Attualità

Contro la crisi ecco il 'panino sospeso': si può trovare da Subway Pisa

La metà del prezzo del panino verrà pagata dal locale di Piazza dell'Arcivescovado. I proprietari Lisena Panicucci e Gabriele Gabbrielli spiegano l'iniziativa

La solidarietà la seppellirà: la crisi provocata dal Coronavirus trova terreno durissimo quando ottime iniziative incontrano il cuore grande e la mente aperta di commercianti disposti a mettersi in gioco pur di non lasciare da sole le persone più toccate e provate dall'emergenza che si protrae dallo scorso marzo. Subway Pisa, grazie ai proprietari Lisena Panicucci e Gabriele Gabbrielli, lancia così l'iniziativa del 'panino sospeso' per venire incontro a chi non ha abbastanza denaro per permettersi il loro prodotto, servito in innumerevoli varianti.

"L'idea prende le mosse dal 'caffè sospeso' ideato decenni fa a Napoli. Noi vi aggiungiamo la particolarità che metà del panino 'sospeso' da un altro cliente verrà pagata dal locale" spiega Gabriele. "Quindi prendendo per esempio un nostro panino da 15 centimetri, che di media costa 4.4€, la persona che verrebbe a pagarlo ne dovrebbe pagare solo 2.2 perchè gli attri 2.2 ce li mettiamo noi".

Gabriele illustra altri dettagli dell'iniziativa, che è già in corso: "Per poter pagare il panino, anzi la metà, è  sufficiente entrare come se si venisse per un asporto e pagare alla cassa sia in contanti che con carta. A quel punto noi emetteremo lo scontrino come se il panino fosse già stato preso e aggiorneremo una tabella che sarà affissa anche sulla porta dove si potranno vedere i panini 'sospesi' che ci sono e poi volta volta che qualcuno viene a mangiare li scaleremo. L'iniziativa è valida su ogni nostro prodotto e sarà il cliente donatore a scegliere cosa e quanto lasciare pagato".

I proprietari del locale sottolineano con orgoglio: "Questa non è un'iniziativa imposta dal marchio, ma una decisione nostra per dare una mano a persone che in questo momento stanno attraversando situazioni difficili. Anche noi stiamo soffrendo una situazione che ha praticamente azzerato la principale fonte di introiti, cioè il turismo. Ma mai come adesso occorre stringerci e fare fronte comune per riuscire a superare nel minor tempo e con meno danni possibili questa crisi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contro la crisi ecco il 'panino sospeso': si può trovare da Subway Pisa

PisaToday è in caricamento