Bagni di Pisa, i benefici delle cure termali spiegati dal direttore sanitario Patrizia Chiti

L’hotel di San Giuliano Terme, che ha riaperto il 23 dicembre scorso in tutta sicurezza, è un presidio sanitario e le cure termali sono un giustificato motivo per lo spostamento, rientrando tra le attività consentite nell’ambito della legislazione vigente

A tu per tu con la dottoressa Patrizia Chiti, Direttore Sanitario di Bagni di Pisa, elegante resort nella campagna pisana, parte della collezione di Italian Hospitality Collection. Il resort, che ha riaperto le porte del suo hotel 5 stelle e della Spa termale il 23 dicembre scorso, è un presidio sanitario nazionale che garantisce le cure termali attraverso i servizi terapeutici di fango termale, balneoterapia e aerosol.

Le acque termali di Bagni di Pisa, che sgorgano ad una temperatura di 38°C, sono solfato-calciche-magnesiache e particolarmente tollerabili anche perché impiegate senza alcun trattamento chimico o fisico che ne alteri la costituzione naturale. La loro purezza microbiologica e? garantita dalla profondità delle sorgenti, dalla continuità e dalla portata del flusso. In virtù delle loro caratteristiche chimico-fisiche, sono particolarmente indicate per la prevenzione e la cura di patologie croniche e degenerative dell'apparato muscolo-scheletrico, respiratorio e vascolare.

Abbiamo rivolto alcune domande alla dottoressa Chiti per conoscere meglio i segreti e i benefici dell'antico uso delle terme.

L'acqua termale. A cosa fa bene?
"L'acqua termale è ottimale per le patologie dell'albero respiratorio come sinusiti, riniti, faringiti, per arrivare fino alle bronchiti. Con l'aerosol (rinite e rinofaringiti) e il getto diretto (gola, trachea, bronchi, fino agli alveoli polmonari) l'acqua viene frammentata in particelle piccolissime e raggiunge tutte le varie parti dei polmoni. Le cure inalatorie sono indicate anche per i bambini e a Bagni di Pisa abbiamo un reparto a loro dedicato". 

Quali sono i benefici del fango termale?
"Il fango termale, applicato alla temperatura di 47°C, ha proprietà benefiche per l'organismo, in particolare per l'apparato osteo-articolare: il corpo viene pervaso da una totale sensazione di rilassamento e le contratture muscolari si disciolgono. È quindi indicato per il trattamento dei dolori localizzati (artriti e artrosi), delle contratture muscolari e degli esiti post-traumatici in fase di recupero. A Bagni di Pisa impieghiamo il fango termale maturo, ottenuto dalla miscelazione delle argille con le preziose acque delle sorgenti termali. Questo specifico processo, che ha una durata temporale di almeno sei mesi, permette al fango di acquisire proprietà fisiche e chimiche particolari, che lo rendono unico e ideale per la terapia e il benessere totale".

Per chi è indicato il fango termale?
"Il fango termale è indicato sia a scopo preventivo per coloro che sono più soggetti all'invecchiamento naturale delle articolazioni, sia per i giovani con problematiche posturali, ad esempio: persone che viaggiano molto in auto con continue sollecitazioni alla colonna vertebrale (autisti, rappresentanti, manager), e persone che lavorano spesso sedute al pc con sovraccarico del collo, della schiena e delle mani. In tutti questi casi il fango termale scioglie le contratture e apporta un beneficio in senso di rilassamento e riduzione del dolore. Consiglio i fanghi anche agli sportivi che, cessata l'attività agonistica, spesso presentano contratture e dolori diffusi in tutta la muscolatura".

Ci parla della balneoterapia?
"La balneoterapia si pratica sia dopo l'applicazione del fango termale che come terapia a sé stante. Consiste nella immersione in acqua termale per un massimo di 20 minuti a seduta. E' indicata per i soggetti con osteoartrosi e, nel bagno con idromassaggio, soprattutto per le donne con problemi vascolari (varici, flebiti)".

Consigli particolari?
"Consiglio i massaggi fisioterapici dopo il fango termale o la balenoterapia. I massaggi fatti in ambito termale hanno la prerogativa di essere fatti a “caldo”, la muscolatura è rilassata per il calore trasmesso, quindi il fisioterapista lavora nelle condizioni ottimali. Inoltre consiglio il massaggio linfodrenante per chi ha problemi di tipo circolatorio perché aiuta soprattutto a sgonfiare le gambe".

Le terme sono un presidio medico sanitario e i trattamenti termali rientrano nei LEA (Livelli Essenziali di Assistenza), per questo rappresentano un giustificato motivo per lo spostamento tra Regioni. Trattandosi di cure mediche, l'attuale legislazione consente infatti di spostarsi anche al di fuori del Comune di residenza per effettuare il proprio ciclo di trattamenti. Per farlo basta un'autocertificazione per motivi di salute dove si specifica che ci si sposta per praticare la balneoterapia termale oppure la prescrizione del medico curante per cure termali. 

Tutti i clienti possono usufruire dei trattamenti in convenzione con il Servizio Sanitario Nazionale scegliendo, liberamente, il centro termale. La convenzione riguarda un ciclo di 12 trattamenti. Per usufruire della convenzione è sufficiente presentare richiesta del medico di base con l'indicazione esatta della patologia e del relativo ciclo di cure. Il ticket verrà pagato direttamente presso il centro termale.

E' consentito il semplice ingresso giornaliero alle piscine termali, scegliendo il percorso SALUS PER AQUAM che include: Percorso termale Bioaquam, Thalaquam, piscina termale interna, piscina termale esterna, Bagno di Minerva, accesso all'area fitness su prenotazione, esclusivo Kit Bagni di Pisa (accappatoio, telo, ciabattine, cuffia), accesso alla nuova area Thermarium in esclusiva e su prenotazione. Costo: euro 50,00 dal lunedì al venerdì (escluso ponti e festività); euro 55,00  sabato e domenica.

Informazioni su Italian Hospitality Collection

Italian Hospitality Collection riunisce hotel, resort e spa di eccellenza: unici, scelti per la loro bellezza, la loro storia e l'incanto del loro territorio. Chi sceglie Italian Hospitality Collection vive un'autentica esperienza di ospitalità italiana fatta di calore, generosità e passione. Ogni ospite sente di essere al centro del nostro mondo, circondato di attenzioni e immerso nella bellezza dell'arte e della natura. In Toscana i tre resort della nostra collezione - Fonteverde, Bagni di Pisa, Grotta Giusti - sono nati come residenze termali nobiliari. Sono gioielli di storia e architettura sorti su sorgenti naturali, in alcune delle zone più incantevoli della regione come la Val d'Orcia, le colline che abbracciano Pisa e la Valdinievole. In Sardegna, il Chia Laguna è immerso nello splendore di uno dei tratti più spettacolari della costa, davanti a spiagge, promontori, lagune costiere e dune che si affacciano sul mare color turchese. In Valle d'Aosta, a Courmayeur, Le Massif è un innovativo ed esclusivo progetto per chi ama l'hotellerie di charme. Dall'inverno 2018 Le Massif propone un nuovo concetto di ospitalità dove il calore dell'accoglienza italiana è catturato da due location insuperabili: l'hotel Le Massif, a un soffio dalla funivia e dalle boutique della moda, e il ristorante La Loge du Massif, proprio nel cuore delle piste da sci. www.italianhospitalitycollection.com

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, la Toscana passa in zona arancione

  • Toscana arancione, ma non tutta: ecco le zone che restano rosse

  • Le misure in vigore in zona arancione

  • Coronavirus in Toscana, Giani: "I nuovi casi giornalieri sono 715"

  • Toscana rossa o arancione, possibile allentamento delle misure già da martedì

  • Toscana in zona arancione? Locatelli: "Dati incoraggianti"

Torna su
PisaToday è in caricamento