Dieta del riso, vantaggi e controindicazioni

Regime alimentare attualmente molto di moda, permette di dimagrire velocemente. Attenzione però agli effetti indesiderati

Tra i regimi alimentari attualmente molto in voga per perdere perso c'è la dieta del riso. Questa, inventata a metà del secolo scorso dal medico tedesco Walter Kempner come terapia alimentare per pazienti diabetici, ipertesi ed obesi, presenta però diverse controindicazioni a cui prestare attenzione.

Dieta del riso: che cos'è

La dieta del riso, come dice il suo stesso nome, prevede un consumo quasi esclusivo di riso, in particolar modo integrale, ma anche venere, basmati, rosso e selvaggio. Questo regime alimentare si basa sulle 4 caratteristiche nutritive principali di questo cereale, ovvero: 

  • l'alta presenza di fibre;
  • il basso apporto calorico (330kcal per 100g di riso);
  • il potere saziante dato dalla capacità del riso di assorbire molta acqua in cottura; 
  • la stimolazione della diuresi grazie all'alta presenza di potassio.

La dieta del riso può essere seguita in due versioni diverse: una da "terapia d'urto", che ha una durata massima di 9 giorni, e una più blanda, della durata di un mese. Quest'ultima prevede un apporto calorico crescente e si divide in due fasi: una detox, vale a dire 15 giorni incentrati sulla disintossicazione dell'organismo in cui l'apporto calorico giornaliero non può superare le 800 calorie e dove sono concessi solo riso, formaggi magri, frutta e verdura, e una di mantenimento, dove sono concessi anche altri alimenti come legumi freschi o secchi, pesce, carni bianche e altri cereali (quinoa, miglio, grano saraceno, ecc..), per un totale di 1200 calorie al giorno.

Dieta del riso, i vantaggi

La dieta del riso, grazie al consumo quasi esclusivo di un cereale ricco di fibre e povero di sodio quale il riso integrale, permette di dimagrire velocemente. Inoltre il riso ha un potere disintossicante e svolge una funzione di stimolo della diuresi.

Dieta del riso, le controindicazioni

La dieta del riso è un regime alimentare drastico e da seguire solamente diettro approvazione del medico o dell'esperto nutrizionista. Tale dieta risulta infatti poco equilibrata nella varietà e nella ripartizione dei nutrienti, poiché ammette solo pochi alimenti e ne elimina molti altri. Come tutte le diete drastiche, se non si assume un corretto ed equilibrato regime alimentare una volta interrotta, fa riprendere immediatamente tutti i chili persi.

La dieta del riso è inoltre un regime alimentare ipoproteico e ipocalorico che può comportare una consistente diminuzione della massa muscolare, ipotensione e gravi carenze a livello vitaminico, mentre la grande perdita di liquidi conseguente alla prima fase disintossicante può avere conseguenze anche sulla salute.

Le principali controindicazioni di questa dieta, quindi, sono:

  • lo scarso equilibrio nutrizionale (carenza di proteine, vitamina D, calcio, ferro ecc);
  • i chili persi sono principalmente liquidi, mentre la massa adiposa può non essere intaccata;
  • possibile peggioramento della pressione bassa;
  • possibile perdita di massa muscolare in presenza di attività fisica regolare;
  • stanchezza e affaticamento;
  • noia e monotonia dei cibi;
  • possibile flatulenza;
  • frequente sensazione di fame;
  • una volta interrotta, se non si assume un corretto ed equilibrato regime alimentare, fa riprendere immediatamente tutti i chili persi.

Le regole generali per dimagrire in modo sano

Ecco alcune regole generali da seguire per dimagrire in modo sano:

  • prima di intraprendere qualsiasi tipo di dieta chiedi consiglio al tuo medico o ad un esperto nutrizionista;
  • varia sempre il più possibile gli alimenti;
  • bevi almeno due litri di acqua al giorno per eliminare le tossine e favorire il buon funzionamento intestinale;
  • evita le cotture pesanti, come le fritture: meglio bollire, grigliare o cuocere al vapore;
  • usa il sale con moderazione, ma puoi anche sostituirlo completamente con erbe aromatiche e spezie, che danno gusto e non aggiungono calorie;
  • evita i dolci e, in generale, lo zucchero, che può essere sostituito con dolcificanti naturali come il miele o lo zucchero di canna integrale, da utilizzare sempre in piccole dosi;
  • segui sempre un’adeguata attività sportiva, che ti permetterà di raggiungere uno stato di salute ottimale e bruciare in modo sano le calorie in eccesso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto dal 16 gennaio: prosegue lo stop agli spostamenti tra regioni

  • Toscana zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 16 gennaio

  • Scontro tra camion sull'A4: muore 25enne di Pisa

  • Coronavirus, le palestre GimFive in protesta: anche a Pontedera struttura aperta il 15 gennaio

  • Coronavirus in Toscana: sono 436 i nuovi casi positivi

  • Coronavirus, Giani: "La Toscana resta gialla"

Torna su
PisaToday è in caricamento