Gioco del Ponte a tavola: la sfida 2018 sarà sulle seppie in zimino

Ristoranti delle parti di Tramontana e Mezzogiorno saranno valutati da una giuria, il testa a testa finale il 9 giugno al 'Giardino Nascosto' di Coltano

Saranno le 'seppie con le bietole' il piatto sul quale i ristoranti di Tramontana e Mezzogiorno si sfideranno nella quinta edizione del Gioco del Ponte a tavola. Un concorso gastronomico organizzato dalla Parte di Tramontana del Gioco del Ponte, in collaborazione con Confesercenti Toscana Nord Area Pisana e Wine Art & Food, con il patrocino del Comune di Pisa.

Dopo la zuppa pisana (vincitore il ristorante 'Da Bruno'), la trippa (vincitore il ristorante dell'Ippodromo), lo stoccafisso alla pisana (vincitore 'Il Giardino Nascosto') e il picchiante (con il quale 'Il Giardino Nascosto' ha vinto anche l'edizione 2017), quest'anno sarà protagonista un altro grande piatto della tradizione del territorio: le seppie con le bietole o in zimino. Una ricetta che si perde nei secoli e lega tre regioni: Toscana, Liguria e Sardegna, non a caso terre, queste ultime, di conquista dell'antica Repubblica Marinara pisana.

L'origine della parola zimino è incerta, sembra però derivare dall'arabo 'zamin' che significa 'salsa densa e oleosa'. "La formula della sfida è la stessa - spiegano il presidente di Confesercenti Toscana Nord Area Pisana Luigi Micheletti e il responsabile Pisa Quality Restaurant Stefano Campazzi - con i ristoranti di Tramontana e Mezzogiorno che presenteranno il loro piatto al giudizio di una giuria. Quest'anno i numeri dei locali in lizza sarà lo stesso per le due Parti. Il vincitore di Tramontana e Mezzogiorno si ritroveranno per la sfida finale il 9 giugno al 'Giardino Nascosto' di Coltano, vincitore dell'edizione 2017, per l'ultimo testa a testa. La Parte perdente sceglierà poi il piatto per la contesa 2019".

"Come Tramontana siamo davvero soddisfatti di proporre ancora una volta questo concorso insieme a Confesercenti Toscana Nord - aggiunge il generale boreale Matteo Baldassari - un appuntamento ormai tradizionale nel calendario delle nostre manifestazioni civili che unisce la gastronomia pisana di qualità al Gioco del Ponte". Nei prossimi giorni saranno definiti i ristoranti partecipanti ed inizieranno le degustazioni da parte della commissione, guidata anche quest'anno da Umberto Chericoni e Giuseppe Del Chicca.

"La sfida sul ponte anche quest'anno - conclude l’assessore alle manifestazione storiche Federico Eligi - sarà preceduta da quella in cucina. Un'occasione anche per riscoprire sapori della nostra cucina che si sono un po' persi. Tutto questo contribuendo a far conoscere il Gioco del Ponte anche in ambienti meno tradizionali. In questi anni la manifestazione è cresciuta nella città, a partire dalle scuole. Sembrano davvero lontani i tempi in cui la sfida era limitata al giorno del Gioco e tra pochi appassionati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Un'offesa senza precedenti": è polemica sul video del trapper Bello Figo girato all'Università

  • Meteo, quando arriva la neve in pianura

  • Neve e ghiaccio in Toscana: allerta meteo

  • "Elicotteri da guerra nella fabbrica di Ospedaletto": Rebeldia contro Leonardo Spa

  • Donna scomparsa a Volterra: trovata morta in fondo alle Balze

  • Donna vuole buttarsi dal viadotto a Porta a Mare: salvata

Torna su
PisaToday è in caricamento