Da lunedì 22 giugno riapre al pubblico il PuntoAcque di Pisa

Chiusi dal 18 marzo, gli uffici torneranno a disposizione degli utenti. Al contempo si rafforza l’innovativo servizio di videochiamata, molto apprezzato dagli utenti

Da lunedì prossimo (22 giugno) per le pratiche e per avere informazioni di natura commerciale riguardanti il servizio idrico sarà possibile recarsi nuovamente al PuntoAcque di Pisa. Gli uffici al pubblico di Acque SpA sono infatti pronti a riaprire i battenti dopo che, negli ultimi tre mesi, erano rimasti chiusi in conseguenza delle misure di prevenzione alla diffusione del virus Covid-19. Una decisione che aveva come obiettivo quello di tutelare la salute dei cittadini e del personale.
Dalla prossima settimana, gli uffici di via Frascani a Pisanova torneranno finalmente ad essere accessibili, con orario continuato (inizialmente dal lunedì al giovedì, dalle 8:30 alle 16:30), per tutti i cittadini che vorranno recarsi personalmente allo sportello per svolgere una pratica o avere chiarimenti sul servizio. Anche nel rapporto tra gestore idrico e utenti si tratta dunque di un lento e graduale ritorno alla normalità, seppur con alcune inevitabili cautele, sempre con l’obiettivo di garantire i contatti in assoluta sicurezza. In quest’ottica, ci si potrà recare agli uffici al pubblico soltanto su appuntamento. Per fissare l’incontro, basta accedere alla sezione “Uffici al pubblico” sul sito www.acque.net e selezionare il giorno e l’orario preferito oppure telefonare al call center commerciale (800 982 982 da fisso, 050 843 843 da cellulare). In questo modo, l’utente potrà recarsi al PuntoAcque quando sarà il proprio turno, il giorno concordato e all’orario stabilito, senza fare code.

Nei mesi di chiusura degli sportelli al pubblico, Acque è rimasta comunque a disposizione dei propri utenti potenziando gli altri strumenti di contatto: lo sportello online, il call center commerciale e i profili social. In particolare però sta registrando particolare apprezzamento presso gli utenti il servizio di videochiamata al PuntoAcque, attivato più recentemente, con gli operatori a disposizione anche in modalità online, in diretta: uno strumento innovativo, che unisce la comodità di svolgere le pratiche comodamente da casa o in ufficio alla professionalità della persona con cui s’interagisce (la stessa che l’utente troverebbe all’ufficio al pubblico). Il tutto attraverso un pc o uno smartphone, agevolando, ad esempio, la presa visione in tempo reale della documentazione per completare una pratica.

La videochiamata non è stata pensata soltanto per l’emergenza causata dal Covid-19, ma si candida piuttosto a essere un 'fiore all’occhiello' della comunicazione tra Acque e utenti, proprio grazie alla sua facilità e alla sua efficacia. Per ulteriori informazioni e per prenotare un appuntamento c’è la pagina www.acque.net/videochiamata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana, nuovo picco: 2.765 positivi, 326 a Pisa

  • Coronavirus in Toscana: più di 1.800 i nuovi casi, 5 decessi a Pisa

  • Coronavirus in Toscana, casi positivi in aumento: superata quota 2mila in 24 ore

  • Cisanello, ambulanze in fila per l'area Covid: "In piena fase emergenziale, serve la collaborazione di tutti"

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Coronavirus in Toscana, quasi 2mila nuovi casi positivi nelle ultime 24 ore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento