rotate-mobile
Attualità

L'Accademia dei Disuniti festeggia i 25 anni (più uno) dalla ricostituzione

Celebrazioni alla presenza del sindaco Michele Conti lo scorso 22 ottobre

Dopo la ripresa delle attività culturali con il convegno organizzato all’Auditorium 'G. Toniolo' a inizio ottobre nell’ambito delle celebrazioni dantesche, venerdì 22 ottobre l’Accademia dei Disuniti di Pisa ha potuto finalmente festeggiare il venticinquesimo anniversario della sua ricostituzione moderna. Il sodalizio seicentesco fu infatti ricostituito nel 1995 da un gruppo di Accademici anch’essi onorati in questa occasione, giunta con un anno di ritardo a causa della forzata pausa pandemica. La serata si è svolta, nel rispetto delle normative sanitarie in vigore, nella bella e ampia sala interna del ristorante Il mio Capriccio con una estesa partecipazione di membri dell’Associazione, alla presenza del sindaco di Pisa Michele Conti e di altri ospiti.

Il Console dell’Accademia dei Disuniti Commendator Ferdinando Ciampi ha aperto la serata ringraziando ospiti e autorità per la partecipazione e il sostegno, e porgendo all’amministrazione comunale le condoglianze dell’Accademia per la tragica scomparsa dell’assessore Gianna Gambaccini avvenuta la notte precedente. Il sindaco Conti ha a sua volta ringraziato "coloro che hanno ricostituito questa Associazione nel 1995 e tutti i membri che in questi anni si sono impegnati per far sì che le nostre tradizioni storiche fossero portate avanti". Ha poi continuato garantendo disponibilità da parte sua e dell’assessorato alle Tradizioni Storiche a qualsiasi tipo di confronto e di ascolto di idee e suggerimenti, perché "le persone che hanno mantenuto viva questa Associazione possono sicuramente portare un contributo alla città".

Nel prosieguo della serata sono stati consegnati riconoscimenti a coloro che in questo passato quarto di secolo hanno ricoperto la carica di Console, agli Accademici rifondatori, ai soci onorari e a quelli che hanno compiuto venticinque, venti e dieci anni di permanenza in Accademia. Una stampa raffigurante la pala di San Ranieri ad opera del Maestro Enrico Fornaini, anche lui presente in sala, è stata offerta in omaggio al sindaco e al Comandante della 46° Brigata Aerea, generale Alessandro De Lorenzo. Un leitmotiv dell’evento, concluso con le investiture dei nuovi Accademici, è stato proprio l’incitamento venuto da più parti ai membri più giovani, un’esortazione a darsi da fare per portare con successo questo sodalizio nel futuro. "Perché l’Accademia - ha concluso il Console Ciampi - deve assolutamente andare avanti come è stato fino ad oggi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Accademia dei Disuniti festeggia i 25 anni (più uno) dalla ricostituzione

PisaToday è in caricamento