rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Cura della persona

Skincare routine, utilizzo dei prodotti ed ingredienti da non abbinare

I consigli per prendersi cura della propria pelle senza commettere errori

Nella skincare routine si utilizzano spesso inavvertitamente prodotti che non sono adatti alla propria pelle o che, insieme, producono l'effetto opposto a quello desiderato. Nella scelta occorre quindi prestare alcune particolari attenzioni che possono fare la differenza. "Quando si scelgono i prodotti da utilizzare - afferma Valentina Abramo, Brand Partnership Manager di Abiby e Managing Director di Syster, il brand lifestyle dalla personalità clean creato grazie al confronto diretto con una community di 60.000 beauty lover - ci sono alcune accortezze da tenere a mente, dal momento del giorno più adatto all'applicazione fino alla combinazione dannosa o meno di certi ingredienti e prodotti. Approfondire questi aspetti aiuta non solo a compiere scelte più consapevoli, ma anche a prendersi realmente cura della nostra pelle. L'associazione di retinolo e vitamina C, per esempio, due tra gli ingredienti più cercati dalle beauty lover, potrebbe essere dannosa in caso di applicazione di due prodotti diversi, ma il problema non si pone se i due componenti sono in un'unica formulazione".

Syster, a questo proposito, propone cinque consigli dedicati alla skincare: una sorta di piccolo vademecum con gli ingredienti da non abbinare, quelli da non dimenticare e i suggerimenti su quando usarli. 

Il retinolo

Il retinolo, derivato della vitamina A, è noto per la sua capacità di stimolare il rinnovamento cellulare e per le sue proprietà anti age ed esfolianti. I prodotti realizzati con questa sostanza non andrebbero mai utilizzati insieme a quelli contenenti perossido di benzoile, indicati per le pelli acneiche, in quanto l'azione combinata dei due ingredienti potrebbe seccare e irritare la pelle e peggiorare il problema.

Lo stesso vale per la combinazione di retinolo e acidi della frutta AHA, poiché l'utilizzo combinato, attraverso due prodotti differenti, potrebbe risultare stressante per la cute. 

La vitamina C 

La vitamina C è ricca di antiossidanti ed è quindi perfetta per chi, sul viso, vuole ottenere una pelle più luminosa schiarendo macchie ed imperfezioni. La molecola della vitamina C, per avere effetto, deve rimanere stabile, senza ossidarsi: tale condizione di equilibrio, spesso mantenuta grazie all'aggiunta nel prodotto della vitamina E, può rompersi facilmente con un po' d'acqua ed è quindi sempre meglio evitare di usare prodotti a base di vitamina C sul viso bagnato o umido. 

Mattina o sera?

Nella skincare routine un ruolo chiave è svolto anche dal momento della giornata in cui si applicano i prodotti. Gli esfolianti a base di retinoidi, acido glicolico e acidi della frutta AHA e BHA, per esempio, sono più adatti per la beauty routine serale, quando la pelle non rischia di essere esposta al sole o agli agenti esterni a pochi minuti dal trattamento. La mattina, invece, è preferibile optare per creme idratanti corpose e prodotti arricchiti di vitamina C. L'acido ialuronico, infine, è adatto a ogni ora del giorno, a meno che non si stiano utilizzando prodotti che ne stimolano specificatamente la produzione notturna. 

Non combinare vitamina C e retinolo (con due prodotti diversi)

Vitamina C e retinolo dipendono dal pH e, in un'azione combinata, l'effetto della prima potrebbe essere completamente azzerato da quello del secondo. Questi ingredienti, insieme, potrebbero anche reagire in maniera irritante sulla pelle, provocando eccessiva sensibilità e facilitando la comparsa di macchie solari. Analogo discorso, per le pelli molto sensibili e reattive, vale per gli altri acidi AHA e BHA, che non andrebbero mai combinati con la vitamina C. Diverso, invece, il caso di prodotti che all'origine combinano questi ingredienti, in quanto le quantità e le percentuali sono state attentamente studiate per portare benefici alla pelle. 

Utilizzare sempre una protezione solare 

La pelle deve essere protetta dai raggi solari in tutto periodo dell'anno, non solamente in estate. Per questo motivo è consigliabile inserire nella propria skincare routine un prodotto con SPF (15 o 30) o l'utilizzo di una crema apposita. Questo passaggio è fondamentale soprattutto se, al mattino, si usano prodotti a base di AHA o retinolo che rendono la pelle molto sensibile agli agenti esterni e, in particolare, ai raggi solari. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Skincare routine, utilizzo dei prodotti ed ingredienti da non abbinare

PisaToday è in caricamento