Una favola sulla terra rossa: la storia della tennista Martina Trevisan

La tennista ventiseienne, nata e cresciuta in Valdera, è arrivata fino ai quarti di finale del Roland Garros a Parigi. Ma la strada per questo traguardo è stata durissima

Grinta da vendere, tanto coraggio e gli occhi pieni di sogni. Martina Trevisan ha conquistato così tutta l'Italia durante la sua avventura al Roland Garros 2020, torneo del Grande Slam di tennis che ha dovuto salutare ai quarti di finale, quando il traguardo della semifinale iniziava a sembrare più di una remota possibilità. La tennista ventiseienne nata e cresciuta tra la Valdera e Santa Croce ha dato vita ad un torneo palpitante, ricco di colpi di scena e smorzate a effetto che hanno fatto scatenare il tifo di parenti, amici e semplici appassionati.

Eppure la strada per arrivare fino alla soglia del penultimo capitolo di uno dei tornei più prestigiosi al mondo non è stata semplice. Già perché Martina si è presentato all'appuntamento di Parigi da numero 159 del circuito mondiale. Non proprio un biglietto da visita da togliere il fiato. Tutta colpa del divorzio che qualche anno fa coinvolse i genitori e sconvolse la vita di Martina e del fratello Matteo, anche lui astro nascente della racchetta azzurra. La giovane tennista arrivò a pesare meno di 50 chili, vittima di un'anoressia che la gettò vicinissima al baratro.

"Mai smettere di crederci e mai pensare che la vita non meriti di essere vissuta": con queste parole Martina ha commentato i successi ottenuti sul campo in terra battuta, riferendosi anche alle avversità affrontate e superate in famiglia negli anni passati. E così set dopo set, battuta dopo battuta, partita dopo partita, Martina non solo è riuscita a superare la fase preliminare del Roland Garros ed entrare nel tabellone principale, ma è riuscita anche ad issarsi fino ai quarti di finale. E poco male se questa avventura è finita: la storia è ancora molto lunga e ci sono moltissime pagine da scrivere ancora. Adesso Martina Trevisan è al numero 89 del mondo ed è la seconda tennista più forte dell'Italia dietro a Camila Giorgi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"E' stato bellissimo - ha scritto sul suo profilo Facebook all'indomani dell'eliminazione dal torneo francese - si chiude un incredibile capitolo ma il mio libro proseguirà. Continuerò a lavorare duro per avere la possibilità di riprovare queste emozioni. Grazie ad ognuno di Voi per il supporto,eravate lì a gioire e a soffrire insieme a me su ogni punto. Sono sempre i sogni a dare forma al Mondo,credete nei vostri cuori".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un lockdown "morbido" tra dieci giorni e l'ipotesi coprifuoco alle 21 in tutta Italia

  • Coronavirus in Toscana, sfondata quota mille: sono 1145 i nuovi positivi

  • Coronavirus in Toscana: più di 1.800 i nuovi casi, 5 decessi a Pisa

  • Coronavirus in Toscana, casi positivi in aumento: superata quota 2mila in 24 ore

  • Positivo al Coronavirus fermato sul treno a Pisa: convoglio sanificato

  • Coronavirus in Toscana, 1290 nuovi casi e 8 decessi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento