rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Attualità Cascina

Cascina: previsti sgravi fino al 40% sulla Tari

L'assessore all'Ambiente Paolo Cipolli fa il punto della situazione

In questi giorni sono state recapitate da Sepi le bollette per il pagamento della Tari nel Comune di Cascina. "Molti cittadini lamentano un aumento e qualche esponente della minoranza parla di aumenti esponenziali" afferma l'assessore all'Ambiente Paolo Cipolli. "La percezione dell’aumento è superiore al reale, questo perché nel 2020 i massicci trasferimenti statali ai Comuni per la crisi Covid avevano consentito di scontare un mese alle utenze domestiche e due mesi alle imprese. L’aumento medio, depurato dallo sconto a carattere straordinario dello scorso anno, è di circa il 6%. Attraverso una rimodulazione della componente variabile abbiamo cercato di rendere l’aumento più omogeneo, evitando pertanto picchi di incremento per alcuni rispetto ad altri".

Cipolli prosegue: "Consapevoli delle difficoltà economiche di tanti, abbiamo messo in campo risorse per alleviare l’impegno di cittadini ed imprese. Circa 573mila euro, derivanti da trasferimenti statali a fronte della crisi Covid-19, sono andati a vantaggio delle categorie di persone maggiormente colpite dalla crisi pandemica. Per esempio tutte le imprese commerciali e artigianali che hanno dovuto forzatamente chiudere nel 2020 (secondo l’elenco dei codici Ateco) hanno trovato una riduzione del 40% in bolletta. Per le utenze domestiche abbiamo predisposto un bando per scontare la bolletta delle famiglie con reddito ISEE fino a 20mila euro (nel caso di più di tre componenti ed almeno un figlio a carico). Per cui i 250 nuclei che hanno fatto domanda hanno trovato un importante sconto in bolletta, pari al 40%".

"Infine - aggiunge l'assessore all'Ambiente - dato che le domande sono state inferiori alle attese, al momento della bollettazione abbiamo previsto di riaprire i termini del bando per le utenze domestiche fino al 31 dicembre 2021, rimettendo in gioco le risorse residue che, secondo una stima di massima,  potranno consentirci di riconoscere un contributo ex post entro febbraio 2022, a ulteriori 600 famiglie aventi i requisiti. A tale scopo entro fine mese saranno messe a disposizione le istruzioni e  la modulistica sul canali di comunicazione del Comune di Cascina e di Sepi".

Cipolli conclude: "Il nuovo sistema di calcolo della tariffa sulla base delle disposizioni ARERA prevede che il calcolo sia effettuato sulla base del costo complessivo del servizio di raccolta e smaltimento rifiuti registrato nell’annualità precedente. Questo implica la necessità di migliorare l’efficienza del processo ed a questo proposito, insieme ai Comuni del bacino di competenza, siamo fortemente impegnati con il gestore del servizio Geofor Spa. Dall’altro lato nel ringraziare la cittadinanza attenta e rispettosa dell’ambiente, non possiamo evidenziare che per contenere i costi del sevizio c’è bisogno di comportamenti responsabili nella differenziazione dei rifiuti e nel corretto conferimento. Troppe, per esempio, sono le risorse che dobbiamo destinare alla raccolta dei rifiuti abbandonati sul territorio che incidono significativamente nella determinazione della tariffa (oltre 300.000 euro all’anno). La collaborazione fra tutti i soggetti coinvolti: amministrazione/gestore/uffici finanziari e di riscossione tributi/utenti è la strada maestra per migliorare l’efficacia e l’efficienza del servizio. Tutti siamo chiamati a dare il meglio per rendere migliore l’ambiente in cui viviamo con minori costi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cascina: previsti sgravi fino al 40% sulla Tari

PisaToday è in caricamento