Martedì, 26 Ottobre 2021
Attualità

LIggeri, lo scrittore di San Miniato da oltre un mese vive nel monastero buddista di Pomaia: "E' il momento di ritornare all'essenziale"

Liggeri, ventotto anni da San Miniato, dopo aver percorso il cammino di Santiago e la Via Francigena e dopo il successo letterario del Salone del Libro di Torino, vive da un mese nel centro buddista 'Lama Tzong Khapa'

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

"Dobbiamo tornare all'essenziale. La Pandemia ci ha insegnato, che è nelle cose più semplici che possiamo ritrovare la felicità". Così racconta Salvatore Liggeri, il ventottenne di San Miniato scrittore e pellegrino dal centro buddista "Lama Tzong Khapa" a Pomaia. Nel 2019 aveva donato oltre 1.300 euro alla Dynamo Camp durante una raccolta fondi ideata lungo il suo cammino sulla Francigena ed è segretario dell'associazione no-profit "Pace e Bene", ideata da Simona Vignali con sede a Carrara, che si occupa di aiutare i più giovani con diverse attività in mezzo alla natura, riscoprendo il cammino e la fede. Liggeri è fondatore della community social "Condividere Felicità", che conta migliaia di membri sparsi in diverse regioni italiane, che sogna di reclamare il diritto alla ricerca della felicità in Italia, riconoscendo la FIL (Felicità Interna Lorda), come strumento di misura insieme al PIL (Prodotto Interno Lordo). Liggeri vive con i monaci tibetani al momento, svolgendo attività di volontariato all'interno del centro buddista. Di recente, ha anche accompagnato insieme alla vicesindaco di San Miniato Elisa Montanelli, I ragazzi di "Road to Rome 2021" per un breve tratto lungo la Francigena, dedicando loro una lettura.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

LIggeri, lo scrittore di San Miniato da oltre un mese vive nel monastero buddista di Pomaia: "E' il momento di ritornare all'essenziale"

PisaToday è in caricamento