Celiachia: quali test occorre fare?

E' una malattia caratterizzata dall'intolleranza cronica al glutine. Ecco una guida per capire come individuarla e curarla

Immagine d'archivio

La celiachia è sicuramente una delle patologie dell'alimentazione che hanno avuto maggiore diffusione negli ultimi anni. Di conseguenza e per fortuna sono ad oggi tanti gli strumenti che permettono non solo di individuarla ma anche di monitorarla.

Sono sempre di più le attività commerciali che si sono specializzate nella vendita di prodotto gluten free specifici per i celiaci, così come ormai tutti i ristoranti, pasticcerie, pizzerie, gastronomie e quanto altro si sono attrezzate per offrire l’alternativa ai clienti affetti da questa patologia. Ma proviamo a vedere cosa è questo disturbo nello specifico, quali sono i suoi sintomi e la terapia da seguire.

1. Che cosa è

La celiachia è una malattia autoimmune cronica dell’intestino tenue causata da una intolleranza al glutine contenuto nelle farine di grano, orzo, segale ed altri cereali. I sintomi possono essere: diarrea, perdita di peso, dolori e crampi addominali, astenia, ecc. L’assunzione di glutine da parte di soggetti sensibili, causa una reazione infiammatoria con la produzione di anticorpi da parte del nostro sistema immunitario. I metodi sierologici quali la ricerca di anticorpi antigliadina, anti transglutaminasi tissutale umana e antiendomisio, rappresentano un metodo pratico affidabile e non invasivo per rilevare la presenza della malattia.

Potrebbe interessarti

  • Come far risaltare l'abbronzatura a fine estate: 4 semplici consigli

I più letti della settimana

  • Incidente stradale a Peccioli: morta una donna

  • Maltempo: codice giallo per temporali nelle zone interne orientali della Toscana

  • Si sente male in agriturismo: morto

  • Cascina: il corpo di un 64enne ritrovato dietro la chiesa dell'Arnaccio

  • Condizioni igieniche precarie e cibo senza tracciabilità: chiuso ristorante a Calambrone

  • Alcol e droga a 16 anni: ricoverata in gravi condizioni

Torna su
PisaToday è in caricamento