rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cura della persona

Cura delle pelle, come affrontare il cambio di stagione

I consigli della cosmetologa per eseguire correttamente la dermo-routine quotidiana

Durante il cambio di stagione occorre prestare particolare attenzione alla cura della nostra pelle, scegliendo in maniera oculata i prodotti da utilizzare. Utile, a questo scopo, può essere la nuova linea Dermon, che, attraverso formulazioni studiate per minimizzare il rischio di allergie, testate per nichel e metalli pesanti, sottoposte a test di efficacia su ogni tipologia di pelle, made in Italy, con ingredienti efficaci di qualità e senza additivi superflui, rende la dermoroutine essenziale. Per individuare le migliori pratiche per affrontare al meglio il cambio di stagione, Dermon si è rivolto ad esperti cosmetologi.

"Nel passaggio dall'inverno alla primavera e poi all'estate -  afferma la dottoresssa Alessandra Vasselli, cosmetologa, membro del Comitato Direttivo di AIDECO, Associazione Italiana Dermatologia e Cosmetologia che ha collaborato all'iter di approvazione concesso dall'Associazione alle nuove formule Extra Sensitive - la cute del corpo esce da un periodo di nascondimento e 'riposo', con frequente disidratazione, spesso desquamazione e carenza di protezione, oltre che scarsa pigmentazione naturale protettiva, condizioni determinate sia dall'uso di abiti invernali che dalle condizioni ambientali in-door (riscaldamento, climatizzazione, repentini cambi di umidità relativa). La prima esposizione dopo la stagione invernale, soprattutto per le pelli più sensibili, può facilmente tradursi in un trauma: eritemi, arrossamenti aspecifici, alterazioni del microcircolo, disidratazione e barriera protettiva non funzionale. In questa fase è dunque opportuno preparare la pelle al repentino cambiamento,  reintegrandola e proteggendola nel modo più adeguato".

Ecco i consigli per rafforzare la barriera idrolipidica in tre passaggi. 

Scrub fai da te, le ricette naturali per la cura della pelle

Eseguire una corretta detersione

Innanzitutto bisogna eseguire una corretta detersione. Il prodotto giusto rimuove le impurità rispettando la fisiologia della pelle, soprattutto in vista di lavaggi sempre più frequenti. Abbinare una delicata azione esfoliante con l'ausilio di accessori blandamente leviganti (spugne, manopole ergonomiche in tessuto) riattiva naturalmente il rinnovamento cellulare epidermico, insistendo sulle zone più ispessite di gomiti, ginocchia e talloni. La pelle respira ossigenando i tessuti e ripristina le sue funzioni vitali al meglio creando le condizioni ottimali per ricevere i trattamenti successivi. 

Procedere con un'idratazione mirata 

Bisogna poi procedere con un'idratazione mirata, applicando regolarmente ingredienti super-reintegranti come ad esempio burro di Karitè, olio di jojoba, olio di mandorle, glicerina ed aloe vera. Con l'aumento delle temperature è infatti necessario applicare un prodotto restitutivo e coadiuvante lenitivo che ripristini le migliori condizioni fisiologiche della pelle. In caso di pelle sensibile, Il mantello protettivo è troppo depauperato per affrontare gli effetti dell'esposizione: è meglio quindi scegliere prodotti che apportino solo gli ingredienti essenziali e applicarli anche più volte al giorno.

Eseguire un rituale anti-inquinamento 

Chi vive nei centri urbani deve tenere conto anche dell'inquinamento. Detersione, purificazione e protezione diventano rituali da fare regolarmente con formule ad esempio ricche di Vitamina E e suoi derivati, che combattono efficacemente i radicali liberi e difendono la pelle dalle aggressioni esterne.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cura delle pelle, come affrontare il cambio di stagione

PisaToday è in caricamento