I segreti della bioginnastica: come funzione e i benefici per il corpo

Questa attività fisica consente di prevenire le comuni patologie articolari. Scopriamola insieme

Sapevate che esiste un'attività fisica in grado di curare e prevenire le comuni patologie articolari?. La Bioginnastica è una sorta di ginnastica posturale che integra tecniche di esercizio occidentali e metodologie orientali.

Bioginnastica: origini

Oggi diffusa in tutta Italia, la Bioginnastica nasce a partire dagli anni '90 ad opera della Dott.ssa Stefania Tronconi nell’ambito di un progetto sull’attività motoria patrocinato dall’Istituto Superiore di Educazione Fisica dell’Università di Urbino. Nel 2000 nasce la prima scuola di formazione triennale di Bioginnastica e qualche anno più tardi si forma l’associazione di Bioginnastica con lo scopo di divulgare il metodo.

Bioginnastica: perché sceglierla

Come si legge su benessere.com, spesso, molti dei disturbi fisici di cui si soffre sono causati oltre che da una cattiva postura anche dal tipo di esercizio fisico che si sceglie di fare. Solitamente chi si avvicina a questa disciplina lo fa perché ha un qualche tipo di problema fisico. Non è detto però che individui liberi da patologie articolari non possano scegliere di eseguire questo tipo di esercizio fisico, anche solo spinti dall’esigenza di allentare il livello di tensione psico-fisico accumulato durante la giornata o per impedire la comparsa dei fastidi più diffusi a carico dell’apparato muscolo-scheletrico, allungando e tonificando il corpo.

Bioginnastica: come funziona

Le lezioni di Bioginnastica possono essere articolate a livello individuale di gruppo. Nel primo caso, il lavoro sarà sicuramente più mirato alle problematiche personali, mentre nel secondo si darà più spazio al relax. La lezione in genere si articola in diverse fasi, ognuna delle quali con un obiettivo ben preciso.

Si parte con un momento di ascolto e percezione corporea e una volta raggiunto il giusto livello di concentrazione è possibile iniziare la fase operativa, a partire dalla respirazione. Una volta raccolta la giusta concentrazione, si può passare ad un lavoro più specifico sotto il punto di vista fisico. I primi gesti motori dovrebbe anzitutto decontrarre le varie zone muscolari. Per farlo, ci si può avvalere di ausili quali palline o cilindri a seconda della zona e del tipo di intervento da fare; una volta decontratti, i muscoli possono essere allungati.

Successivamente, si passa ad un lavoro posturale mirato. Questa è la parte del programma che richiama la classica ginnastica posturale. Dal punto di vista funzionale è la fase più produttiva che ha lo scopo di correggere eventuali alterazioni della postura. Terminata questa fase, c’è posto per un momento di relax fatto di massaggi singoli o di coppia utili sia per scaricare le tensioni accumulate a livello muscolo-scheletrico sia per creare maggiore affiatamento tra i partecipanti alla lezione. L’obiettivo della lezione è di acquisire cognizione del proprio corposbloccare muscoli e articolazioni rilassare tutto il corpo.

A chi è adatta la Bioginnastica

Insomma, una disciplina adatta a tutti quei soggetti che vogliono svolgere un’attività fisica che punta non solo al benessere fisico ma anche a quello psichico, nel dettaglio, potrebbe essere indicata: 

  • alle persone più anziane che hanno bisogno di curare patologie legate all’età come osteoporosi, artrosi, artrite;

  • ai giovanissimi che hanno bisogno di gettare le giuste basi fisiche per una corretta crescita al fine di combattere o prevenire patologie posturali quali ipercifosi, scoliosi, iperlordosi;

  • alle donne in gravidanza o a quelle nella fase post parto che hanno bisogno di un valido aiuto in questo delicato momento della loro vita.

Benefici della Bioginnastica

Infine, passiamo ai molti benefici della Bioginnastica, questo tipo di attività, infatti:

  • permette di conoscersi attraverso il proprio corpo;

  • attenua il carico articolare;

  • allunga i muscoli rendendoli anche più forti e funzionali;

  • aumenta il metabolismo a riposo;

  • rilassa le zone contratte a causa di disturbi o semplicemente di atteggiamenti errati;

  • ridona la giusta espressione posturale;

  • cura e previene le maggiori patologie a carico dell’apparato muscolo-scheletrico come cervicalgie, iperlordosi, ipercifosi, scoliosi, lombosciatalgie, ernie, artriti, osteoporosi;

  • è utile nella cura di disturbi come cattiva circolazione, gonfiori, cellulite;

  • oltre che il corpo, rilassa anche la mente creando uno stato di benessere psico-fisico migliore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto nella notte a San Piero a Grado: muore 26enne

  • Ripartenza scuola e Coronavirus: mezza classe del liceo in quarantena a Pontedera

  • Cadavere di un anziano trovato in un fosso in zona La Fontina

  • Coronavirus in Toscana, 143 nuovi casi: 38 positivi in più a Pisa

  • Coronavirus: "Ho fatto il tampone, dopo 72 ore ancora non so il risultato"

  • Caso sospetto di Covid nel personale scolastico: chiuso asilo di Pontedera

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento