell'ultimissima occasione, al 46', Gucher calcia in porta una punizione conquistata da Lisi sulla sinistra: Vannucchi è bravissimo a togliere la sfera dall'incrocio dei pali.

La ripresa si apre con un cambio: Siega alza bandiera bianca a causa di un problema alla schiena, al suo posto c'è Soddimo. Il Pisa riprende da dove aveva lasciato: gioca, controlla il ritmo del gioco, si scopre forse un po' troppo sulle ripartenze dei padroni di casa, ma li tiene costantemente in apprensione e al 54' Masucci segna il primo gol della ripartenza. Il numero 26 controlla sulla trequarti, inquadra la porta e lascia partire un siluro col mancino, dai 20 metri, che impallina Vannucchi: palla all'incrocio, è 1-1.

Adesso la partita è più divertente, complici anche le distanze tra i reparti che si stanno allungando. La Salernitana viaggia rapida sugli esterni: Djuric dirige il 'traffico' e apre corsie invitanti per le folate di Maistro (subentrato a Cerci), Lombardi e Kiyine. I nerazzurri manovrano meglio, però la Salernitana va vicina al raddoppio alla seconda occasione della sua partita, quando al 63' Kiyine taglia una punizione insidiosa che rimbalza davanti a Gori. Il rimpallo con il palo è fortunato: Gori con la testa respinge e Masucci appoggia in corner per non correre ulteriori pericoli. Ma è sempre il Pisa che dirige le operazioni. Lisi sulla fascia sinistra è in costante proiezione offensiva, il tandem con Soddimo funziona e al 68' proprio il numero 10 serve a rimorchio De Vitis. Piattone al volo e palla alta.

Vido rileva Marconi e la musica in attacco non cambia: gli uomini di D'Angelo hanno il predominio del possesso palla e palleggiano senza paura. Ed è il numero 19 che ha sulla testa la palla del raddoppio: Masucci pennella da destra, Vido schiaccia di testa da ottima posizione ma spedisce la palla fuori. Ancora Vido un minuto dopo: recupera palla sulla trequarti, inquadra la porta e con un rasoterra sfiora il palo. Dopo questa occasione i contenuti del match scadono: entrambe le formazioni accusano la fatica e anche le rispettive manovre scendono di tono e ritmo. Il Pisa però continua a non arretrare il baricentro e con personalità lascia la Salernitana lontano dalla sua area.

Il tabellino

Salernitana - Pisa 1-1

Salernitana (3-5-2): Vannucchi; Billong, Aya, Jarozsynski; Lombardi (60' Di Tacchio), Akpa Akpro, Dziczek (78' Capezzi), Kiyine (78' Giannetti), Lopez; Djuric, Cerci (54' Maistro). All. ventura

Pisa (3-5-2): Gori; Caracciolo, Varnier, Pisano (68' Benedetti); Lisi, Siega (46' Soddimo), De Vitis (86' Pinato), Gucher, Birindelli (84' Belli); Marconi (68' Vido), Masucci. All. D'Angelo

Reti: 29' Djuric (S), 54' Masucci (P)

Ammoniti: Dziczek (S), Lopez (L), Birindelli (P), Akpa Akpro (S), Lombardi (S), Varnier (P), Jarozsynski (S)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Note: arbitro Giovanni Ayroldi; angoli 4-4 (1-3); recupero 3' e 7'

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto travolge tavoli e clienti di una pizzeria in via dell'Aeroporto

  • Coronavirus e sovraffollamento, nuova ordinanza: positivi inviati in albergo

  • Meteo, il gran caldo ha i giorni contati: torna il maltempo

  • Spiagge di ghiaia a Marina, alga tossica 6 volte oltre i limiti: "Fate attenzione"

  • Coronavirus in Toscana, 9 casi in più e zero decessi nelle ultime 24 ore

  • Coronavirus in Toscana: 4 nuovi casi, di cui 2 a Pisa

Torna su
PisaToday è in caricamento