Presentazione ufficiale per i due nuovi arrivi in casa nerazzurra: Sebastian Gamarra e Luca Verna

Determinazione ed entusiasmo per i due nuovi centrocampisti nerazzurri. Gemmi anticipa: "Chiuderemo per un difensore ed un giocatore con caratteristiche offensive"

E' tempo di presentazioni ufficiali in casa nerazzurra. Nella sala stampa dell'Arena Garibaldi fanno il loro debutto i due nuovi arrivi della finestra invernale di calciomercato: i centrocampisti Sebastian Gamarra e Luca Verna. Per quest'ultimo, a voler essere precisi, non si tratta di una vera e propria presentazione, quanto più di un 'bentornato' dopo le parentesi di un anno a Carpi e degli ultimi sei mesi a Cosenza in prestito, che sono seguite alle due stagioni in nerazzurro vissute dal 2015 al 2017.

A fare gli onori di casa c'è il direttore sportivo Roberto Gemmi, che spiega che "il ritorno di Verna è stato voluto fortemente da tutta la società. Può darci un aiuto sia dal punto di vista tecnico che da quello umano". "Gamarra invece è una mia scommessa - prosegue - era un talento incredibili nelle giovanili. Nel percorso si è un po' perso, anche per colpa sua, e abbiamo deciso di dargli questa grande opportunità. Dovrà ritagliarsi il proprio spazio in un reparto fra i più attrezzati dell'intera categoria". "L'intenzione del club - spiega Gemmi - è di rafforzare una rosa già competitiva, perché vogliamo provare a fare più punti del girone di andata. Non dobbiamo stravolgere gli equilibri all'interno dello spogliatoio, però dobbiamo lavorare per migliorare sensibilmente il rendimento casalingo". "Ci saranno sicuramente degli arrivi nel reparto difensivo", svela il Ds nerazzurro. "Nel corso dei mesi molte critiche sono piovute su questo pacchetto - commenta Roberto Gemmi - in parte sono giuste, e opereremo nella direzione di migliorarlo. Poi chiuderemo anche per un giocatore con caratteristiche offensive". 

"Il mercato chiude troppo tardi - è il pensiero di Gemmi riguardo alla finestra invernale delle trattative - perché al 31 di gennaio saranno state disputate già diverse partite di campionato. Per questo motivo vorrei chiudere tutte le nostre operazioni entro la gara del 20 gennaio con il Siena. Non dipende però soltanto dal Pisa, perché gli affari si fanno ovviamente in due".

Le parole dei due nuovi arrivi

Il primo a rompere il ghiaccio è il boliviano Gamarra, che illustra la sua storia e la sua carriera. "Ho iniziato a giocare in Bolivia, per poi approdare a 11 anni a Brescia. Dopo un anno sono arrivato al Milan, e poi due stagioni alla Feralpisalò dove purtroppo non sono riuscito ad esprimermi al meglio. Adesso voglio giocarmi con determinazione le mie chance qua a Pisa". "Le mie caratteristiche sono variegate - spiega Gamarra - ho giocato spesso come regista, ma alcune volte anche come mezzala. Quindi penso di potermi integrare bene in molti moduli". "Arrivando qua ho trovato un ambiente veramente disponibile e unito", commenta il boliviano. "So di essere arrivato in una rosa decisamente competitiva, ma sono carico e sicuro delle mie potenzialità. A livello fisico sto bene, ma ovviamente mi manca la condizione derivante dalle partite vere".

Prende poi la parola Luca Verna, animato da una grande voglia di rivincita. "A Cosenza non è andata come mi auguravo, e ho grande voglia di riscatto". "A gennaio non avevo mai cambiato maglia - prosegue - ma proprio per il fatto di tornare in un ambiente che conosco benissimo, sto vivendo questa realtà con grande serenità e ottimismo". "Sono orgoglioso dell'accoglienza che mi ha riservato l'ambiente dopo l'ufficialità del mio ritorno", commenta con un sorriso il centrocampista. "Torno a giocare in nerazzurro dopo il campionato in B - continua il mediano abruzzese - abbiamo vissuto un'annata molto particolare, anche se il gruppo ha sempre creduto alla salvezza, anche dopo la brutta sconfitta di Vicenza". "Questa squadra ha un grande potenziale - conclude Verna - ma è controproducente immaginare adesso l'obiettivo finale. E' meglio pensare di partita in partita, che con il lavoro quotidiano può fare veramente bene. Il potenziale sulla carta è veramente alto". "Sono qui grazie alla grande pressione che mi ha fatto il direttore e tutta la società del Pisa nelle scorse settimane. Già non ero sicuro di andare a Cosenza questa estate, e poi nel mese di dicembre praticamente non ho più avuto rapporti dopo aver deciso di tornare in nerazurro".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Fosso di via Maggiore di Oratoio pieno di rifiuti: "10mila euro per pulire, serve soluzione definitiva"

  • Cronaca

    Gioco del Ponte, si va verso la tregua: "C'è disponibilità a venire incontro a San Marco"

  • Cronaca

    Tirrenia, una tavola da surf... a remi: la nuova idea del bagnino inventore

  • Cronaca

    "Vogliamo essere ascoltati": i comitati di quartiere chiedono una consulta

I più letti della settimana

  • Cadavere lungo l'Arno: forse vittima di una caduta accidentale

  • Investito in bicicletta a San Giuliano Terme: muore anche la donna alla guida dell'auto

  • Tragedia sui lungarni: cadavere lungo l'argine del fiume

  • Via delle Torri, incidente tra due auto: una finisce ribaltata

  • Incidente con la moto a Volterra: 50enne ricoverato in gravi condizioni

  • San Frediano a Settimo: scontro tra un'auto e un'ambulanza

Torna su
PisaToday è in caricamento